Diritto privato comparato (of2)

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
63
Ore totali
SSD
IUS/02
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti:
- una conoscenza di base del metodo comparatistico e dei lineamenti fondamentali delle grandi tradizioni giuridiche nella loro evoluzione storica e contemporanea.
- la capacità di applicare il metodo comparatistico e la consapevolezza dei risultati attuali raggiunti dalla scienza comparatistica in ordine alle divergenze e convergenze tra le grandi tradizioni giuridiche e i principali sistemi giuridici contemporanei.
- una capacità di analisi e di argomentazione originale in ordine alle tematiche affrontate nel corso, con particolare riferimento a casi e materiali discussi in aula.
- la capacità di esprimere concetti giuridici e utilizzare le categorie giuridiche con capacità argomentativa e proprietà di linguaggio, forte consapevolezza dei problemi di traduzione giuridica.
- la comprensione delle caratteristiche principali delle differenti tradizioni giuridiche, le loro similitudini e differenze.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente che abbia proficuamente appreso la materia avrà una conoscenza approfondita degli argomenti del corso, con l'acquisizione degli strumenti e dei metodi maggiormente appropriati per comprendere la comparazione giuridica, la sua natura e la sua utilità.
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-L

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
I sistemi giuridici comparati. La comparazione giuridica. La diversità e l'uniformità del diritto. La tradizione giuridica occidentale. Common law ed Equi-ty in Inghilterra. L'esperienza giuridica degli Stati Uniti d'America. Le Radici comuni delle esperienze di Civil law. Il modello francese. Il modello tedesco. I moderni sistemi di Civil law tra influenze francesi e tedesche. L'est europeo e il modello socialista. Il diritto dei paesi islamici. Il diritto indiano. Il diritto nell'estremo oriente (Cina, Giappone). L'Africa subsahariana.
Prerequisiti
Nessun prerequisito.
Metodi didattici
L'approfondimento della materia prevede, accanto alle lezioni teoriche frontali, lo svolgimento di due moduli integrativi ulteriori, entrambi a scelta dello studente, attività seminariale nonché la partecipazione di docenti stranieri, su argomenti di interesse particolare, offrendo così la possibilità di approfondire ulteriormente la materia e di sviluppare il senso critico dello studente.
Materiale di riferimento
Testi per la preparazione dell'esame (9 crediti):
A. Gambaro - R. Sacco, Sistemi giuridici comparati, 4ª ed., Torino, Utet, 2018.
A. Candian - A. Gambaro, Casi e materiali per un corso di diritto privato comparato, 2ª ed., Torino, Giappichelli, 2015.

Lettura consigliata:
R. Sacco, Che cos'è il diritto comparato, Milano, Giuffrè, 1992.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Gli esami si svolgono secondo il calendario programmato, in un'unica prova orale della durata di circa 20 minuti.
La valutazione della prova orale è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode.
I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della chiarezza argomentativa e delle capacità di analisi critica e di rielaborazione.
Gli studenti frequentanti concorderanno lo specifico programma da portare all'esame orale con il docente.
Gli studenti non-frequentanti sosterranno l'esame orale che consiste in un colloquio di circa 20 minuti sui libri di testo sotto indicati.
IUS/02 - DIRITTO PRIVATO COMPARATO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente: Candian Albina

Cognomi M-Z

Periodo
Primo semestre
Programma
I sistemi giuridici comparati. La comparazione giuridica. La diversità e l'uniformità del diritto. La tradizione giuridica occidentale. Common law ed Equi-ty in Inghilterra. L'esperienza giuridica degli Stati Uniti d'America. Le Radici comuni delle esperienze di Civil law. Il modello francese. Il modello tedesco. I moderni sistemi di Civil law tra influenze francesi e tedesche. L'est europeo e il modello socialista. Il diritto dei paesi islamici. Il diritto indiano. Il diritto nell'estremo oriente (Cina, Giappone). L'Africa subsahariana.
Prerequisiti
Nessun prerequisito.
Metodi didattici
L'approfondimento della materia prevede, accanto alle lezioni teoriche frontali, lo svolgimento di due moduli integrativi ulteriori, entrambi a scelta dello studente, attività seminariale nonché la partecipazione di docenti stranieri, su argomenti di interesse particolare, offrendo così la possibilità di approfondire ulteriormente la materia e di sviluppare il senso critico dello studente.
Materiale di riferimento
Testi per la preparazione dell'esame (crediti 9):
A. Gambaro - R. Sacco, Sistemi giuridici comparati, 4ª ed., Torino, Utet, 2018.
A. Candian - A. Gambaro, Casi e materiali per un corso di diritto privato comparato, 2ª ed., Torino, Giappichelli, 2015.

Lettura consigliata:
R. Sacco, Che cos'è il diritto comparato, Milano, Giuffrè, 1992.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Modalità di verifica Gli esami si svolgono secondo il calendario programmato, in un'unica prova orale della durata di circa 20 minuti.
La valutazione della prova orale è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode.
I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della chiarezza argomentativa e delle capacità di analisi critica e di rie-laborazione.
Gli studenti frequentanti concorderanno lo specifico programma da portare all'esame orale con il docente.
Gli studenti non-frequentanti sosterranno l'esame orale che consiste in un col-loquio di circa 20 minuti sui libri di testo sotto indicati.
IUS/02 - DIRITTO PRIVATO COMPARATO - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente/i
Ricevimento:
Martedì ore 14:45
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano
Ricevimento:
Scrivere a rossella.cerchia@unimi.it per appuntamento su Teams o telefonico
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano