Storia della scienza lm

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/05
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti una comprensione avanzata dello sviluppo del pensiero scientifico attraverso lo studio approfondito di alcuni casi storicamente rilevanti. L'insegnamento potrà essere utile per l'ideazione, organizzazione e coordinamento di attività e progetti culturali concernenti la storia delle discipline scientifiche.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze e comprensione:
Al termine del corso lo studente
- conosce le linee fondamentali della storia del pensiero scientifico dall'antichità al XX secolo
- conosce in modo più dettagliato, incluse alcune dimostrazioni matematiche e risultati sperimentali, alcune fasi importanti scoperte scientifiche
- comprende i nessi che collegano la storia del pensiero scientifico alla storia della filosofia, alla religione, alla teologia, alla storia della politica, della società, e della cultura

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Al termine del corso lo studente

- sa applicare le conoscenze apprese nell'inquadrare storicamente gli autori e i testi
- sa applicare le conoscenze apprese sul lessico scientifico dall'antichità al XX secolo all'analisi e alla discussione di testi e problemi
- sa applicare la comprensione delle relazioni storiche tra la scienza e gli altri saperi all'analisi e alla discussione di testi e problemi
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
Programma
La matematizzazione della "filosofia naturale" (la disciplina il cui scopo consisteva nello spiegare le cause dei fenomeni naturali) conobbe un notevole sviluppo dai primi del Seicento fino alla fine del Settecento. Dall'epoca di Galileo, un gruppo di matematici innovatori cominciarono ad applicare la matematica allo studio della natura con un successo senza precedenti. Tuttavia, questo approccio innovativo venne spesso respinto e rifiutato. Inoltre, tra i suoi difensori non era chiaro quali metodi matematici dovessero essere difesi e sviluppati. Il dibattito concernente la natura e gli scopi della filosofia naturale matematica ha toccato molti temi filosofici: per esempio, i rapporti fra simbolismo e realtà, i rapporti fra matematica e logica, i rapporti fra geometria e algebra, la ricerca di una lingua perfetta, la natura del continuo. Il corso esplora questi dibattiti concentrandosi sulle posizioni tenute da alcuni protagonisti da Galileo fino a Laplace. Verranno lette e commentate alcune pagine (concernenti temi non avanzati) tratte dalle opere matematiche di Galileo, Cartesio, Newton, e Leibniz.
Prerequisiti
E' consigliata una preparazione liceale al livello di un manuale di matematica (equazioni algebriche di secondo grado, definizione di funzione reale di variabile reale, definizione di derivata, calcolo della tangente di una semplice curva algebrica) e di un manuale di fisica (le tre leggi di Newton, trattazione qualitativa della gravitazione, sistemi di riferimento).
Metodi didattici
Lezioni caricate su Ariel.
Materiale di riferimento
Programma d'esame per studenti frequentanti:

Siete considerati frequentanti (tanto gli studenti che preparano il corso da 6 CFU quanto quelli che preparano il corso da 9 CFU) se seguite tutte le lezioni caricate su Ariel.

Parte in comune programma 6 e 9 cfu:

Richard S. Westfall, "The Background to the Mathematization of Nature," in Isaac Newton's Natural Philosophy, edited by Jed Z. Buchwald and I. Bernard Cohen, Cambridge (Mass.): MIT Press, 2001, pp. 321-39.

Lesley B. Cormack, "The Role of Mathematical Practitioners and Mathematical Practice in Developing Mathematics as the Language of Nature", in The Language of Nature: Reassessing the Mathematization of Natural Philosophy in the Seventeenth Century, G. Gorham, B. Hill, E. Slowik, C.K: Waters, eds, Minneapolis, University of Minnesota Press, 2016, pp. 205-228.

Henk Bos, "Numbers, Magnitudes and Ratios." English translation of Section 7.9 (pp. 223-234) of Chapter 7, "Der doppelte Auftakt zur frühneuzeitlichen Algebra: Viète und Descartes" (by Henk Bos and Karin Reich) in Erhard Scholz (ed.) Geschichte der Algebra (Mannheim: Wissenschaftsverlag, 1990).

