Voi siete qui

Welfare d'AteneoLe politiche di People Care dell'Università degli Studi di Milano

Attraverso un Piano di Politiche di "People Care" - approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 6 luglio 2015 - l'Ateneo contribuisce al miglioramento delle condizioni di vita delle persone che operano al proprio interno.

In questa prospettiva sono state individuate specifiche azioni di welfare rivolte al proprio personale per sostenere e incentivare il benessere individuale, familiare e sociale dei propri dipendenti.

Tra le misure adottate a favore del personale e dei propri familiari ci sono, ad esempio, i contributi sui costi di iscrizione e frequenza da parte dei figli dei dipendenti di asili nido, scuole e centri estivi, corsi universitari, oltre a un piano di assistenza sanitaria di Ateneo.

Le domande di partecipazione alle diverse azioni di "People care" possono essere presentate accedendo direttamente alla procedura online con le proprie credenziali d’Ateneo, entro i termini di adesione indicati nei relativi atti e circolari.

Le azioni di welfare a favore del personale d'Ateneo sono promosse e gestite dall'Ufficio Welfare, Relazioni Sindacali e Pari Opportunità.
 


Asili nido

L'Ateneo contribuisce alle spese per la frequenza dei figli dei propri dipendenti degli asili nido pubblici e privati.

Il contributo - calcolato sulla base dell'ISEE Ordinario per l'anno corrente (D.P.C.M. 159/2013) - può raggiungere un massimo di 350 euro al mese (elevabile a 525 euro per più figli iscritti al nido).


Per richiedere il contributo, accedi alla procedura online

 

Per informazioni
welfare@unimi.it

 



Assistenza sanitaria

L’Ateneo ha attivato un Piano di assistenza sanitaria destinato a personale tecnico amministrativo (a tempo determinato e indeterminato), professori (di prima e seconda fascia), ricercatori, collaboratori ed esperti linguistici.

Il Piano di assistenza sanitaria - offerto in collaborazione con la società assicurativa UniSalute - comprende:

  • pacchetto prevenzione (comprensivo degli esami per le patologie statisticamente più diffuse)
  • prestazioni sanitarie a condizioni agevolate presso le strutture sanitarie convenzionate con la società assicurativa
  • rimborso dei ticket sanitari o compartecipazione al costo per visite specialistiche e altre prestazioni del SSN previste dal piano di assistenza fruite privatamente, alle condizioni indicate nella polizza.

La polizza ha durata annuale, si rinnova per un triennio - con decorrenza dal 1° ottobre 2016 - e può essere estesa (con costo a carico del dipendente) anche al coniuge, al convivente more uxorio e ai figli (anche non conviventi ma fiscalmente a carico). In questi casi l'adesione - o il mancato rinnovo per l'anno successivo - deve essere comunicata ogni anno, prima dell'avvio della nuova annualità. Se si decide di non aderire all'annualità successiva, non sarà più possibile stipulare la polizza per l'anno seguente.

Le modalità di adesione alla polizza variano a seconda dell'imponibile contributivo individuale, attestato dalla Certificazione Unica - CU, come segue:

  • con CU fino a 60 mila euro
    Adesione automatica e premio totalmente a carico dell'Ateneo
  • con CU da 60.001,00 e 100 mila euro
    Adesione con procedura online e premio al 50% a carico del dipendente e 50% a carico dell'Ateneo
  • con CU superiore a 100 mila euro
    Adesione con procedura online e premio totalmente a carico del dipendente.


Il personale con CU fino a 60 mila euro sarà iscritto automaticamente dall'Ateneo.

In ogni caso, il premio assicurativo relativo al proprio nucleo familiare è totalmente a carico del dipendente. Il pagamento del premio assicurativo avviene con trattenuta in busta paga.

Per maggiori informazioni, contattare direttamente la società assicurativa UniSalute attraverso il numero verde 800 822 446.

 

Assicurazione sanitaria - Documenti

Piano d'Ateneo per l'assistenza sanitaria a favore del personale

Guida al Piano Sanitario

Contratto UniSalute - Università degli Studi di Milano



Centri e Campus estivi

Il personale d'Ateneo con figli di età compresa tra i 3 e i 16 anni può richiedere il "Contributo estate" finalizzato a sostenere i costi di frequenza - nel periodo giugno-settembre 2016 - dei Centri estivi offerti da enti e strutture pubbliche e private.

L'ammontare del contributo varia a seconda dell'ISEE Ordinario per l’anno corrente (D.P.C.M. 159/2013) e rimborsa parzialmente i costi per la frequenza dei Centri ricreativi estivi per un massimo di sette settimane, oppure una settimana di Campus estivo.

Per richiedere il contributo, accedi alla procedura online.

 

Per informazioni
welfare@unimi.it

 

Centri e campus estivi - Documenti

Contributo estate 2017 - Personale tecnico amministrativo, collaboratori linguistici, professori e ricercatori

Contributo estate 2017 - Dottorandi, assegnisti e specializzandi



Diritto allo studio del personale e dei figli

L'Ateneo sostiene l'istruzione e la formazione dei propri dipendenti e dei loro figli assegnando al personale 25 esoneri totali sulla retta per la frequenza di corsi universitari, mentre ai figli del personale contributi per le spese d'istruzione sostenute dalla scuola materna all'Università.

Contributo per il diritto allo studio dei figli dei dipendenti

L'Ateneo assegna un contributo annuale - calcolato sulla base dell'ISEE Ordinario per l'anno corrente (D.P.C.M. 159/2013) - anche per le spese di istruzione dei figli dei dipendenti dalla scuola materna all'Università (fino al limite di 26 anni).

Personale tecnico amministrativo, professori, ricercatori e collaboratori linguistici possono richiedere all'Ateneo un contributo per le spese relative a mensa scolastica, acquisto dei libri di testo, servizio di pre-scuola e dopo scuola (incluse ludoteche), rette scolastiche e universitarie (comprese le ricevute per le gite e i servizi integrativi previsti dai piani di offerta formativa delle scuole).

Per richiedere il contributo, accedi alla procedura online.

 

Per informazioni
welfare@unimi.it

 

Diritto allo studio per i figli dei dipendenti - Documenti

Personale tecnico amministrativo, docenti, ricercatori, collaboratori ed esperti linguistici

Esenzione per il diritto allo studio universitario del personale

Al personale tecnico amministrativo a tempo indeterminato, che voglia iscriversi o sia già iscritto a un corso di laurea attivato presso l'Università, l'Ateneo assegna 25 esoneri totali sulla retta per la frequenza di un corso universitario.

La tassa regionale per il diritto allo studio e le tasse di iscrizione e di laurea sono escluse dall'esenzione.

Per richiedere il contributo, accedi alla procedura online.

 

Per informazioni
welfare@unimi.it

 

Esenzione per il diritto allo studio del personale - Documenti