Storia medievale

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'obiettivo del corso è quello di fornire le linee generali della storia medievale, nonché gli strumenti necessari alla comprensione dei principali aspetti politici, economici, sociali e religiosi dei secoli che vanno dall'età tardoantica al primo Rinascimento.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza dello svolgimento politico-istituzionale, socioeconomico e culturale della storia medievale, dal V al XV secolo. Sarà inoltre in grado di collocare gli eventi e le figure più rappresentative nei loro contesti cronologici e geografici. Lo studente sarà in grado di utilizzare strumenti linguistici (proprietà di linguaggio, corretto lessico specifico) adeguati a esprimere, in forma chiara ed efficace, concetti di carattere politico, istituzionale, economico, religioso; saprà affrontare criticamente opere storiografiche e utilizzare i principali strumenti, anche informatici, per la ricerca e l'analisi delle fonti. Queste competenze saranno acquisite tramite un confronto diretto e continuativo con il docente in aula; la discussione intorno alle fonti proposte costituirà inoltre un momento di riflessione critica e di apprendimento metodologico. Gli studenti non frequentanti potranno avvalersi degli strumenti didattici messi eventualmente a disposizione dal docente su Ariel, approfondire gli argomenti principali tramite apposite letture concordate con il docente, e ovviamente confrontarsi con il docente stesso sia via mail, sia durante gli orari di ricevimento.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Titolo del corso: Medioevo in e su tavola. Cibo e societa' tra storia e arte
Unità didattica 1: Il Medioevo: definizione, storiografia e fonti
Unità didattica 2: Le principali dinamiche istituzionali, economiche e sociali del Medioevo
Unità didattica 3: Il cibo e la sua rappresentazione nel Medioevo
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti diversi da quelli richiesti per l'ammissione al corso di studi.
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito da lezione frontali volte innanzitutto all'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e del linguaggio proprio della disciplina. La discussione in aula col docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico anche multimediale presente nella piattaforma ARIEL.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (unità didattiche 1 e 2);
conoscenza di uno dei seguenti manuali: G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Sansoni, Milano 2000, oppure P. Grillo, Storia medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson, Milano-Torino 2019;
conoscenza del seguente volume:
F.M. Vaglienti, Squarci nel Medioevo. Tradizione e sperimentazioni, Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2012

- Programma per 9 cfu:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (unità didattiche 1, 2, 3)
conoscenza di uno dei seguenti manuali: G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Sansoni, Milano 2000, oppure P. Grillo, Storia medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson, Milano-Torino 2019;
conoscenza del seguente volume:
F.M. Vaglienti, Squarci nel Medioevo. Tradizione e sperimentazioni, Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2012
conoscenza di uno dei seguenti volumi:
A. Campanini, Dalla tavola alla cucina. Scrittori e cibo nel Medioevo italiano, Carocci, Roma 2012;
M. Montanari, Alimentazione e cultura nel Medioevo, Laterza, Roma-Bari 2012;
M. Montanari, Gusti del Medioevo. I prodotti, la cucina, la tavola, Laterza, Roma-Bari 2012;
A. Pertusi, G. Ortalli, I. Paccagnella, La civilta' della tavola dal medioevo al Rinascimento, Neri Pozza, Vicenza 1984;
P. Ridolfi, Rinascimento a tavola. La cucina e il banchetto nelle corti italiane, Donzelli, Roma 2015

Studenti non frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
Manuale: G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Sansoni, Milano 2000;
conoscenza del seguente volume:
F.M. Vaglienti, Squarci nel Medioevo. Tradizione e sperimentazioni, Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2012;
conoscenza di uno dei seguenti volumi:
A. Campanini, Dalla tavola alla cucina. Scrittori e cibo nel Medioevo italiano, Carocci, Roma 2012;
M. Montanari, Alimentazione e cultura nel Medioevo, Laterza, Roma-Bari 2012;
M. Montanari, Gusti del Medioevo. I prodotti, la cucina, la tavola, Laterza, Roma-Bari 2012;
A. Pertusi, G. Ortalli, I. Paccagnella, La civilta' della tavola dal medioevo al Rinascimento, Neri Pozza, Vicenza 1984;
P. Ridolfi, Rinascimento a tavola. La cucina e il banchetto nelle corti italiane, Donzelli, Roma 2015

- Programma per 9 cfu:
Manuale: G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Sansoni, Milano 2000;
conoscenza del seguente volume:
F.M. Vaglienti, Squarci nel Medioevo. Tradizione e sperimentazioni, Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2012;
conoscenza di due dei seguenti volumi:
A. Campanini, Dalla tavola alla cucina. Scrittori e cibo nel Medioevo italiano, Carocci, Roma 2012;
M. Montanari, Alimentazione e cultura nel Medioevo, Laterza, Roma-Bari 2012;
M. Montanari, Gusti del Medioevo. I prodotti, la cucina, la tavola, Laterza, Roma-Bari 2012;
A. Pertusi, G. Ortalli, I. Paccagnella, La civilta' della tavola dal medioevo al Rinascimento, Neri Pozza, Vicenza 1984;
P. Ridolfi, Rinascimento a tavola. La cucina e il banchetto nelle corti italiane, Donzelli, Roma 2015

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d'esame, eventualmente in lingua francese.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Metodo: esame orale
- Tipo di esame: colloquio orale
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare e elaborare le conoscenze acquisite, capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto; qualità dell'esposizione, competenza nell'uso del lessico della disciplina, efficacia comunicativa e chiarezza.
- Tipo di valutazione: voto in trentesimi
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Martedì, ore 15:00, o previo appuntamento concordato a mezzo e-mail
Piattaforma Skype (Folco Vaglienti)