Scuola di specializzazione in beni archeologici

Altre specializzazioni
Scuole di specializzazione area umanistica
A.A. 2021/2022
Classe del corso
Classe Beni archeologici
Area
Beni culturali
Scuole di specializzazione area umanistica
120
Crediti
2
Anni
Italiano
Direttore di Scuola di Specializzazione
Lo scopo della Scuola è quello di formare specialisti che abbiano uno specifico profilo professionale nel campo della gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico e che siano in grado di operare con funzioni di elevata professionalità in strutture pubbliche e/o private. Il Diploma della Scuola apre l'accesso ai concorsi per posti di Funzionario presso le Soprintendenze e/o presso altri Enti Pubblici, nonché alle gare d'appalto per la valutazione archeologica, ai sensi della Legge 63/2008.
L'attività didattica comprende ogni anno cinquecento ore da distribuire fra cicli di lezioni, seminari, esercitazioni, attività pratiche guidate (partecipazioni a scavi, a tirocini ed attività nei musei o in altri Enti di tutela e di ricerca). La Scuola si prefigge di approfondire l'aggiornamento scientifico degli allievi e di impostarne la preparazione tecnico-pratica nel campo delle discipline archeologiche, fornendo altresì le specifiche competenze professionali nei settori della valorizzazione del patrimonio archeologico. L'aspetto più interessante, anche ai fini di una preparazione più specifica rivolta ai Beni Culturali, è costituito dall'impostazione seminariale degli studi e dal nesso strettissimo mantenuto con la ricerca scientifica e con le Soprintendenze.
I lavori seminariali e le tesi discusse dagli allievi potranno essere pubblicati nella rivista elettronica Lanx, attiva dal 2008.
Alla Scuola si accede tramite un concorso di ammissione, per esami e per titoli, che si tiene di norma nella seconda metà di ottobre.
Sedi didattiche
Le lezioni sono integrate ed impreziosite da un nutrito programma di conferenze, convegni e tavole rotonde, per i quali vengono invitati studiosi e docenti esterni. Gli argomenti riguardano solitamente le più recenti indagini archeologiche, le analisi storico-artistiche più significative, i dibattiti teorici di maggiore attualità e rilievo.
L'attività di scavo si concentra per l'anno 2020/2021 in Italia nei siti di Lavagnone di Desenzano (BS); Colombare di Negrar di Valpolicella (VR); Calvatone (CR); Forcello-Bagnolo S. Vito (MN); Tarquinia (VT); Dragoncello, Ostia Antica (RM); Gravina in Puglia (BA); Selinunte (TP); Nora (CA) e all'estero a Gortyna (Creta), nel Kurdistan Iracheno e in Egitto, ad Assuan. Sono on-line i siti dei vari scavi. Gli scavi si svolgono in Concessione Ministeriale e in collaborazione con le Soprintendenze locali o gli Enti locali.

Elenco insegnamenti

annuale
Attività formative Docente/i Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Antichità celtiche 5 30 Italiano
Archeologia del mediterraneo orientale, levante e cipro 5 30 Italiano
Archeologia della cisalpina romana 5 30 Italiano
Archeologia della mesopotamia e siria nell'età del bronzo 5 30 Italiano
Archeologia greca 5 30 Italiano
Civiltà egee 5 30 Italiano
Economia e gestione delle imprese
5 30 Italiano
Geoarcheologia e diagnostica mineralogica per i beni culturali 5 30 Italiano
Metodologia della ricerca archeologica e archeometrica 5 30 Italiano
Prova finale
20 Italiano
Sistemi di gestione informatizzata dei dati archeologici
5 30 Italiano
Stage
30 Italiano

Iscriversi

Bando di ammissione

Consulta il bando per scoprire le date e i contenuti del test e tutte le informazioni su come iscriverti.

Domanda di ammissione: fai riferimento al bando

Leggi il Bando


Allegati e documenti

Autocertificazione Covid-19


Note

Per poter partecipare al test di ammissione il giorno del test i candidati dovranno presentarsi indossando una mascherina FFP2, muniti di documento di identità in corso di validità, di certificazione verde Covid-19 e di autocertificazione Covid-19 compilata e firmata.