Diritto canonico (of2)

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
63
Ore totali
SSD
IUS/11
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Acquisire una conoscenza di base dei caratteri fondamentali dei diritti religiosi e dei principali istituti dell'ordinamento canonico, nonché dei rapporti fra diritti religiosi e diritti secolari.
- Approfondire la natura del diritto canonico in relazione agli altri diritti religiosi
- Analizzare e apprendere la struttura giuridica della Chiesa Cattolica
- Applicare i concetti appresi alle questioni poste dall'evoluzione della società in senso multiculturale e multireligioso, anche in chiave interdisciplinare.
Risultati apprendimento attesi
- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base dei caratteri fondamentali dei diritti religiosi e dei principali istituti dell'ordinamento canonico, nonché dei rapporti fra diritti religiosi e diritti secolari. È richiesto un livello di cultura generale e di cultura giuridica sufficiente per comprendere le nozioni proprie del diritto canonico e per cogliere, in particolare, specificità e differenze dei diritti religiosi rispetto a quelli secolari.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di saper applicare i concetti appresi ai casi posti dall'evoluzione della società in senso multiculturale e multireligioso, anche in chiave interdisciplinare.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve acquisire una consapevole autonomia di giudizio nell'analisi dei concetti trattati e nell'individuazione delle soluzioni preferibilmente applicabili ai singoli casi.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito la capacità di adeguare le proprie conoscenze in relazione ai contesti studiati, agli istituti giuridici affrontati e al modo in cui questi si pongono in relazione con gli altri diritti vigenti, in particolare, quelli degli ordinamenti secolari.
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-L

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Anche le religioni impongono ai propri aderenti delle regole da osservare. Mai come oggi queste regole sono chiamate a confrontarsi con i diritti secolari di società multiculturali. Obiettivo del corso è illustrare gli elementi fondamentali del diritto della Chiesa cattolica evidenziando all'occorrenza affinità e differenze sia nei confronti di altri diritti religiosi sia degli ordinamenti civili. In questa prospettiva si analizzeranno principi fondativi, natura e finalità dei principali istituti del diritto della Chiesa cattolica. Speciale attenzione si presterà inoltre a temi di peculiare rilevanza sul piano dei rapporti fra Chiesa e società civile, nonché ai problemi posti dalle diverse appartenenze religiose in una società plurale.
- I diritti religiosi: nozione e caratteri
- Le fonti del diritto canonico: diritto divino, diritto umano, certezza del diritto ed esigenze di giustizia
- Il popolo di Dio: incorporazione, esclusione, riconciliazione
- La società ecclesiale: chierici, laici, religiosi
- Il governo della Chiesa: potestà d'ordine e potestà di giurisdizione
- Il diritto penale canonico: principi, delitti e sanzioni
- Il matrimonio canonico: elementi costitutivi e cause di nullità
- Il patrimonio: beni e gestione
- Appartenenza religiosa
- Chiesa e società civile

Connessioni con il Diritto ecclesiastico:
In considerazione delle connessioni culturali e tecnico-giuridiche tra Diritto canonico e Diritto ecclesiastico (facenti parte del medesimo settore scientifico-disciplinare: IUS/11), gli studenti che hanno sostenuto l'esame di Diritto ecclesiastico da 9 CFU e volessero scegliere Diritto canonico quale materia affine o integrativa da 9 CFU (IV anno) concorderanno il programma d'esame con il docente di riferimento.
Prerequisiti
Come da Regolamento didattico del corso di laurea.
Metodi didattici
Le lezioni, a taglio prevalentemente frontale, prevedranno anche approfondimenti di tipo seminariale.

Il corso è poi integrato dal modulo didattico interdisciplinare Pluralismo religioso e localismo dei diritti impartito dalla Prof.ssa Milani in collaborazione con la Prof.ssa Letizia Mancini (20 ore, 3 CFU, secondo semestre), dal modulo didattico Diritto ebraico e israeliano (20 ore, 3 CFU, secondo semestre) e dal modulo didattico Diritto islamico (20 ore, 3 CFU, secondo semestre).
Materiale di riferimento
S. Ferrari, Diritto e religione nella storia d'Europa. Premesse storiche allo studio del diritto canonico, Giappichelli, Torino (nell'ultima edizione disponibile in formato e-book all'indirizzo www.giappichelli.it);
M.J. Arroba Conde, M. Riondino, Introduzione al diritto canonico, Milano, Mondadori, nell'ultima edizione disponibile (esclusi i capitoli 8 e 11);
E. Vitali, S. Berlingò, Il matrimonio canonico, Milano, Giuffrè, 2017.
Solo per la cattedra A-L, in alternativa al volume di Vitali/Berlingò:
D. Atighetchi, D. Milani, A. Rabello, Intorno alla vita che nasce. Diritto ebraico, canonico e islamico a confronto, Torino, Giappichelli, nell'ultima edizione disponibile.
Per gli studenti frequentanti il materiale di preparazione all'esame sarà indicato a lezione.

