Tecnologie e tecniche di acquisizione in risonanza magnetica

A.A. 2019/2020
7
Crediti massimi
70
Ore totali
SSD
FIS/07 ING-INF/07 MED/36 MED/50
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il Corso si prefigge lo scopo di:
- fornire la conoscenza delle caratteristiche e dei principi di utilizzo delle apparecchiature RM
- illustrare le principali linee guida per l'esecuzione di studi RM dei vari organi e apparati, nonché la capacità di riconoscere sulle immagini: segmento esaminato, piano di scansione, tipo di sequenza utilizzata
- fornire conoscenze specifiche per l'applicazione delle tecniche di studio radiologiche al sistema Nervoso Centrale
- illustrare il ruolo attuale della radiologia vascolare ed interventistica nella diagnosi e terapia di differenti affezioni, e di rendere edotti gli studenti circa i materiali angiografici e le problematiche tecniche correlate alle differenti procedure
- fornire conoscenze riguardo anatomia e patologia delle vie aeree superiori e la loro correlazione con la diagnostica per immagini.
Risultati apprendimento attesi
Al termine lo studente dovrà:
- conoscere caratteristiche e principi alla base delle apparecchiature RM
- conoscere i protocolli comunemente utilizzati in RM
- saper correlare le immagini RM con le strutture anatomiche del corpo umano, nonché riconoscere i differenti tipi di pesatura e le sequenze utilizzate
- conoscere le tecniche di studio del SNC (dalla TC all'RM e le indagini funzionali)
- conoscere i differenti tipi di materiali utilizzati in radiologia interventistica e le principali procedure
- conoscere le principali patologie delle vie aeree superiori e le rispettive tecniche di indagine più idonee.
Programma e organizzazione didattica

