Diritto della sicurezza del lavoro

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/07
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha lo scopo di far conseguire agli studenti:
- la conoscenza approfondita relative all'origine, alle fonti, alla struttura e al funzionamento del sistema prevenzionistico in Italia e in Europa in materia di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro;
- la capacità di affrontare criticamente i temi e di risolvere le questioni giuridiche richieste ai fini dell'assunzione di compiti di natura tecnico-giuridica connessi allo svolgimento dell'attività aziendale e professionale e all'attuazione delle disposizioni del d.lgs. n. 81/2008;
- la piena padronanza del linguaggio tecnico attinente alla materia;
- la capacità di collegare i diversi argomenti e di applicare le conoscenze acquisite nell'interpretare le fonti di disciplina legislativa e contrattuale vigenti con metodo e autonomia di valutazione.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso, lo studente che abbia proficuamente appreso la materia avrà una conoscenza approfondita delle finalità, dei contesti, delle problematiche e delle possibili conseguenze delle politiche del diritto internazionale, europeo e nazionale in materia di salute e sicurezza dei lavoratori con l'acquisizione di un metodo di ragionamento idoneo ad affrontare temi giuridici complessi.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Le lezioni saranno effettuate in forma sincrona (Microsoft Teams), accompagnate dalla relativa registrazione, asincrona (Power Point con audio) ovvero in presenza in caso di superamento della fase epidemiologica emergenziale. Prima dell'inizio delle lezioni saranno comunicate sulla piattaforma ARIEL dedicata all'insegnamento le relative modalità di svolgimento.
Programma
Il corso si articolerà in due moduli:
a) un primo modulo riguardante la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nell'ordinamento nazionale (i principi costituzionali, la disciplina codicistica, la legislazione speciale, l'art. 9 dello Statuto dei lavoratori, l'evoluzione della contrattazione collettiva aziendale e nazionale), internazionale (le Convenzioni OIL, la direttiva quadro n. 391/1989 e le direttive particolari la giurisprudenza della Corte di Giustizia) e comunitario (i limiti e i profili critici nell'attuazione delle direttive comunitarie nei principali Paesi Europei);
b) un secondo modulo avente ad oggetto la disciplina del Titolo I del d.lgs. n. 81/2008 e, in particolare, delle evoluzioni e delle caratteristiche della disciplina (anche alla luce del della trasformazione digitale dell'"Industria 4.0"), del campo di applicazione oggettivo e soggettivo, del sistema istituzionale e di prevenzione, del sistema dell'assicurazione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari, ad eccezione di quanto indicato dal regolamento didattico del corso di laurea secondo il quale sono propedeutici gli insegnamenti di Istituzioni di diritto privato, di Diritto costituzionale e di Diritto del lavoro.
Metodi didattici
Lezioni frontali. Alle lezioni in aula si potranno affiancare attività seminariali e approfondimenti, dedicati ad aspetti specifici della materia. Nella fase epidemiologica emergenziale la didattica potrà svolgersi anche in forma sincrona (Microsoft Teams) ovvero asincrona (Power Point con audio).
Materiale di riferimento
Gli studenti, frequentanti e non, sono tenuti a preparare l'esame sui seguenti testi:
a) M. Lai, Il diritto della sicurezza sul lavoro tra conferme e sviluppi, Giappichelli, Torino, 2017;
b) S. Giubboni - G. Ludovico - A. Rossi, Infortuni sul lavoro e malattie professionali, Cedam, Padova, 2020, da pag. 150 a pag. 218.
Sulla piattaforma ARIEL dedicata all'insegnamento sarà pubblicato anche il materiale di supporto (slides power point e documentazione.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova finale del profitto relativa all'insegnamento si svolge in forma orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. La prova orale è volta ad accertare il grado di conoscenza della materia, il livello di approfondimento e la qualità dell'esposizione.
Verifiche in itinere del profitto potranno essere effettuate durante il corso in forma scritta o orale per i soli studenti che hanno regolarmente frequentato le lezioni in aula. Le modalità saranno indicate a lezione e comunicate sulla piattaforma ARIEL UNIMI nella sezione dedicata all'insegnamento.
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente/i
Ricevimento:
lunedì e venerdì dalle 13:00 alle 15:00, previo appuntamento da concordare via e-mail
Milano, Via Festa del Perdono 7