Biologia dello sviluppo e del differenziamento

A.A. 2019/2020
6
Crediti massimi
56
Ore totali
SSD
BIO/13
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha la finalità di fornire gli strumenti necessari per la comprensione dei meccanismi genetici, molecolari e cellulari alla base dello sviluppo e del differenziamento di organismi pluricellulari. In particolare il corso ha i seguenti specifici obiettivi formativi:
1. fornire gli strumenti per comprendere il ruolo di processi biologici, quali la proliferazione, la morte cellulare, la comunicazione cellula-cellula e la migrazione cellulare, durante lo sviluppo e il differenziamento;
2. fornire gli strumenti per comprendere le applicazioni di diverse tecniche di manipolazione genica e dei diversi modelli animali nello studio dei meccanismi dello sviluppo e del differenziamento;
3. fornire gli strumenti per la comprensione del ruolo di geni e delle loro mutazioni nella patogenesi di malattie genetiche mediante l'utilizzo di diversi modelli animali e approcci sperimentali.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà possedere conoscenze di base relative ai meccanismi cellulari, molecolari e genetici che regolano lo sviluppo e il differenziamento di organismi pluricellulari. In particolare, lo studente dovrà conoscere come i meccanismi di proliferazione, morte, espressione genica, comunicazione cellulare si integrano durante lo sviluppo di organismi pluricellulari.
Lo studente dovrà essere in grado di comprendere l'approccio scientifico e metodologico utilizzato per lo studio funzionale di geni/proteine coinvolti nella biologia dello sviluppo e del differenziamento, nonché i vantaggi e gli svantaggi nell'utilizzo di diversi modelli animali nella ricerca biomedica.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Gli argomenti trattati durante il corso saranno:
- Basi biologiche e tecniche per lo studio dei meccanismi di sviluppo e
differenziamento di un organismo animale.
- Meccanismi cellulari e molecolari alla base della biologia dello sviluppo: il
controllo dell'espressione genica, la comunicazione cellulare: i gradienti e il
fenomeno dell' induzione, la proliferazione e la morte cellulari, l'adesione e la migrazione.
- Modelli animali sperimentali per lo studio dello sviluppo (C.Elegans,
Drosophila Melanogaster, Danio Rerio, Mus Musculus)
-Fasi dello sviluppo e organogenesi: la fecondazione; la gastrulazione; i
derivati dell'ectoderma/mesoderma/endoderma;
- Tecniche di ottenimento di cellule staminali: la riprogrammazione genetica.
- Tecniche per l'ottenimento di modelli animali geneticamente modificati.
Prerequisiti
Per poter affrontare il Corso di Biologia dello Sviluppo e del Differenziamento
si richiede che lo studente abbia conoscenze di Biologia Generale e
Cellulare, Genetica e Biologia Molecolare.
Metodi didattici
Lezioni frontali ed esercitazioni in laboratorio
Materiale di riferimento
Agli studenti verranno fornite le slides e gli articoli scientifici presentati a
lezione; come testo di approfondimento viene consigliato: "Fondamenti di
biologia dello sviluppo" di Jonathan M. Slack.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Le modalità d'esame sono due: o un esame scritto (1 domanda aperta e 10 domande a risposta multipla) o una presentazione (gruppo max di 3 studenti) di un articolo scientifico inerente al Corso.
BIO/13 - BIOLOGIA APPLICATA - CFU: 6
Esercitazioni di laboratorio a posto singolo: 16 ore
Lezioni: 40 ore
Turni:
Turno 1
Docente: Cariboni Anna Maria
Turno 2
Docente: Cariboni Anna Maria
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento
Via Balzaretti, 9