Diritto pubblico comparato

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
IUS/21
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento - tenendo contemporaneamente in considerazione l'interazione tra diritto costituzionale e diritto transnazionale - intende fornire la conoscenza del metodo comparatistico con finalità sia teoriche che pratiche al fine di sviluppare la comprensione delle forme di Stato, delle forme di governo e dei processi di decentramento politico nei principali Stati extraeuropei. Allo scopo di perseguire tali obiettivi formativi si prevede che le lezioni abbiano luogo sulla base sia dell'insegnamento frontale sia della partecipazione attiva degli studenti. Mediante le lezioni frontali - finalizzate alla trasmissione della conoscenza - verranno forniti gli strumenti per l'apprendimento del metodo comparatistico e per l'individuazione delle peculiarità della circolazione e della recezione dei modelli di forma di Stato, di tipo di Stato e di forma di governo in un dato Paese; verranno descritte le caratteristiche dell'interazione tra diritto costituzionale e transnazionale nonché, sulla base di tali presupposti; verranno illustrati ed analizzati in prospettiva comparata gli ordinamenti dei principali Paesi extraeuropei.
Nelle varie fasi di realizzazione del programma, gli studenti verranno direttamente coinvolti nell'analisi, comparazione e discussione in piccoli gruppi di più casi di studio al fine di sviluppare le capacità di applicazione delle conoscenze trasmesse.
La parte speciale dell'insegnamento sarà dedicata all'analisi nel prisma del diritto pubblico comparato degli ordinamenti giuridici dei paesi "Brics" (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) che si caratterizzano per forme di Stato e di governo differenti, ma che sono riusciti ad avviare la formazione di un nuovo legal network tra loro, seppure di difficile conservazione.
Risultati apprendimento attesi
Alla conclusione dell'insegnamento si attende che gli studenti: abbiano compreso i fondamenti del metodo comparatistico; abbiano appreso le differenze e le similitudini tra gli ordinamenti costituzionali dei principali Stati extraeuropei, inclusi quelli dei Paesi "Brics", e l'interazione tra i loro ordinamenti costituzionali e il diritto transnazionale; abbiano acquisito attraverso l'analisi, la discussione e la presentazione dei casi di studio una buona capacità di analisi critica e di comunicazione in relazione agli argomenti di diritto pubblico comparato; siano in grado di applicare il metodo comparatistico a nuovi casi di studio che riguardano ordinamenti di Stati extraeuropei altresì allo scopo di verificare le ripercussioni di eventuali loro modifiche istituzionali sulle relazioni internazionali e viceversa.
Programma e organizzazione didattica

Single session

Responsabile
Periodo
Primo trimestre
Programma
Studenti frequentanti:
'Unità didattica 1'.
Classificazione delle forme di Stato, delle forme di governo e del tipo di Stato (Stato federale, Stato regionale, processi di devoluzione) e loro circolazione.
Unità didattica 2'.
Potere costituente e potere costituito. Costituzioni eterodirette e internazionalmente guidate. Transizioni costituzionali e strutturazione del sistema dei partiti nell'esperienza dei paesi extraeuropei. Il contributo delle Corti costituzionali all'affermazione e alla protezione della democrazia nei nuovi Stati.
'Unità didattica 3'.
Analisi in prospettiva diacronica e sincronica degli ordinamenti dei paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) con particolare attenzione al rapporto tra tutela dei diritti e sviluppo economico.

Studenti non frequentanti:
'Unità didattica 1'.
Classificazione delle forme di Stato, delle forme di governo e del tipo di Stato (Stato federale, Stato regionale, processi di devoluzione) e loro circolazione.
Unità didattica 2'.
Potere costituente e potere costituito. Costituzioni eterodirette e internazionalmente guidate. Transizioni costituzionali e strutturazione del sistema dei partiti nell'esperienza dei paesi extraeuropei. Il contributo delle Corti costituzionali all'affermazione e alla protezione della democrazia nei nuovi Stati.
'Unità didattica 3'.
Analisi in prospettiva diacronica e sincronica degli ordinamenti dei paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) con particolare attenzione al rapporto tra tutela dei diritti e sviluppo economico.

