Diritto amministrativo (of2)

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
63
Ore totali
SSD
IUS/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Nella prima parte del corso saranno illustrati i profili generali e salienti dell'organizzazione amministrativa. Si tratterà quindi della nozione di potere amministrativo e delle situazioni giuridiche correlate (interessi legittimi, collettivi, diffusi), al fine di far emergere la costante ricerca del delicato equilibrio tra autorità e libertà, e cioè tra perseguimento degli interessi generali e sacrificio degli interessi individuali antagonisti. Successivamente, nella seconda parte del corso si abbandonerà il piano statico per trascorrere a un approccio più dinamico, analizzando il procedimento amministrativo, e cioè il potere nel suo divenire e il provvedimento nel suo 'farsi'. Cenni verranno riservati anche ai moduli alternativi di esercizio della pubblica funzione: si pensi ai fenomeni di liberalizzazione delle attività economiche, agli istituti di semplificazione del rapporto tra amministrazione e amministrati, nonché alla contrattualizzazione dell'agire amministrativo. Sarà quindi dedicato un apposito spazio alla patologia della funzione amministrativa e, per brevi cenni, ai profili essenziali degli istituti di giustizia, ossia dei rimedi tesi a garantire la tutela giurisdizionale nei confronti di atti e comportamenti delle pubbliche amministrazioni.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso, lo studente, avendo una conoscenza di base degli istituti del diritto amministrativo, sarà in grado di tracciare un quadro d'insieme del funzionamento della pubblica amministrazione e dei profili organizzativi di quest'ultima. Su tale base, lo studente sarà capace di analizzare criticamente e autonomamente le principali disposizioni normative rilevanti e di collocare gli istituti studiati sul piano nazionale e sovranazionale, anche in prospettiva storica, utilizzando un linguaggio tecnico-giuridico pertinente.
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-D

Periodo
Secondo semestre
Programma
Introduzione al Corso. La pubblica amministrazione: compiti e strumenti. Le fonti del diritto amministrativo. Rapporto tra fonti europee e italiane. I principi del diritto amministrativo: legalità, imparzialità e buon andamento. Modelli organizzatori della pubblica amministrazione. Gli enti pubblici. Le autorità indipendenti. Le autorità di regolazione. Il potere dell'amministrazione e le situazioni giuridiche soggettive dei privati. L'attività mediante l'esercizio del potere amministrativo. La discrezionalità amministrativa e il potere di valutazione tecnica. Il procedimento amministrativo: principi e fasi. La partecipazione procedimentale. L'accesso ai documenti amministrativi. Gli accordi tra amministrazione e privati. Gli strumenti di semplificazione e di liberalizzazione. I provvedimenti amministrativi. La motivazione del provvedimento amministrativo. L'invalidità del provvedimento amministrativo: nullità e annullabilità. I vizi di legittimità. I provvedimenti amministrativi di secondo grado: annullamento d'ufficio e revoca. La responsabilità civile dell'amministrazione: responsabilità contrattuale, precontrattuale ed extracontrattuale. I contratti pubblici. Cenni di giustizia amministrativa: tutela in via amministrativa e tutela giurisdizionale.
Prerequisiti
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici gli esami di Istituzioni di diritto privato e Diritto costituzionale.
Metodi didattici
Oltre alle lezioni frontali, per gli studenti frequentanti materiali didattici (slide, sentenze, saggi) saranno a disposizione sul sito del corso nel portale didattico on line di Ateneo Ariel (ariel.unimi.it), in quanto il corso prevede la partecipazione attiva degli studenti.
Per i soli studenti frequentanti sono previste anche prove intermedie.
Materiale di riferimento
G. Greco insieme a M. Cafagno, D.U. Galetta, M. Ramajoli, M. Sica, Argomenti di diritto amministrativo , Vol. I, p.te generale, Lezioni, Giuffrè, Milano, 3° edizione, 2017 (fino a p. 407)

oppure

M. Clarich, Manuale di diritto amministrativo, il Mulino, Bologna, 4° edizione, 2019

Per gli studenti frequentanti ulteriori materiali didattici (slide, sentenze, saggi) saranno a disposizione sul sito del corso nel portale didattico on line di Ateneo Ariel (ariel.unimi.it), in quanto il corso prevede la partecipazione attiva degli studenti.

Gli studenti della vecchia laurea quadriennale dovranno integrare la preparazione dell'esame aggiungendovi la parte di diritto processuale amministrativo. Si suggerisce lo studio di A. Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Torino, Giappichelli, 2019
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame finale si svolge sotto forma di colloquio orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. In coerenza con gli obiettivi del corso lo studente dovrà dimostrare una buona conoscenza delle nozioni di base del diritto amministrativo. Particolare attenzione sarà riservata alla dimostrazione da parte dello studente della capacità di argomentare e valutare in chiave critica le conoscenze acquisite, anche facendo riferimento alle coordinate normative e giurisprudenziali.
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore

Cognomi E-N

Periodo
Secondo semestre
Programma
Nella prima parte del corso saranno illustrati i profili generali e salienti dell'organizzazione amministrativa. Si tratterà quindi della nozione di potere amministrativo e delle situazioni giuridiche correlate (interessi legittimi, collettivi, diffusi), al fine di far emergere la costante ricerca del delicato equilibrio tra autorità e libertà, e cioè tra perseguimento degli interessi generali e sacrificio degli interessi individuali antagonisti. Successivamente, nella seconda parte del corso si abbandonerà il piano statico per trascorrere a un approccio più dinamico, analizzando il procedimento amministrativo, e cioè il potere nel suo divenire e il provvedimento nel suo 'farsi'. Cenni verranno riservati anche ai moduli alternativi di esercizio della pubblica funzione: si pensi ai fenomeni di liberalizzazione delle attività economiche, agli istituti di semplificazione del rapporto tra amministrazione e amministrati, nonché alla contrattualizzazione dell'agire amministrativo. Sarà quindi dedicato un apposito spazio alla patologia della funzione amministrativa e, per brevi cenni, ai profili essenziali degli istituti di giustizia, ossia dei rimedi tesi a garantire la tutela giurisdizionale nei confronti di atti e comportamenti delle pubbliche amministrazioni.
Prerequisiti
Esami propedeutici del primo e del secondo anno.
Metodi didattici
Lezioni frontali
Materiale di riferimento
- G. Greco insieme a M. Cafagno, D.U. Galetta, M. Ramajoli, M. Sica, Argomenti di diritto amministrativo, Vol. 1, Giuffrè, Milano, ultima edizione disponibile (fino a p. 408, esclusa la giustizia amministrativa).

Gli studenti della vecchia laurea quadriennale dovranno integrare la preparazione dell'esame aggiungendovi la parte di diritto processuale amministrativo. Si suggerisce lo studio di:
- A. Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Torino, Giappichelli, ultima edizione disponibile.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consisterà unicamente in una prova orale; non sono previste prove scritte.
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore

Cognomi O-Z

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
In particolare saranno oggetto di esame ed approfondimento i seguenti argomenti:
· Le fonti del diritto amministrativo:
· I principi che regolano l'azione amministrativa
· Le figure soggettive e i modelli organizzatori della pubblica amministrazione
· L'attività amministrativa: nozione e categorie
· I provvedimenti e gli altri atti a regime amministrativo
· Il procedimento amministrativo
· Il silenzio della P.A.
· Gli elementi e requisiti del provvedimento e la relativa patologia; l'autotutela.
· L'attività e i rapporti prevalentemente di diritto privato: autonomia privata e contratti ad evidenza pubblica; rapporto di lavoro con le pubbliche amministrazioni; servizi pubblici.
· La responsabilità civile della pubblica amministrazione: responsabilità contrattuale, precontrattuale e extracontrattuale; responsabilità per danni derivanti da provvedimenti illegittimi.
· Trasparenza e diritto di accesso agli atti della P.A.
· Cenni di giustizia amministrativa
Prerequisiti
Esami propedeutici del primo e del secondo anno.
Metodi didattici
Lezioni frontali.
Materiale di riferimento
Oltre all'indispensabile conoscenza diretta dei testi normativi (reperibili on-line nelle diverse banche dati a ciò dedicate, o nelle numerose raccolte di leggi amministrative in commercio), sia per gli studenti frequentanti che per gli studenti non frequentanti il programma d'esame è il seguente:
1) G. GRECO (a cura di), Argomenti di diritto amministrativo - vol. I, parte generale - Lezioni, Giuffrè, 2017 (*)
2) D.U. GALETTA (a cura di), Diritto amministrativo europeo: argomenti e materiali, Giappichelli, Torino, 2014 (2 capitoli a scelta dello studente)

Oppure, in alternativa solo al primo testo (*):
A) E. CASETTA, Manuale di Diritto amministrativo, Giuffré, Milano, ultima edizione (tutto)
B) F.G. SCOCA (a cura di), Diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, ultima edizione (tutto).

Gli studenti della vecchia laurea quadriennale dovranno integrare la preparazione dell'esame con la parte di diritto processuale amministrativo, per la quale è suggerito lo studio di:
- A. TRAVI, Lezioni di giustizia amministrativa, Torino, Giappichelli, ultima edizione
oppure
- F. G. SCOCA (a cura di), Giustizia amministrativa, Torino, Giappichelli, ultima edizione.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame finale si svolgerà sotto forma di colloquio orale che mirerà a valutare la conoscenza e capacità di comprensione della materia, oltre che l'abilità nella comunicazione. Oltre alla conoscenza delle nozioni di base della materia, sarà valutata la capacità di affrontare e risolvere criticamente le questioni giuridiche mediante la rielaborazione delle conoscenze acquisite. Sarà altresì richiesto di dimostrare una comprensione autonoma nel campo di studio, in particolare attraverso l'analisi di testi normativi e giurisprudenziali che dovranno essere letti e commentati durante lo svolgimento della prova orale.
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente/i
Ricevimento:
Concordato direttamente con la docente via e-mail. Si prega perciò di inviare una e-mail a: dianaurania.galetta@unimi.it
Per tutta la durata del periodo di emergenza coronavirus (e sino a nuova comunicazione): via telefono o su piattaforme Skype, Zoom o Microsoft teams.
Ricevimento:
lunedì ore 12,30 - 13,30 Durante l'emergenza COVID-19 inviare una mail a margherita.ramajoli@unimi.it
Ricevimento:
Mercoledì ore 11,45-12,30 Non saranno fornite via posta elettronica informazioni sul programma d'esame e sull'assegnazione delle tesi. Tali temi saranno affrontati durante l'orario di ricevimento, senza necessità di previo appuntamento.
Dipartimento - Piano Terra