Voi siete qui

Come partecipare  

Studenti, laureandi, dottorandi e specializzandi che vogliono svolgere un periodo di studio nell'ambito del programma Erasmus +, troveranno tutte le informazioni su requisiti e modalità di partecipazione nel Bando generale d'Ateneo.

E' possibile presentare la domanda di partecipazione fino al 28 febbraio 2018 - ore 12.00.

L'attenta lettura e consultazione del bando generale d'Ateneo aiuta lo studente a scegliere con maggiore consapevolezza il proprio percorso di mobilità all'estero e l'Università di destinazione.

 

Attenzione: Novità requisiti per Bando ERASMUS+ Mobilità per studio - a.a. 2018/2019

Si comunica agli studenti che per poter presentare la candidatura di partecipazione al bando Erasmus – a breve in uscita – viene richiesto un livello di conoscenza della lingua di lavoro utilizzata nell’università o nelle università prescelte, almeno pari al livello A2, come da Quadro comune Europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (CEFR- Common European Framework of Reference for Languages); nel caso in cui lo studente si orienti verso sedi che utilizzano lingue poco diffuse e, quindi, meno conosciute, si richiede il livello di conoscenza A2 nella lingua inglese.

Si considerano in possesso del requisito linguistico minimo richiesto per potersi candidare a partecipare al programma studenti dei corsi di laurea e laurea magistrale in Lingue e letterature straniere, Lingue e letterature europee ed extraeuropee, Mediazione linguistica e culturale e Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale, in relazione alle lingue frequentate. Anche gli studenti che sono iscritti a lauree magistrali in lingua inglese sono esentati dal presentare apposita certificazione solo per la lingua inglese.

La conoscenza del livello di lingua potrà essere certificata:

  1. attraverso un’attestazione delle competenze linguistiche del candidato nella lingua di studio utilizzata nella sede prescelta tra quelle ufficialmente riconosciute dall’Ateneo;
  2. dall’attestato di livello rilasciato dal Servizio Linguistico dell'Ateneo di Milano, in assenza dell’attestazione al punto 1;
  3. da un’autocertificazione dello studente del proprio livello di conoscenza della lingua straniera, che sarà verificata in sede di colloquio, in assenza delle attestazioni di cui ai punti 1 e 2.