Diritto internazionale (of2)

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
63
Ore totali
SSD
IUS/13
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza di base e comprensione degli istituti fondamentali del diritto internazionale pubblico e privato;
- Capacità di applicare la conoscenza e la comprensione acquisite alle fattispecie concrete;
- Autonomia di giudizio nell'indagine dei fenomeni della vita giuridica internazionale e delle loro conseguenze applicative;
- Abilità comunicative e capacità di argomentare la propria rielaborazione della materia con rigore logico-giuridico e proprietà di linguaggio;
- Capacità di apprendimento, intesa come riflessione sui profili storici ed evolutivi del diritto internazionale pubblico e privato
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente che abbia proficuamente appreso la materia avrà acquisito una conoscenza approfondita delle fonti e delle principali istituzioni del diritto internazionale pubblico; delle regole che disciplinano le relazioni tra i soggetti del diritto internazionale; delle regole che disciplinano i rapporti privati di carattere internazionale
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-C

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Le lezioni si svolgeranno su Microsoft Teams in modalità sincrona, negli orari stabiliti, e saranno registrate e consultabili sulla piattaforma stessa in modalità asincrona. Le informazioni su come accedere alle lezioni su Microsoft Teams e le altre istruzioni sulla didattica saranno caricate sul sito ARIEL del corso: si raccomanda di consultarlo regolarmente.

Nel caso in cui, tenuto conto dell'evoluzione dell'epidemia e del rispetto delle pertinenti normative, dovesse essere possibile svolgere attività in presenza in aula, gli studenti ne saranno prontamente informati tramite ARIEL. In ogni caso le lezioni saranno registrate e consultabili online.

Il corso alternerà tecniche didattiche differenti: lezioni frontali, metodo seminariale, analisi di materiali giuridici e soluzione di casi. Le lezioni potrebbero anche includere materiali pre-registrati.

Il programma del corso è invariato. Il contenuto delle singole lezioni potrebbe essere modificato in funzione dei metodi didattici sopra descritti.

I materiali di riferimento sono invariati.

Le modalità di verifica dell'apprendimento e i criteri di valutazione non subiranno variazioni, fermo restando che l'esame orale si svolgerà in presenza o tramite Microsoft Teams a seconda delle direttive vigenti al tempo dell'appello.
Programma
Il corso si divide in due parti, rispettivamente relative al diritto internazionale pubblico e privato.

Nella prima parte si tratteranno i seguenti argomenti:

I soggetti e gli attori del diritto internazionale
- distinzione tra soggetti e attori
- gli Stati
- le organizzazioni internazionali
- l'individuo
- le imprese multinazionali
- le organizzazioni non governative

Le fonti del diritto internazionale
- il diritto consuetudinario: formazione e codificazione
- i principi generali del diritto internazionale e i principi generali del diritto riconosciuti dalle nazioni civili
- i trattati internazionali: in particolare la Convenzione di Vienna del 1969
- lo jus cogens
- la soft law
- conflitti tra norme, interpretazione e frammentazione del diritto internazionale

L'uso della forza
- il divieto
- la legittima difesa
- il sistema di sicurezza collettiva delle Nazioni Unite
- le operazioni di peace-keeping
- il terrorismo internazionale

Il diritto internazionale sostanziale - approfondimenti in materia di:
- protezione dei diritti umani
- diritto penale internazionale
- diritto internazionale dell'ambiente
- diritto del commercio internazionale
- diritto internazionale degli investimenti

La responsabilità internazionale dello Stato
- l'illecito internazionale
- le cause di giustificazione
- le conseguenze dell'illecito
- le contromisure
- la responsabilità aggravata

La soluzione delle controversie internazionali
- di fronte alla Corte Internazionale di Giustizia
- di fronte ad altri fori internazionali
- la protezione diplomatica

Le immunità
- dello Stato
- degli organi dello Stato

L'adattamento del diritto interno al diritto internazionale
- l'adattamento al diritto consuetudinario
- l'adattamento al diritto pattizio

Nella seconda parte del corso, relativa al diritto internazionale privato, si tratteranno i seguenti argomenti:

