Pubblicato il: 28/07/2017

In ospedale - Foto tratta dall'Archivio istituzionale

Offrire un percorso di formazione di eccellenza e innovazione per studenti, ricercatori e futuri medici nell'ambito delle neuroscienze è l'obiettivo della nuova convenzione tra Università Statale di Milano e Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico "Carlo Besta".

La convenzione è stata firmata il 24 luglio, alla presenza di Roberto Maroni, presidente di Regione Lombardia,  degli assessori Giulio Gallera (Welfare) e Luca Del Gobbo (Università, Ricerca e Open Innovation), di Alberto Guglielmo, presidente della Fondazione "Carlo Besta", e del rettore, Gianluca Vago.

In particolare, la convenzione è destinata agli iscritti ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, con indirizzo neurologico e neurochirurgico, e ai dottorandi e specializzandi in Neurologia, Neurochirurgia e Neuropsichiatria infantile.

L'accordo con l'Istituto Besta rafforza quindi la già importante rete di formazione e ricerca nelle neuroscienze dell'Università Statale, che include vari dipartimenti di Policlinico, Sacco, San Paolo e San Carlo e Auxologico.

Gli studenti avranno così la possibilità di acquisire competenze cliniche e di ricerca grazie alle grandi casistiche di pazienti adulti e bambini con patologie neurodegenerative, neuroimmunologiche, oncologiche e genetiche, la disponibilità di laboratori di diagnostica avanzata e di tecnologie innovative, come il NeuroSim Center, il primo centro di formazione e simulazione neurochirurgica in Europa basato sulla realtà virtuale, i laboratori di neuroscienze e il centro di ricerca clinica che coordina le numerose sperimentazioni nei pazienti.

Il Besta è inoltre coordinatore di progetti di ricerca europei e internazionali e fa parte dell'European Reference Network, una rete di istituzioni sanitarie europee nata per affrontare malattie rare e complesse che richiedono cure specializzate e risorse concentrate.