Single session

Responsabile
Prerequisiti
Conoscenza approfondita dei contenuti del corso di "Princìpi di fisica e matematica".
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dell'apprendimento prevede una prova scritta ed una prova orale.
La prova scritta, della durata di 45 minuti, si basa su 60 quiz con 4 opzioni di risposta (una sola corretta) e la votazione minima di 18 consente di accedere alla successiva prova orale. Ad ogni risposta esatta è assegnato un punteggio di 0,5 punti fino ad arrivare al punteggio complessivo di 30 punti disponibili. È prevista una penalizzazione di 0,1 punti per ogni risposta sbagliata. Non sono previste penalizzazioni per le risposte non date. La prova scritta può comprendere tutti gli argomenti trattati durante le lezioni.
La prova orale va sostenuta nella stessa sessione di esami in cui si è sostenuta e superata la prova scritta. Il non superamento della prova orale comporta la ripetizione della prova scritta. Per consultare il calendario delle sessioni d'esame previste per l'anno accademico in corso si deve far riferimento al calendario degli appelli pubblicato sul sito del Corso di Laurea.
La prova orale valuta globalmente le competenze acquisite dallo studente e comprende sempre una o più domande sui contenuti del corso.
Il voto finale non è la media aritmetica del voto della prova scritta e della prova orale.
La prenotazione sul portale UNIMIA, entro le date stabilite per ciascun appello, è obbligatoria per lo svolgimento dell'esame.
Apparecchiature risonanza magnetica, formazione ed elaborazione delle immagini
Programma
Il contrasto dell'immagine RM.
Princìpi di formazione delle immagini in RM: il K-spazio.
Spettroscopia - Princìpi ed applicazioni.
Risonanza magnetica con mezzo di contrasto.
Sequenze avanzate.
Cenni di elaborazione di immagini.
Metodi didattici
Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con proiezione di diapositive in Power Point. Le diapositive delle lezioni frontali sono caricate sul sito Ariel o consegnate direttamente agli studenti.
Materiale di riferimento
CORIASCO, RAMPADO, BRADAC: Elementi di risonanza magnetica: Dal protone alle sequenze per le principali applicazioni diagnostiche - Springer Science & Business Media, 2014
Princìpi fisici della risonanza magnetica
Programma
Magnetismo e i principi fisici alla base della produzione del segnale RM.
Scanner RM e le sue componenti.
Indicatori della qualità dell'immagine e gli artefatti in RM.
Sequenze fondamentali.
Sicurezza in RM e cenni di controlli di qualità.
Metodi didattici
Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con proiezione di diapositive in Power Point. Le diapositive delle lezioni frontali sono caricate sul sito Ariel o consegnate direttamente agli studenti.
Materiale di riferimento
DONALD G. MITCHELL: Principi di Risonanza Magnetica - Edizione italiana: Ed. Centro Scientifico
Imaging risonanza magnetica
Programma
Applicazioni cliniche della RM nei vari distretti clinici: encefalo, cuore e vasi, fegato, sistema biliare, pancreas, reni e surreni, prostata, intestino, articolazioni e colonna vertebrale.
Metodi didattici
Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con proiezione di diapositive in Power Point. Le diapositive delle lezioni frontali sono caricate sul sito Ariel o consegnate direttamente agli studenti.
Materiale di riferimento
VANZULLI, TORRICELLI, RAIMONDI: Manuale di RM per TSRM - Poletto editore, 2018 (2a edizione)
Tecniche e protocolli della risonanza magnetica
Programma
Princìpi di risonanza magnetica: considerazioni tecniche di performance.
Parametri tecnici che influenzano il contrasto dell'immagine RM.
Parametri tecnici che influenzano la qualità dell'immagine.
Parametri tecnici che influenzano il tempo di acquisizione.
Tecniche di imaging parallelo e utilizzo di bobine phased array.
Accoglienza e gestione del paziente e sicurezza in RM.
Tecniche RM muscoloscheletrica (posizionamento, bobine utilizzate, principali sequenze e piani di acquisizioni).
Protocolli RM spalla, gomito, polso, bacino, anche, ginocchio, caviglia e piede.
Posizionamento del paziente e scelta delle bobine. Principali sequenze di impulsi e dei piani di scansione nei vari quesiti clinici.
Tecniche RM addome (preparazione paziente, centratura, bobine dedicate, sequenze utilizzate, piani di studio).
Protocollo RM addome superiore. Posizionamento del paziente e scelta delle bobine, sequenze di impulsi utilizzate e piani di scansione.
Protocollo ColangioRM. Protocollo EnteroRM. Protocolli addome inferiore nei principali quesiti clinici.
Protocollo RM mammelle, posizionamento del paziente e scelta delle bobine, scelta delle sequenze di impulsi e dei piani di scansione.
Tecniche e protocolli Angio RM. Posizionamento del paziente e scelta delle bobine.
Sequenze di impulsi (TOF, PC, CE-MRA) e dei piani di scansione.
Principali artefatti in RM ed eventuali strategie per eliminarli o ridurli.
Metodi didattici
Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con proiezione di diapositive in Power Point. Le diapositive delle lezioni frontali sono caricate sul sito Ariel o consegnate direttamente agli studenti.
Materiale di riferimento
VANZULLI, TORRICELLI, RAIMONDI: Manuale di RM per TSRM - Poletto editore, 2018 (2a edizione)
CORIASCO, RAMPADO, BRADAC: Elementi di risonanza magnetica: Dal protone alle sequenze per le principali applicazioni diagnostiche - Springer Science & Business Media, 2014
Moduli o unità didattiche
Apparecchiature risonanza magnetica, formazione ed elaborazione delle immagini
ING-INF/07 - MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE - CFU: 1
Lezioni: 10 ore

Imaging risonanza magnetica
MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA - CFU: 4
Lezioni: 40 ore

Princìpi fisici della risonanza magnetica
FIS/07 - FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA) - CFU: 1
Lezioni: 10 ore

Tecniche e protocolli della risonanza magnetica
MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE - CFU: 1
Lezioni: 10 ore

Docente/i
Ricevimento:
Da concordare via email
IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Radiologia, piano -2