Storia costituzionale

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/03
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di offrire le linee generali di sviluppo della Storia costituzionale europea e occidentale dalla tarda età medievale all'età contemporanea e di fornire gli strumenti lessicali e concettuali specifici della disciplina.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del percorso di studio lo studente avrà acquisito una buona conoscenza dello sviluppo costituzionale della storia europea e occidentale dal tardo medioevo all'età contemporanea Sarà inoltre in grado di collocare eventi e protagonisti nei rispettivi contesti cronologici e geografici.
Lo studente sarà in grado di utilizzare strumenti linguistici appropriati, utili a esprimere in forma chiara ed efficace i concetti peculiari e le tematiche principali della disciplina. Saprà leggere criticamente opere storiografiche e utilizzare i principali strumenti, anche informatici, per la ricerca e l'analisi delle fonti. Tali competenze saranno acquisite mediante un confronto diretto e continuo con il docente in aula. La discussione intorno alle fonti, di volta in volta proposte, costituirà un momento essenziale di riflessione critica e di apprendimento metodologico. Grande importanza a tale scopo rivestirà anche la partecipazione a incontri e seminari organizzati dal docente, collateralmente alle lezioni, sui temi oggetto dello studio in aula. Gli studenti non frequentanti potranno avvalersi degli strumenti didattici messi a loro disposizione da parte del docente, approfondire gli argomenti principali tramite apposite letture concordate con il docente e confrontarsi con il docente durante l'orario di ricevimento.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Titolo del corso: Dalle costituzioni materiali alle costituzioni democratiche. Legittimazione dei poteri, affermazione e trasformazione dei diritti.

Unità didattica 1: Dal tardo Medioevo al XVIII secolo
Unità didattica 2: Dalle costituzioni rivoluzionarie alle costituzioni ottocentesche
Unità didattica 3: I regimi totalitari, le costituzioni democratiche
Prerequisiti
Non vi sono prerequisiti differenti da quelli richiesti per l'ammissione al corso di laurea magistrale in Scienze storiche
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito da lezione frontali volte innanzitutto all'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e del linguaggio proprio della disciplina. La discussione in aula col docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico anche multimediale
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
1. Appunti delle lezioni e testi consigliati nel corso delle stesse;
2. M. Fioravanti, Costituzionalismo. La storia, le teorie, i testi, Roma, Carocci, 2018;
3. Due testi a scelta tra i seguenti:
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari,Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Stolleis, Introduzione alla storia del diritto pubblico in Germania, (XVI-XXI sec.), Macerata, EUM, 2017;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995
C. Spagnolo, Il voto apolitico. Il sogno tedesco della rappresentanza moderna (1815-1918), Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d'Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
N. Matteucci, Organizzazione del potere e libertà. Storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 1976 (rist. 2016);
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002

- Programma per 9 cfu:
1. Appunti delle lezioni e testi consigliati nel corso delle stesse;
2. M. Fioravanti, Costituzionalismo. La storia, le teorie, i testi, Roma, Carocci, 2018;
3. Tre testi a scelta tra i seguenti:
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari,Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Stolleis, Introduzione alla storia del diritto pubblico in Germania, (XVI-XXI sec.), Macerata, EUM, 2017;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995 (compresa la premessa di G. Rebuffa);
C. Spagnolo, Il voto apolitico. Il sogno tedesco della rappresentanza moderna (1815-1918), Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d'Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
N. Matteucci, Organizzazione del potere e libertà. Storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 1976 (rist. 2016);
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002;
P. Costa, Cittadinanza, Roma-Bari, Laterza, 2005;
M. Fioravanti, Appunti di storia delle costituzioni moderne. Le libertà fondamentali, Torino, Giappichelli, edizione 2014;
M. Fioravanti, Costituzione e popolo sovrano. La Costituzione italiana nella storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 2004;
G. Rebuffa, Lo Statuto albertino, Bologna, Il Mulino, 2003;
P. Colombo, Il re d'Italia. Prerogative costituzionali e potere politico della Corona (1848-1922), Milano, Franco Angeli, 1999;
D. Novacco, L'officina della Costituzione italiana (1943-1948), Milano, Feltrinelli, 2011;
S. Cassese, Governare gli italiani. Storia dello Stato, Bologna, Il Mulino, 2014;
R. Martucci, L'ossessione costituente. Forma di governo e costituzione nella Rivoluzione francese (1789-1799), Bologna, Il Mulino, 2001;
M. Duverger, Le costituzioni della Francia, Napoli, Esi, 1984;
T. Bonazzi (a cura di), La Costituzione statunitense e il suo significato odierno, Bologna, Il Mulino, 1988;
U. Bruschi, Rivoluzioni silenziose: l'evoluzione costituzionale della Gran Bretagna tra la Glorious Revolution e il Great Reform Act, Santarcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014;
P. Schiera, Il laboratorio borghese. Scienza e politica nella Germania dell'Ottocento, Bologna, Il Mulino, 1987;
P. Ridola, Stato e costituzione in Germania, Torino, Giappichelli, 2016;
H. Mohnhaupt, D. Grimm, Costituzione. Storia di un concetto dall'Antichità a oggi, Roma, Carocci, 2008;
M. Stolleis, Storia del diritto pubblico in Germania, vol. II: Dottrina del diritto pubblico e scienza dell'amministrazione 1800-1914, Milano, Giuffrè, 2014 (esclusi i capitoli 4, 5, e 9);
J.M. Portillo Valdés, La nazione cattolica. Cadice, 1812: indipendenza per la Spagna e Costituzione, Lecce, Piero Lacaita, 1998.



