Pubblicato il: 12/12/2017

All'interno del Gulu Regional Hospital - Foto di Giovanna Fotia, 2017

Implementare progetti di partenariato tra Paesi a economia avanzata e Paesi poveri del Sud del mondo per rafforzare la capacità dell’Africa Sub-sahariana nella lotta alle epidemie di Ebola e di altre febbri emorragiche.

È l'obiettivo di ENDORSE - ENhancing individual and institutional infectious Disease Outbreaks ResponSe capacities of healthcare professionals to mitigate infectious Emergencies in Northern Uganda region - progetto biennale guidato dall'Università Statale di Milano e finanziato dall'agenzia europea EDCTP (European & Developing Countries Clinical Trials Partnership), all'indomani del bando congiunto EDCTP e WHO-TDR del marzo 2015.

Avviato nel febbraio 2016, dopo l'esplosione della devastante epidemia di Ebola del 2014, il progetto - guidato dal laboratorio di Microbiologia clinica dell'Ospedale Sacco, diretto da Maria Rita Gismondo, docente di Microbiologia clinica dell'Università Statale - ha visto la partecipazione dell'irlandese Kimmage Development Studies Center e del St. Mary's Lacor Hospital di Gulu, principale partner locale nel Nord Uganda.

In fila per il test sull'Ebola al Kitgum General Hospital - Foto di Giovanna Fotia, 2017

In particolare, il progetto ENDORSE ha lo scopo di insegnare agli operatori locali il modo più corretto di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e della gestione dei campioni biologici e dei pazienti potenzialmente infetti, in preparazione all'eventuale arrivo di casi di Ebola di Marburg o di altri virus emorragici, endemici in questa parte del mondo.

9 ospedali coinvolti, 163 membri del personale sanitario locale formato, oltre 500 persone raggiunte nel progetto finanziato dall'agenzia europea EDCTP

I 19 operatori sanitari del corso intensivo all'esterno del St. Mary Hospital di Gulu - Foto di Giovanna Fotia, 2017

Il percorso di formazione - fondato sul modello train the trainer - ha coinvolto in due anni 163 membri del personale sanitario locale - medici, paramedici, infermieri, ostetriche e personale di laboratorio - provenienti dagli ospedali di livello distrettuale e di riferimento regionale dislocati nei distretti di Gulu, Kitgum, Nwoya e Oyam, inclusi ospedali pubblici, privati no-profit e privati for-profit.

19 dei 163 operatori sanitari formati hanno, invece, partecipato anche a un corso intensivo sia su come prepararsi e rispondere alle emergenze epidemiche sia su come comunicare e formare a loro volta altri operatori sanitari, con ottime ricadute per una efficace gestione, anche futura, di eventi endemici.

Al progetto ENDORSE, che si concluderà ufficialmente nel gennaio 2018, è dedicata una Final Conference che si terrà il 14 dicembre a Gulu in Uganda.

Contatti