- le fonti del diritto internazionale privato
- la norma di conflitto e i criteri di collegamento
- la qualificazione
- la giurisdizione (Regolamento Bruxelles I-bis e legge italiana 218/1995)
- il diritto applicabile
- la conoscenza del diritto straniero
- il rinvio
- l'ordine pubblico
- le norme di applicazione necessaria
- il Regolamento Roma I sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali
- il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni giudiziarie straniere (Regolamento Bruxelles I-bis e legge italiana 218/1995).
Prerequisiti
Sono propedeutici gli esami di Istituzioni di diritto privato e Diritto costituzionale.
Metodi didattici
Il corso si avvale di una pluralità di tecniche didattiche: lezioni frontali, metodo seminariale, analisi di materiali giuridici e soluzione di casi giuridici pertinenti
Materiale di riferimento
Per la parte del diritto internazionale pubblico, uno dei seguenti manuali a scelta dello studente:
1) V. CANNIZZARO, Diritto internazionale, 4ª ed., Torino, Giappichelli, 2018;
2) A. TANZI, Introduzione del diritto internazionale contemporaneo, 6a ed., 2019, Wolters Kluver, Cedam (a esclusione della Parte Prima (pp. 1-57) e della sintesi finale (p. 615 ss.), che non saranno oggetto d'esame, anche se la lettura ne è consigliata).
Per la parte di diritto internazionale privato e processuale: GABRIELLA CARELLA, Fondamenti di diritto internazionale privato. Tra sovranità, cooperazione e diritti umani, Giappichelli, 2018.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma orale e mira a verificare:
- le conoscenze acquisite dagli studenti sui temi affrontati nel corso
- l'abilità a trattare con proprietà di linguaggio gli istituti giuridici e i principi che informano la materia
- l'autonomia di giudizio, anche attraverso l'analisi dei casi discussi durante il corso o esaminati nei manuali di riferimento.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore

Cognomi D-L

Responsabile
Periodo
Primo semestre
METODI DIDATTICI
Le lezioni si terranno sulla piattaforma Microsoft Teams (MT) e potranno essere seguite sia in sincrono sulla base dell'orario del primo semestre sia in asincrono, perché saranno registrate e lasciate a disposizione degli studenti sulla medesima piattaforma o sul sito Ariel dell'insegnamento.
PROGRAMMA E MATERIALE DI RIFERIMENTO
Il programma e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.
MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
L'esame si svolgerà in forma orale utilizzando la piattaforma Microsoft Teams o, laddove la regolamentazione lo consentisse, in presenza, sempre in forma orale. L'esame, in particolare, sarà volto a:
- accertare il raggiungimento degli obiettivi in termini di conoscenza e capacità di comprensione;
- verificare l'autonomia di giudizio dello studente anche attraverso l'analisi dei casi discussi durante il corso o menzionati nei libri di testo;
- accertare la padronanza del linguaggio specifico e la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e ordinato.
Programma
- La comunità internazionale e il suo diritto. La specificità del diritto internazionale. Nozione di vita giuridica internazionale.
- La soggettività internazionale. Lo Stato, le organizzazioni internazionali e gli altri soggetti. La particolare condizione degli individui nel diritto internazionale.
- La consuetudine internazionale. La codificazione del diritto consuetudinario.
- I principi generali del diritto internazionale e i principi generali del diritto riconosciuti dalle nazioni civili.
- Il trattato internazionale. La stipulazione. L'interpretazione. Le riserve. Cause di nullità e di estinzione.
- L'adattamento dell'ordinamento interno al diritto internazionale, sia generale che pattizio. Le particolarità del sistema italiano.
- Le immunità.
- La responsabilità internazionale e la riparazione dell'illecito.
- Il sistema delle Nazioni Unite.
- La risoluzione delle controversie internazionali.
- La tutela internazionale dei diritti umani.
- I tribunali penali internazionali.
- Il diritto internazionale privato: il sistema italiano, le fonti sovranazionali.
- La giurisdizione in materia civile e commerciale: il sistema europeo e la legge italiana.
- Le norme italiane di diritto internazionale privato e il diritto applicabile: questioni generali.
- La circolazione internazionale delle sentenze: l'efficacia in Italia delle sentenze straniere.