Paolo, Mancosu, Aristotelian Logic and Euclidean Mathematics: Seventeenth-Century Developments of The Quaestio de Certitudine Mathematicarum, Stud. Hist. Phil. Sci., Vol 23, No. 2, 1992, pp. 241-265.

Niccolò Guicciardini, "Mathematics and the New Science", in The Oxford Handbook of the History of Physics, Jed Buchwald and Robert Fox (eds.), Oxford University Press, 2013, pp. 226- 264 (solo le pp. 226-249)

René Descartes, La Geometria, in Opere 1637-1649, a cura di Giulia Belgioioso, Bompiani, Milano, 2009, pp. 492-503.

Parte aggiuntiva per il programma da 9 cfu

Niccolò Guicciardini, Newton, Carocci, 2011, pp. 37-64

Maria Gaetana Agnesi, Instituzioni analitiche ad uso della gioventù italiana, Milano: Regia Ducal Corte, tomo II, pp. 431-5, pp. 457-60

Isaac Newton, Principi matematici della filosofia naturale, a cura di Franco Giudice, Einaudi, Torino, 2018, pp. 3-57.

Niccolò Guicciardini, "Newton's Method and Leibniz's Calculus," in A History of Analysis, N: Jahnke ed., American Mathematical Society Press, 2003, pp. 73-85

Programma d'esame per studenti non frequentanti:

Siete considerati frequentanti (tanto gli studenti che preparano il corso da 6 CFU quanto quelli che preparano il corso da 9 CFU) se seguite tutte le lezioni caricate su Ariel.

Parte in comune programma 6 e 9 cfu:

Emilio Sergio, Verità matematiche e forme della natura da Galileo a Newton, Aracne, 2006, ISBN: 8854806269 (solo le pp. 7-96, 167-254, 299-385)

oppure

Enrico Giusti, Piccola storia del calcolo infinitesimale dall'antichità al Novecento, Pisa ; Roma : Istituti editoriali e poligrafici internazionali, 2007, ISBN 978-88-814-7456-1 pp. 1-74.

Parte aggiuntiva per il programma da 9 cfu

A. Koyré, Dal mondo del pressappoco all'universo della precisione, Piccola Biblioteca Einaudi, 2000 ISBN 9788806157913

Avvertenza

Tutti i testi in programma (tranne i libri di Sergio, Giusti e Koyré (che vanno acquistati o presi in prestito da una biblioteca) saranno distribuiti in formato pdf contattando il docente.

Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Tanto per gli studenti frequentanti quanto per gli studenti non frequentanti la prova d'esame consisterà in un colloquio individuale alla fine del corso. La valutazione concernerà la conoscenza, e soprattutto l'effettiva comprensione critica, degli argomenti trattati nelle opere elencate nelle indicazioni bibliografiche, nonché l'acquisizione di un linguaggio adeguato ad esprimerli.

Criteri di valutazione:

La prova d'esame sarà strutturata in 2 argomenti. Un primo argomento sarà proposto dallo studente. Un secondo dal docente. La valutazione è in trentesimi: da 1 a10 punti acquisizione informazioni fattuali (per es., nomi autori, date, titoli opere, eventi storici), da 1 a10 punti proprietà di linguaggio e di esposizione (comprensione delle domane, struttura ordinata della esposizione), da 1 a 10 punti padronanza del linguaggio e delle argomentazioni tecnico-scientifiche spiegate durante il corso e/o presenti nelle opere elencate nelle indicazioni bibliografiche.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/05 - STORIA DELLE SCIENZE E DELLE TECNICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/05 - STORIA DELLE SCIENZE E DELLE TECNICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/05 - STORIA DELLE SCIENZE E DELLE TECNICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
mercoledì, 10:30-13:30
In seguito alle misure adottate per fronteggiare la pandemia il ricevimento in presenza è sospeso: gli studenti possono contattarmi per mail e fissare colloqui skype