Pubblicato il: 17/04/2018
Scorcio dell'Orto Botanico Città Studi

Scorcio dell'Orto Botanico Città Studi

Una riapertura di primavera molto speciale per l'Orto Botanico Città Studi di via Golgi 18, che offre un ingresso più ampio e rinnovatovisite guidate alla nuova mostra permanente sulla botanica forense.

Il nuovo accesso - frutto della stretta collaborazione tra Università Statale e Comune di Milano - giunge dopo un lavoro di riqualificazione dell'Orto portato avanti durante la pausa invernale, che permette ora di restituire ai visitatori uno spazio pedonale d'ingresso più ampio, accogliente e senza barriere architettoniche agevole per i disabili e di maggiore sicurezza per tutti i visitatori e i numerosi bambini e scolaresche che frequentano l’'Orto.

Scheletro per mostra Botanica forense

Scheletro per mostra permanente di Botanica forense

La mostra sulla botanica forense - a ingresso sia libero sia con visite guidate prenotabili - nasce, invece, dalla collaborazione tra il dipartimento di Bioscienze e il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense (Labanof) dell'Università Statale, insieme all'associazione Pithekos - va così ad ampliare l'offerta espositiva ed educativa dell'Orto Botanico Città Studi, dove i visitatori potranno "rivivere" la riproduzione di un'ipotetica scena del crimine attraverso le applicazioni della botanica alle indagini giudiziarie.

"Si tratta di interventi che abbiamo realizzato per rendere l'Orto Botanico Città Studi ancor più accogliente e interessante per la cittadinanza e tutti i visitatori - spiega il professor Martin Kater, direttore dell'Orto Botanico Città Studi. Anche per questo abbiamo confermato anche per il 2018 la feconda collaborazione con il Touring Club Italiano che, grazie ai suoi volontari dell'iniziativa Aperti per voi, ci consente di garantire orari prolungati di apertura al pubblico".

Contatti