Biotecnologia delle fermentazioni alimentari

A.A. 2019/2020
6
Crediti massimi
64
Ore totali
SSD
AGR/16
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti adeguati strumenti culturali e operativi necessari per la gestione delle risorse microbiologiche e l'innovazione dei processi alimentari in cui sono coinvolti microrganismi anche mediante l'impiego di strumenti didattici integrativi e attività di laboratorio.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento gli studenti conosceranno la biologia dei microrganismi di interesse alimentare con particolare riferimento alle applicazioni industriali in cui tali microrganismi sono utilizzati. Gli studenti avranno acquisito competenza teorica e pratica nella progettazione/gestione delle fermentazioni alimentari per la produzione di biomassa microbiche o di alimenti.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Il corso prevede il seguente programma La produzione di acido lattico e descrizione die processi metabolici che influenzano la velocità di acidificazione; Il sistema proteolitico dei batteri lattici: effetti sul metabolismo cellulare e sui processi di maturazione dei formaggi e di altri alimenti fermentati; Il fenomeno dell'autolisi nei batteri di interesse alimentare: descrizione molecolare e ruolo biotecnologico; I microrganismi e le principali vie metaboliche coinvolte nella produzione di aromi alimentari; Gli esopolisaccaridi batterici: biosintesi e ruolo biotecnologico; Le batteriocine: descrizione, classificazione, biosintesi, meccanismo d'azione e applicazione nei processi di Biopreservation degli alimenti; Le tossine killer di lievito: caratterizzazione genetica, biosintesi, meccanismo d'azione e applicazione; Genomica dei microrganismi di interesse alimentare: come si legge un genoma, che informazioni si ottengono. Miglioramento genetico di microrganismi di interesse alimentare attraverso sistemi food-grade. Miglioramento delle attitudini tecnologiche di microrganismi di interesse alimentare mediante ingegneria metabolica.
Gli studenti saranno inoltre coinvolti nello sviluppo di un progetto scientifico per un totale di 2 CFU. Il progetto prevede una parte sperimentale e una di stesura di un report scientifico in lingua inglese. La parte sperimentale sara condotta presso i laboratori didattici del DeFENS e quelli coordinati dal docente presso la sezione di Microbiologia Alimentare e Bioprocessi. I gruppi di lavoro saranno composti da 5-7 studenti che identificheranno un "project leader" per ciascun gruppo.
Prerequisiti
Conoscenze di microbiologia generale, microbiologia industriale e biochimica.
Metodi didattici
Lezioni frontali e svolgimento di un progetto sperimentale in laboratorio.
Materiale di riferimento
Slide delle lezioni e letteratura scientifica, disponibili sul sito docente e su Ariel.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolgerà tramite un colloquio orale. Il voto finale sarà espresso come media del voto assegnato dopo il colloquio orale e quello conseguito ottenuto dallo sviluppo del progetto assegnato.
Le iscrizioni all'esame avverranno mediante sistema SIFA.
La modalità d'esame descritta si ritiene efficace per raggiungere una valutazione delle competenze acquisite dallo studente nell'ambito della biotecnologia delle fermentazioni alimentari, che prenda in esame nella loro totalità e complessità, gli argomenti trattati a lezione e durante le attività di laboratorio.
AGR/16 - MICROBIOLOGIA AGRARIA - CFU: 6
Laboratori: 32 ore
Lezioni: 32 ore
Docente: Mora Diego
Docente/i
Ricevimento:
Previo appuntamento tramite e-mail.
Ufficio, Via Mangiagalli 25, terzo piano