Management professionale

A.A. 2019/2020
6
Crediti massimi
48
Ore totali
SSD
M-PSI/06 MED/44 SPS/09
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti nozioni per:
- apprendere aspetti di sviluppo e gestione degli ospedali e la loro evoluzione nel tempo rispetto ai bisogni di salute e sicurezza, nel rispetto della legislazione nazionale e regionale;
- conoscere le teorie e i modelli d'intervento utilizzati dalla psicologia del lavoro e delle organizzazioni nel contesto delle professioni socio-sanitarie e delle relazioni di aiuto;
- acquisire nozioni di psicologia positiva applicate al lavoro;
- acquisire concetti fondamentali della sociologia delle professioni, elaborati dalla sociologia americana e britannica, ripresi criticamente in Europa continentale e in Italia;
- conoscere il processo di professionalizzazione degli infermieri e delle altre professioni sanitarie.
- conoscere gli sviluppi delle professioni sanitarie in tecniche assistenziali, diagnostiche, della riabilitazione, inclusa la creazione degli ordini o dei collegi professionali per le professioni sanitarie diverse da quelle mediche e infermieristiche.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà essere in grado di:
- conoscere le leggi relative alla prevenzione e tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e i vincoli di natura economica ed economico-aziendale e saper sviluppare interventi finalizzati a fornire un contributo efficace all'organizzazione;
- conoscere gli aspetti psicologici dei comportamenti lavorativi sia individuali che nei contesti del gruppo e dell'organizzazione, con particolare riferimento alla gestione del potere e della leadership;
- saper gestire e risolvere problemi organizzativi.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dei risultati di apprendimento avviene mediante una prova scritta, organizzata in specifiche sessioni d'esame, come da Regolamento. La tipologia della prova è a quiz.
Tutti i moduli che compongono l'insegnamento concorrono in uguale misura a determinare la valutazione finale espressa in 30esimi.
Non sono previste prove intermedie o pre-appelli.
Non sono ammessi per la prova materiali didattici o appunti.
I risultati sono pubblicati sul sito ARIEL del corso di studio.
Il Docente responsabile dell'insegnamento provvede alla verbalizzazione finale secondo il modello UNIMI.
Medicina del lavoro
Programma
La Medicina del lavoro. Definizione di pericolo, fattore di rischio, malattia professionale, malattia correlata al lavoro, infortunio professionale. Attività di prevenzione
Comparti produttivi e fattori di rischio. Valutazione del rischio;
Principi e aspetti principali della attuale legislazione in materia di tutela della salute dei lavoratori (testo Unico 81/2008, Dlgs 151/01 e altri);
Rischi professionali, effetti sulla salute e prevenzione nell'ambiente sanitario: agenti di rischio chimici, fisici, biologici e organizzativi.
Organizzazione della prevenzione e dei servizi di medicina del lavoro. Sorveglianza sanitaria dei lavoratori.
Metodi didattici
Lezioni frontali
Materiale di riferimento
Materiale fornito dal docente
Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
Programma
- Il lavoro in diversi contesti disciplinari
- Origini, sviluppi e prospettive della psicologia del lavoro
- La prestazione lavorativa e la sua valutazione
- Le competenze professionali
- Valori, bisogni e contratto psicologico
- Il gruppo di lavoro
- Le culture organizzative
- Teorie della motivazione al lavoro
- Modelli decisionali nelle organizzazioni
- La soddisfazione lavorativa
- Stress, rischi psicosociali e salute organizzativa
- case studies
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio
Materiale di riferimento
F. Avallone, Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, Manuali universitari, Edizione 2011, Ristampa 2016(Cap. 1,3,5,9,10,13,16,19,23,25,27)
Slides delle lezioni
Sociologia dei processi economici e del lavoro
Programma
- Il concetto di professione nell'ordinamento giuridico italiano e nella sociologia delle professioni.
- I contributi teorici fondamentali della sociologia delle professioni. Talcott Parsons e il funzionalismo. Le critiche a
Parsons. Harold Wilensky e gli stadi della professionalizzazione.
- Le teorie del potere e del monopolio: conoscenza e potere; il concetto di giurisdizione; il "progetto
professionale" di Magali Sarfatti Larson; le strategie di chiusura sociale.
- Le professioni sanitarie: i medici. Cenni storici sulla professionalizzazione dei medici: dal medioevo al XIX secolo.
Il processo di professionalizzazione dei medici dal XIX secolo ad oggi. Eliot Freidson e la dominanza medica. Il
dibattito attuale sulla dominanza medica.
- I medici italiani in prospettiva comparata. Dall'unità d'Italia al periodo fascista. Il fascismo e le corporazioni. Il
periodo mutualistico. I medici italiani nel SSN.
- Il processo di professionalizzazione degli infermieri tra assistenza e cura.
- Le "altre" professioni sanitarie. Le peculiarità del caso italiano. Le altre professioni sanitarie fino agli anni trenta.
Gli anni cinquanta-sessanta: la proliferazione delle professioni sanitarie.
- Le professioni sanitarie della prevenzione: il processo di professionalizzazione dei tecnici della prevenzione
nell'ambiente e nel luogo di lavoro. Gli assistenti sanitari: ascesa professionale, "declino" e riscoperta di una
professione.
- Le professioni tecniche sanitarie: caratteristiche del processo di professionalizzazione dei tecnici dell'area
diagnostica e di quelli dell'area assistenziale. I tecnici di radiologia: un caso di professionalizzazione "precoce".
Audiometristi e audioprotesisti: il rapporto tra professionalizzazione, industria privata e tecnologia.
- Le professioni sanitarie della riabilitazione: caratteristiche del processo di professionalizzazione. I rapporti inter-
professionali e le forme associative. L'evoluzione delle professioni della riabilitazione.
- Le professioni sanitarie tecniche assistenziali, diagnostiche, della prevenzione e della riabilitazione dagli anni
novanta ad oggi: i cambiamenti nella formazione, i profili professionali, i mutamenti nei luoghi di lavoro.
- La riforma delle professioni sanitarie e la legge 3/2018
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio
Materiale di riferimento
- Tousijn W. (2000), Il sistema delle occupazioni sanitarie, Bologna, Il Mulino, capp. 1, 4, 6, 7; cap. 5 (limitatamente al par. 1)
- Neri S. (2018), I professionisti della prevenzione nel lavoro che cambia. Il tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro, "Sociologia del lavoro", 150, 234-48.

Altre letture consigliate:
- Le restanti parti del sovra-citato testo di Tousjin
- Vicarelli G. (2010), Gli eredi di Esculapio. Medici e politiche sanitarie nell'Italia Unita, Roma, Carocci
Moduli o unità didattiche
Medicina del lavoro
MED/44 - MEDICINA DEL LAVORO - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Bonzini Matteo

Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Sociologia dei processi economici e del lavoro
SPS/09 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Neri Stefano

Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì 27 maggio, via skpe, dalle ore 11 alle ore 14. Si prega di scrivere al docente via e-mail, entro le ore 10.30 del giorno del ricevimento, indicando un recapito skype. Sarete contattati via skype dal docente in orario di ricevimento
Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche - Stanza 6. Palazzina nuova (stesso edificio delle aule 10, 11, 12, 13).