Connessioni con il Diritto ecclesiastico
In considerazione delle connessioni culturali e tecnico-giuridiche tra Diritto canonico e Diritto ecclesiastico (facenti parte del medesimo settore scientifico-disciplinare: IUS/11), gli studenti che hanno sostenuto l'esame di Diritto ecclesiastico e volessero scegliere Diritto canonico quale materia affine o integrativa da 9 CFU (IV anno), o quale materia affine o integrativa o libera da 6 CFU (V anno) concorderanno il programma d'esame con il docente di riferimento.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova finale si svolge in forma orale, per i soli frequentanti con modalità di esame specifiche.
Per questi ultimi sarà inoltre prevista una prova scritta intermedia.
IUS/11 - DIRITTO ECCLESIASTICO E CANONICO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente: Milani Daniela

Cognomi M-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Anche le religioni impongono ai propri aderenti delle regole da osservare. Mai come oggi queste regole sono chiamate a confrontarsi con i diritti secolari di società multiculturali. Obiettivo del corso è illustrare gli elementi fondamentali del diritto della Chiesa cattolica evidenziando all'occorrenza affinità e differenze sia nei confronti di altri diritti religiosi sia degli ordinamenti civili. In questa prospettiva si analizzeranno principi fondativi, natura e finalità dei principali istituti del diritto della Chiesa cattolica. Speciale attenzione si presterà inoltre a temi di peculiare rilevanza sul piano dei rapporti fra Chiesa e società civile, nonché ai problemi posti dalle diverse appartenenze religiose in una società plurale.
Saranno oggetto di specifiche lezioni:
- I diritti religiosi: nozione e caratteri
- Le fonti del diritto canonico: diritto divino, diritto umano, certezza del diritto ed esigenze di giustizia
- Il popolo di Dio: incorporazione, esclusione, riconciliazione
- La società ecclesiale: chierici, laici, religiosi
- Il governo della Chiesa: potestà d'ordine e potestà di giurisdizione
- Il diritto penale canonico: principi, delitti e sanzioni
- Il matrimonio canonico: elementi costitutivi e cause di nullità
- Il patrimonio: beni e gestione
- Appartenenza religiosa
- Chiesa e società civile
Prerequisiti
È richiesto un livello di cultura generale e di cultura giuridica sufficiente per comprendere le nozioni proprie del diritto canonico e per cogliere, in particolare, specificità e differenze dei diritti religiosi rispetto a quelli secolari.
Metodi didattici
Le lezioni, a taglio prevalentemente frontale, prevedono anche approfondimenti di tipo seminariale.
Il corso è poi integrato dal modulo didattico interdisciplinare Pluralismo religioso e localismo dei diritti impartito dalla Prof.ssa Milani in collaborazione con la Prof.ssa Letizia Mancini (20 ore, 3 CFU, secondo semestre), dal modulo didattico Diritto ebraico e israeliano (20 ore, 3 CFU, secondo semestre) e dal modulo didattico Diritto islamico (20 ore, 3 CFU, secondo semestre).

I cambi di cattedra saranno concordati con il docente di riferimento.
Materiale di riferimento
S. Ferrari, Diritto e religione nella storia d'Europa. Premesse storiche allo studio del diritto canonico, Giappichelli, Torino (nell'ultima edizione disponibile in formato e-book all'indirizzo www.giappichelli.it);
M.J. Arroba Conde, M. Riondino, Introduzione al diritto canonico, Milano, Mondadori, nell'ultima edizione disponibile (esclusi i capitoli 8 e 11);
E. Vitali, S. Berlingò, Il matrimonio canonico, Milano, Giuffrè, 2017.

Per gli studenti frequentanti il materiale di preparazione all'esame sarà indicato a lezione.

Connessioni con il Diritto ecclesiastico
In considerazione delle connessioni culturali e tecnico-giuridiche tra Diritto canonico e Diritto ecclesiastico (facenti parte del medesimo settore scientifico-disciplinare: IUS/11), gli studenti che hanno sostenuto l'esame di Diritto ecclesiastico e volessero scegliere Diritto canonico quale materia affine o integrativa da 9 CFU (IV anno) concorderanno il programma d'esame con il docente di riferimento.

Programma integrazione per passaggio da SSG a LM
- Per gli studenti iscritti al terzo anno negli a.a. 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015 dal seguente manuale D. Atighetchi, D. Milani, Intorno alla vita che nasce. Diritto ebraico, canonico e islamico a confronto, Estratto, Giappichelli, Torino, 2016, limitatamente alla Parte II (pp. 15-102) e alla Parte III (pp. 105-208).
- Per gli studenti iscritti al terzo anno nell'a.a. 2016-2017 dalla seconda parte del manuale E. Vitali, S. Berlingò, Il matrimonio canonico, Giuffrè, Milano, 2017 corrispondente alle pp. 147-227.
- Per gli studenti iscritti al terzo anno nell'a.a. 2015-2016, 2017-2018, 2018-2019 dalla prima parte del manuale E. Vitali, S. Berlingò, Il matrimonio canonico, Giuffrè, Milano, 2017 corrispondente alle pp. 3-145.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova finale si svolge in forma orale, per i soli frequentanti con modalità di esame specifiche.
IUS/11 - DIRITTO ECCLESIASTICO E CANONICO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì ore 10.30
Ricevimento:
Venerdì h. 10.30.
Il ricevimento si svolge su Teams (codice canale hgqmlly) previo appuntamento da concordare con la docente via mail scrivendo all'indirizzo daniela.milani@unimi.it