Studenti non frequentanti:
Programma per 6 cfu:

1. M. Fioravanti, Costituzionalismo. La storia, le teorie, i testi, Roma, Carocci, 2018;
2. Due testi a scelta tra i seguenti:
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari, Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Stolleis, Introduzione alla storia del diritto pubblico in Germania (XVI-XXI sec.), Macerata, EUM, 2017;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995 (compresa la premessa di G. Rebuffa);
C. Spagnolo, Il voto apolitico. Il sogno tedesco della rappresentanza moderna (1815-1918), Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d'Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
N. Matteucci, Organizzazione del potere e libertà. Storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 1976 (rist. 2016);
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002

Programma per 9 CFU
1. M. Fioravanti, Costituzionalismo. La storia, le teorie, i testi, Roma, Carocci, 2018;
2. Quattro testi a scelta tra i seguenti:
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari, Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Stolleis, Introduzione alla storia del diritto pubblico in Germania (XVI-XXI sec.), Macerata, EUM, 2017;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995 (compresa la premessa di G. Rebuffa);
C. Spagnolo, Il voto apolitico. Il sogno tedesco della rappresentanza moderna (1815-1918), Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d'Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
N. Matteucci, Organizzazione del potere e libertà. Storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 1976 (rist. 2016);
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002;
P. Costa, Cittadinanza, Roma-Bari, Laterza, 2005;
M. Fioravanti, Appunti di storia delle costituzioni moderne. Le libertà fondamentali, Torino, Giappichelli, edizione 2014;
M. Fioravanti, Costituzione e popolo sovrano. La Costituzione italiana nella storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 2004;
A. Trampus, Storia del costituzionalismo italiano nell'età dei Lumi, Roma-Bari, Laterza, 2009;
G. Rebuffa, Lo Statuto albertino, Bologna, Il Mulino, 2003;
P. Colombo, Il re d'Italia. Prerogative costituzionali e potere politico della Corona (1848-1922), Milano, Franco Angeli, 1999;
D. Novacco, L'officina della Costituzione italiana (1943-1948), Milano, Feltrinelli, 2011;
S. Cassese, Governare gli italiani. Storia dello Stato, Bologna, Il Mulino, 2014;
R. Martucci, L'ossessione costituente. Forma di governo e costituzione nella Rivoluzione francese (1789-1799), Bologna, Il Mulino, 2001;
M. Duverger, Le costituzioni della Francia, Napoli, Esi, 1984;
T. Bonazzi (a cura di), La Costituzione statunitense e il suo significato odierno, Bologna, Il Mulino, 1988;
U. Bruschi, Rivoluzioni silenziose: l'evoluzione costituzionale della Gran Bretagna tra la Glorious Revolution e il Great Reform Act, Santarcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014;
P. Schiera, Il laboratorio borghese. Scienza e politica nella Germania dell'Ottocento, Bologna, Il Mulino, 1987;
P. Ridola, Stato e costituzione in Germania, Torino, Giappichelli, 2016;
H. Mohnhaupt, D. Grimm, Costituzione. Storia di un concetto dall'Antichità a oggi, Roma, Carocci, 2008;
M. Stolleis, Storia del diritto pubblico in Germania, vol. II: Dottrina del diritto pubblico e scienza dell'amministrazione 1800-1914, Milano, Giuffrè, 2014 (con lettura dei capp. 4, 5, e 9);
J.M. Portillo Valdés, La nazione cattolica. Cadice, 1812: indipendenza per la Spagna e Costituzione, Lecce, Piero Lacaita, 1998.

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d'esame, eventualmente in lingua inglese.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Metodo: esame orale
- Tipo di esame: colloquio orale
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare e elaborare le conoscenze acquisite, capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto; qualità dell'esposizione, competenza nell'uso del lessico della disciplina, efficacia comunicativa e chiarezza.
- Tipo di valutazione: voto in trentesimi
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
SPS/03 - STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
SPS/03 - STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
SPS/03 - STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
COORDINATORE ERASMUS STORIA e SCIENZE STORICHE. Il ricevimento si svolgerà il MERC. (15.00/18.00) da remoto a causa dell'emergenza sanitaria con invio di mail..