Voi siete qui

Durante il soggiorno

Una volta giunto presso l’Università di destinazione, lo studente deve per prima cosa recarsi al relativo Ufficio Erasmus, per farsi firmare il Certificate of Stay, documento fondamentale perché certificando l’effettiva durata del soggiorno, permette di determinare anche l’importo del borsa di studio Erasmus.

Entro 10 giorni dall’arrivo, il Certificate of Stay deve essere inviato all’Ufficio Accordi e relazioni internazionali della propria università, con una e-mail a mobility.out@unimi.it.

Durante il soggiorno all’estero, inoltre, lo studente può comunque sia modificare il Learning agreement, che prolungare o ridurre la durata del periodo di mobilità.


Modifica del Learning agreement

Il programma di studio indicato nel Learning Agreement può essere modificato eccezionalmente e entro massimo due mesi dall’arrivo presso l’Università di destinazione e comunque non oltre un mese dall’inizio delle lezioni o attività formative da svolgere.

Si fa presente che gli studenti che soggiorneranno all'estero per l'intero anno accademico possono apportare ulteriori modifiche al Learning Agreement non oltre un mese dall’inizio delle lezioni o attività formative da svolgere nel secondo semestre. Il Learning Agreement in questo caso deve includere sia le attività relative al primo semestre, che quelle relative al secondo semestre.

Una volta individuati i nuovi corsi da seguire, lo studente chiede l’autorizzazione alla modifica scrivendo una e-mail al proprio docente referente Erasmus dell’Università di provenienza. Ogni cambiamento del Learning agreement deve comunque essere approvato - entro due settimane dalla richiesta di modifica – dai rispettivi docenti referenti Erasmus delle Host e Home Institution e dallo studente.

Anche la modifica del Learning agreement avviene online: lo studente potrà accedere nuovamente alla procedura online e compilare la “Versione n.2”, che rilascerà una nuova stampa. Sarà cura dello studente sottoporre il Learning Agreement modificato alla firma sia del docente referente Erasmus dell’università di provenienza, che a quella del docente referente dell'università ospitante. Il documento completo di tutte le firme va fatto pervenire all'Ufficio Accordi e relazioni internazionali.

Nei casi di doppia compilazione di Learning agreement – di Home e Host institution – ogni modifica va indicata sempre e comunque in entrambi i documenti.



Prolungamento o riduzione del soggiorno all’estero

Le richieste di prolungamento del soggiorno all’estero devono essere autorizzate al massimo entro un mese dalla fine del soggiorno all’estero sia dal docente referente Erasmus dell’Università di provenienza, che da quello dell'università ospitante. È sufficiente l'autorizzazione via e-mail.

Le richieste di riduzione del soggiorno all’estero devono essere autorizzate al massimo entro un mese dalla fine del soggiorno all’estero dal docente referente Erasmus dell’Università di provenienza. È sufficiente l'autorizzazione via e-mail.

È necessario poi comunicare l’autorizzazione anche all’Ufficio Accordi e relazioni internazionali per l’eventuale modifica dell’importo della borsa di studio Erasmus, che verrà ridotto in caso di minore periodo di soggiorno all’estero. Nel caso del prolungamento l'importo potrà essere aumentato solo in caso di disponibilità di fondi.

Le modifiche al periodo di soggiorno all’estero incidono anche sul numero di crediti minimo previsti nel Learning agreement: 60 crediti (per un anno), 30 crediti (per sei mesi) e 20 crediti (per tre mesi).


Prima di rientrare in Italia, lo studente dovrà avere con sé due documenti indispensabili per la validità del proprio soggiorno all’estero, da richiedere all’Università ospitante:

  • il Certificate of stay - già richiesto all’arrivo – in versione originale e completo in tutte le sue parti (data di arrivo e data di partenza)
  • il Transcript of Records, certificazione degli esami sostenuti e delle altre attività formative svolte, con relativi crediti e voti. Si tratta di un documento rilasciato direttamente dall'università ospitante.
    Se non disponibile al momento della partenza, lo studente dovrà chiedere all’Università ospitante di farlo inviare al proprio domicilio o all’Ufficio Accordi e relazioni internazionali dell’Università di Milano. Quando l’Ufficio lo riceverà dall’università partner, lo studente sarà avvisato via e-mail per il ritiro.