Agronomia: le nuove tecniche che riducono le emissioni di ammoniaca in atmosfera e aumentano l’azoto nel terrenoUno studio dell’Università degli Studi di Milano, CRA di Bari ed ERSAF pubblicato su Science of the Total Environment.


Milano, 18 marzo 2013 - L'Università degli Studi di Milano ha recentemente pubblicato uno studio sulla rivista Science of the Total Environment, in merito alla quantificazione delle emissioni di ammoniaca in atmosfera a seguito dell’impiego di effluenti di allevamento nell’agricoltura lombarda (http://dx.doi.org/10.1016/j.scitotenv.2012.12.082).
 
Il lavoro, coordinato e condotto da Marco Carozzi e Marco Acutis del Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali (DiSAA) della Statale di Milano - in collaborazione con Rossana Monica Ferrara e Gianfranco Rana del Centro di Ricerca in Agricoltura di Bari (CRA) e con l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e Foreste (ERSAF) - fornisce un notevole apporto alla ricerca scientifica nazionale ed internazionale, mettendo in luce possibili strategie da attuare per attenuare l'impatto sull’ambiente e sulla salute umana.
 
I risultati hanno evidenziato che le emissioni di ammoniaca sono significativamente influenzate dalla modalità di distribuzione dei reflui. In particolare, le tecniche di incorporazione nel suolo sono in grado di ridurre fino al 95% le perdite in atmosfera, rispetto allo spandimento superficiale tradizionale. Questo comporta una diminuzione dei danni ambientali associati alle emissioni e un aumento della disponibilità di azoto per le produzioni agricole. Si è osservato inoltre che, poiché le emissioni avvengono nelle prime 24-48 ore dalla distribuzione superficiale del refluo, i benefici in termini di ambientali ed agronomici saranno tanto più consistenti quanto rapida sarà l’incorporazione nel suolo.
 
Il disegno sperimentale, riferito a tre differenti aree pedoclimatiche della Regione Lombardia, si caratterizza per l’impiego di strumentazione tecnologicamente avanzata, per mezzo della quale è stato possibile compiere misure aerodinamiche sulla dispersione del gas in atmosfera. Queste misurazioni sono state condotte nell'ambito di sei gestioni agronomiche differenti, allo scopo di confrontare i relativi tassi di rilascio di azoto in atmosfera.
 

Per informazioni:

Marco Carozzi
DiSAA, Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali
Produzioni, Territorio, Agroenergia
Università degli Studi di Milano
marco.carozzi@unimi.it
 
Marco Acutis
DiSAA, Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali
Produzioni, Territorio, Agroenergia
Università degli Studi di Milano
Tel. 02.50316596
marco.acutis@unimi.it
www.acutis.it
 

Ufficio Stampa Università degli Studi di Milano
Glenda Mereghetti
Tel. 02 50312025
ufficiostampa@unimi.it



Inserita il 19-03-2013