Diritto e bioetica

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/20
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di far conseguire una conoscenza approfondita della normativa italiana relativa ai principali temi di rilevanza bioetica e di indagare, anche mediante un'analisi comparatistica, le controversie giuridiche e i dilemmi etici a essi relativi, onde incoraggiare lo sviluppo di un'autonoma capacità di analisi e critica delle discipline normative eticamente sensibili. Al riguardo, saranno affrontati temi quali la procreazione medicalmente assistita, l'ingegneria genetica, l'interruzione volontaria di gravidanza, l'interruzione dei trattamenti medico-sanitari, l'eutanasia e il testamento biologico.
Risultati apprendimento attesi
- Conoscenza approfondita e comprensione della normativa nazionale ed europea relativa alle principali questioni bioetiche e del relativo dibattito morale
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione delle questioni bio-giuridiche nell'analisi di nuove tecnologie, nuove normative e decisioni giurisprudenziali italiane ed europee
- Sviluppo di un'autonomia di giudizio critico sulle questioni etiche e giuridiche rilevanti, acquisita mediante prove pratiche di analisi di sentenze italiane, europee ed estere, nonché di relazioni scritte sugli aspetti bio-giuridici di innovazioni mediche e tecnologiche.
- Sviluppo di un'abilità comunicativa che consenta di applicare i concetti e le strutture argomentative discussi nel corso a temi nuovi, sviluppata principalmente attraverso discussioni in aula e gruppi di lavoro.
- Capacità di proseguire in modo autonomo lo studio nel corso della vita, grazie alla conoscenza e alla capacità di usare i principali argomenti del dibattito bio-giuridico.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Nell'ipotesi in cui la fase emergenziale continuasse nel secondo semestre dell'a.a. 2020-2021, le lezioni si svolgeranno in streaming su Teams con contestuale registrazione.
Saranno considerati frequentanti tutti e tutte coloro che parteciperanno almeno al 70% dei forum su ariel che verranno postati settimanalmente e che riguarderanno temi trattati a lezione.
Programma
Questioni di inizio vita (pma, gestazione per altri, interruzione volontaria di gravidanza, clonazione, ricerca sulle staminali), rapporto medico-paziente (consenso informato, medicina difensiva, responsabilità medica), questioni eticamente sensibili derivanti dallo sviluppo scientifico (ingegneria genetica, genoma-editing, DNA-fingerprinting), questioni di fine vita (definizione dei concetti di morte e malattia, donazione di organi, interruzione dei trattamenti, eutanasia, suicidio assistito).
Prerequisiti
Non vi sono prerequisiti specifici
Metodi didattici
Lezioni frontali, esercitazioni di gruppo, predisposizione di elaborati su temi innovativi.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti: materiale online (ariel.unimi.it)
Studenti non frequentanti:
(1) F. Poggi (a cura di), Diritto e bioetica, Carocci, Roma, 2013.
(2) G. Cricenti, I giudici e la bioetica, Carocci, Roma, 2017.
(3) A. Santosuosso, Diritto, scienza, nuove tecnologie, CEDAM, Milano, II ed., 2016, limitatamente ai capitoli 3, 4, 5, 6 e 7.
(4) Costituisce parte integrante del programma d'esame lo studio approfondito dei seguenti testi normativi: (i) Legge 1 aprile 1999, n. 91, "Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti di organi e di tessuti"; (ii) Legge 19 febbraio 2004, n. 40, "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"; (iii) Legge 22 dicembre 2017, n. 219, "Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento".
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Studenti frequentanti: esame orale oppure (facoltativamente) due prove intermedie, consistenti in una esercitazione di gruppo e nella redazione di una relazione, più una prova finale consistente in un test scritto a risposte chiuse e aperte.
Studenti non frequentanti: esame orale.
Costituiscono parametri di valutazione: la conoscenza approfondita della normativa di riferimento; la proprietà linguistica e la capacità espositiva; la capacità di organizzare le conoscenze acquisite; l'abilità nell'individuare i problemi etici e giuridici.
IUS/20 - FILOSOFIA DEL DIRITTO - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Poggi Francesca
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento da richiedere via e-mail a : francesca.poggi@unimi.it