Sintetizzata una molecola che blocca la trasmissione del virus HIV a livello mucosale, impedendo l’infezione.


Milano, 29 gennaio 2010 - Uno studio nato da una collaborazione tra Università degli Studi di Milano  (Anna Bernardi, Mario Clerici) con il CSIC di Siviglia (Javier Rojo) e l’IBS di Grenoble (Franck Fieschi), descrive una molecola che blocca la trasmissione del virus HIV a livello mucosale, impedendo l’infezione.

L’ingresso di HIV attraverso le mucose e nel sistema immunitario avviene mediante il riconoscimento di alcuni carboidrati presenti sulla superficie del virus da parte di una proteina recettore, detta DC-SIGN, presente nelle cellule dendritiche del sistema immunitario ospite.

Queste cellule funzionano normalmente da sentinella, catturando e distruggendo i microorganismi che penetrano attraverso le mucose. Tuttavia,  quando DC-SIGN si lega ad HIV, invece di distruggerlo lo trasporta attraverso il corpo, e promuove così l’infezione.

La molecola descritta nel lavoro è stata ideata per mimare gli zuccheri alla superficie del virus e bloccare DC-SIGN, impedendole di trasportare il virus. 

I risultati preliminari indicano una buona efficienza contro ceppi virali diversi e pongono le basi per lo sviluppo ed ottimizzazione di nuovi farmaci antivirali ad uso topico.
Sull’uso della molecola contro l’infezione da HIV è stata depositata una domanda di brevetto europeo da Università degli Studi di Milano, CSIC di Siviglia e IBS di Grenoble.

I risultati preliminari dello studio sono stati pubblicati in questi giorni dall’ACS Chemical Biology.

Inhibition of DC-SIGN-mediated HIV infection by a linear trimannoside mimic in  tetravalent presentation
Sara Sattin, Anna Daghetti, Michel Thépaut, Angela Berzi, Macarena Sanchez-Navarro, Georges Tabarani, Javier Rojo, Franck Fieschi, Mario Clerici and Anna Bernardi
ACS Chem. Biol., January 19, 2010



Anna Cavagna
Ufficio Stampa
Università degli Studi di Milano
Tel. 02.50312983
ufficiostampa@unimi.it


 



Inserita il 02-02-2010