Modulo singolo 3 crediti Diritto pubblico comparato:
Studenti frequentanti e non frequentanti:
Il programma di studio per il modulo da 3 crediti di Diritto Pubblico comparato è quello del terzo modulo del corso da 9 crediti.
Analisi in prospettiva diacronica e sincronica degli ordinamenti dei paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) con particolare attenzione al rapporto tra tutela dei diritti e sviluppo economico.
Prerequisiti
Diritto pubblico o Diritto costituzionale
Metodi didattici
Le lezioni prevedono lo svolgimento della didattica frontale allo scopo di trasmettere agli studenti le nozioni fondamentali del metodo comparativo e l'impiego di un linguaggio giuridico appropriato. Gli studenti verranno inoltre chiamati a partecipare attivamente sia mediante ricerche bibliografiche nelle banche dati sia attraverso la discussione in classe di case studies al fine di sviluppare le loro capacità di giudizio e di comunicazione e di fornire loro l'inquadramento per potere applicare le nozioni impartite alla prassi. Durante le lezioni verrà fatto uso della piattaforma Ariel del corso di diritto pubblico comparato all'indirizzo: https://cfilippinidpc.ariel.ctu.unimi.it/v5/Home/
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
Unità didattica 1':
G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Rinella, M. Volpi, Diritto pubblico comparato, G. Giappichelli Editore, Torino, 2016, pp. 1-39, 100-109, 255-487.
'Unità didattica 2':
G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Rinella, M. Volpi, Diritto pubblico comparato, G. Giappichelli Editore, Torino, 2016, pp. 117-254, 547-578 e materiali presentati a lezione.
'Unità didattica 3':
A scelta uno tra i seguenti volumi della serie Si governano così, il Mulino: A. Rinella, Cina, il Mulino, 2005; D. Amirante, India, il Mulino, 2007, V. Federico, Sudafrica, il Mulino, 2009, M. Ganino, Russia, il Mulino, 2010.

Studenti non frequentanti:
Unità didattica 1':
G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Rinella M. Volpi, Diritto pubblico comparato, G. Giappichelli Editore, Torino, 2016, pp. 1-82, 100-109, 255-529.
'Unità didattica 2':
G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Rinella, M. Volpi, Diritto pubblico comparato, G. Giappichelli Editore, Torino, 2016, pp. 117-254, 547-601; AA. VV., Le trasformazioni costituzionali del secondo millennio, Maggioli editore, 2016.
'Unità didattica 3':
L. Scaffardi (a cura di), BRICS: Paesi emergenti nel prisma del diritto comparato, Giappichelli, 2012 e, a scelta, uno tra i seguenti volumi della serie Si governano così, il Mulino: A. Rinella, Cina, il Mulino, 2005; D. Amirante, India, il Mulino, 2007, V. Federico, Sudafrica, il Mulino, 2009, M. Ganino, Russia, il Mulino, 2010.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Studenti frequentanti:
Per gli studenti frequentanti è prevista la possibilità di svolgere una prova intermedia scritta facoltativa che consiste in tre domande (due relative al primo modulo del corso e una per la prima parte del secondo modulo del corso). Il voto riportato nello scritto farà media con i voti riportati nell'esame finale orale che consisterà in altre tre domande (una sulla seconda parte del secondo modulo e due sul terzo modulo) parimenti finalizzate all'accertamento delle conoscenze, delle capacità di comprensione e dell'autonomia di giudizio sviluppate dallo studente durante il corso.
Per gli studenti frequentanti che non svolgeranno la prova intermedia l'esame finale è orale e consiste in due domande per il primo modulo, due domande per il secondo modulo e due domande per il terzo modulo finalizzate all'accertamento delle conoscenze, delle capacità di comprensione e dell'autonomia di giudizio sviluppate dallo studente durante il corso.
Gli studenti frequentanti, ai fini della verifica delle loro capacità di applicazione delle conoscenze acquisite e di inquadramento dal punto di vista del diritto pubblico comparato di nuove realtà, potranno altresì presentare dei paper relativi a casi concreti proposti durante il corso e che, discussi durante l'esame finale, potranno essere valutati da 1 a 2 punti.

Studenti non frequentanti:
Per gli studenti non frequentanti l'esame finale è orale e consiste in due domande per il primo modulo, due domande per il secondo modulo e due domande per il terzo modulo finalizzate all'accertamento delle conoscenze, delle capacità di comprensione e dell'autonomia di giudizio sviluppate dallo studente durante il corso.
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 2
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 3
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
il ricevimento proseguirà ogni mercoledì via Microsoft Teams o, in alternativa, via skype dalle ore 14.00 alle ore 17.00. Il codice di accesso del Team e l'indirizzo skype sono indicati nei siti didattici di ariel relativi agli insegnamenti.