Diritto internazionale dei contratti e dell'impresa

A.A. 2019/2020
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/13
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza e capacità di comprensione degli specifici aspetti giuridici sottesi ai rapporti internazionali dei contratti e dell'impresa.
- Capacità di applicare la disciplina astratta dei rapporti internazionali dei contratti e dell'impresa a casi concreti.
- Abilità nel comunicare quanto appreso, con proprietà di linguaggio e coerenza logico-giuridica.
- Capacità di apprendere la disciplina dei rapporti internazionali dei contratti e dell'impresa.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente che abbia proficuamente appreso la materia avrà una conoscenza approfondita degli argomenti trattati, con l'acquisizione di un metodo di ragionamento idoneo ad affrontare i complessi temi giuridici sottesi ai rapporti internazionali dei contratti e dell'impresa.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
Programma
L'insegnamento fornisce un inquadramento della disciplina dei rapporti contrattuali e di impresa di carattere internazionale, cioè di quei rapporti che non si esauriscono nell'ambito di un unico ordinamento statale, ma presentano punti di contatto con più Stati. Il carattere internazionale di tali relazioni giuridiche solleva diverse questioni concernenti l'individuazione della legge regolatrice, e, in caso di controversia, la determinazione del giudice competente e il regime di circolazione internazionale delle sentenze. Tali aspetti, che complessivamente compongono la materia del diritto internazionale privato, sono disciplinati da norme nazionali e, sempre più frequentemente, da convenzioni internazionali e regolamenti dell'Unione europea.
Nell'ambito dell'insegnamento vengono dunque esaminate le fonti della materia, le regole per la determinazione della competenza giurisdizionale, le questioni generali di diritto internazionale privato, la disciplina dei contratti internazionali, i criteri di individuazione della legge applicabile alle obbligazioni extracontrattuali, alle società e agli altri enti, nonché il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze straniere.
Programma dettagliato:
- Le fonti della materia: diritto interno, convenzioni internazionali, diritto dell'Unione europea.
- La giurisdizione in materia civile e commerciale: il sistema europeo e la legge italiana.
- Le norme italiane di diritto internazionale privato e il diritto applicabile: questioni generali.
- Le obbligazioni contrattuali (in particolare, la vendita internazionale).
- Le obbligazioni non contrattuali.
- Le società e gli altri enti.
- La circolazione internazionale delle sentenze: l'efficacia in Italia delle sentenze straniere.
Prerequisiti
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale. All'esame è propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto internazionale e istituzioni di diritto dell'Unione europea; si consiglia inoltre agli studenti di sostenere l'esame dopo aver superato l'esame relativo al corso di Istituzioni di diritto processuale civile e istituzioni di diritto processuale penale, per quanto riguarda la parte di diritto processuale civile.
Metodi didattici
Particolare attenzione sarà rivolta all'analisi di casi pratici, anche attraverso lo studio di sentenze della Corte di Giustizia dell'Unione europea e della giurisprudenza italiana, con partecipazione attiva degli studenti.
Materiale di riferimento
- G. Carella, Fondamenti di diritto internazionale privato, Torino, Giappichelli, 2018, da portare integralmente;
- F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, volume I, Parte generale e obbligazioni, 8^ ed., Torino, Utet, 2017, limitatamente alle pp. 373-471;
- F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, volume II, Statuto personale e diritti reali, 4^ ed., Torino, Utet, 2016, limitatamente alle pp. 57-73;
- T. Ballarino, Diritto internazionale privato, 3^ ed., Padova, Cedam, 1999, limitatamente alle pp. 656-669.

Per i dati normativi si raccomanda di consultare i materiali pubblicati sul sito Ariel.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma orale. La prova orale, della durata di circa 20 minuti, mira a verificare, oltre alla conoscenza delle nozioni, la capacità di affrontare e risolvere criticamente le questioni giuridiche mediante la rielaborazione delle conoscenze acquisite nonché, per gli studenti frequentanti, la comprensione e la capacità di valutazione dei casi affrontati.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente/i
Ricevimento:
Martedì, ore 12