PROGRAMMA INTEGRATIVO PER STUDENTI CHE HANNO SOSTENUTO ESAMI PRESSO SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI:
Corso di Istituzioni di diritto internazionale e istituzioni di diritto dell'Unione europea: esame da 12 CFU complessivi. Per ottenere il riconoscimento dell'esame come diritto internazionale corso base della laurea magistrale (LMG/01 Giurisprudenza), lo studente dovrà sostenere una prova integrativa con il docente della cattedra determinata secondo le lettere del proprio cognome (A-D, E-N, O-Z), avente ad oggetto le parti del programma di quel docente relative al diritto internazionale privato e processuale.
Corso di Diritto internazionale dei contratti e dell'impresa (6 CFU) + Corso di istituzioni di diritto internazionale e istituzioni di diritto dell'Unione europea (12 crediti): 18 CFU complessivi. Riconoscimento automatico senza necessità di integrazioni per la laurea magistrale (LMG/01 Giurisprudenza) come diritto internazionale (9 CFU).
Prerequisiti
Diritto costituzionale, Istituzioni di diritto privato
Metodi didattici
Accanto alle lezioni frontali potranno svolgersi seminari di approfondimento su temi specifici, attraverso esame di sentenze della Corte internazionale di giustizia. Le indicazioni relative ai seminari vengono date a lezione.
Materiale di riferimento
Per il diritto internazionale pubblico: Carbone - Luzzatto - Santa Maria (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, Torino, Giappichelli, 2016, 5a ed., limitatamente alle seguenti pagine: 1-431.
Per il diritto internazionale privato: Carella, Fondamenti di diritto internazionale privato, Torino, Giappichelli, 2018.
Per i dati normativi si raccomanda la consultazione di: Codice di diritto internazionale pubblico, (a cura di Luzzatto - Pocar), Torino, Giappichelli, ultima edizione; e Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati (a cura di Clerici - Mosconi - Pocar), Milano, Giuffrè, ultima edizione.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma orale e verte, con pari rilievo, sia sulla parte del corso dedicata ai temi di diritto internazionale pubblico che a quella avente ad oggetto le nozioni di diritto internazionale privato. Per gli studenti frequentanti ulteriori indicazioni saranno date a lezione.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente: Fumagalli Luigi

Cognomi M-Q

Responsabile
Periodo
Primo semestre
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore

Cognomi R-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre
A causa dell'emergenza COVID-19, e salve eventuali ulteriori disposizioni dovute all'evolversi della situazione sanitaria, l'insegnamento sarà impartito attraverso la piattaforma Microsoft Teams in modalità sincrona e relativa registrazione, mantenendo gli orari di lezione programmati per le lezioni in presenza.
Programma
PRIMA PARTE: DIRITTO INTERNAZIONALE PUBBLICO

A) Caratteri e struttura della società internazionale e del suo diritto

B) Soggetti
- Soggettività giuridica internazionale degli Stati
- Organizzazioni internazionali
- Organizzazione delle Nazioni Unite
- Personalità giuridica internazionale dell'individuo

C) Divieto di uso della forza e sistema di sicurezza collettivo delle Nazioni Unite

D) Fonti del diritto internazionale
a) Diritto internazionale generale. Consuetudine. Codificazione del diritto internazionale generale. Principi generali
b) Diritto internazionale particolare: trattati. Convenzione di Vienna del 1969. Formazione dei trattati. Riserve. Interpretazione dei trattati. Cause di invalidità e di estinzione dei trattati

E) Jurisdiction e regole sulla immunità
- Immunità degli Stati
- Immunità degli organi dello Stato: immunità funzionale; immunità personale
- Immunità e crimini internazionali

F) Adattamento al diritto internazionale
- Procedimento ordinario e procedimento speciale
- Adattamento al diritto internazionale generale
- Adattamento ai trattati

G) Illecito internazionale e responsabilità
- elemento soggettivo e elemento oggettivo
- contenuto della responsabilità internazionale: cessazione dell'illecito e riparazione
- contromisure

H) Controversie internazionali e mezzi di risoluzione
- nozione di controversia internazionale
- mezzi diplomatici e non diplomatici di risoluzione
- arbitrato e giurisdizione internazionale
- Corte internazionale di giustizia

SECONDA PARTE: DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO

I) Diritto internazionale privato: introduzione e fonti
- Legge n. 218/1995, convenzioni internazionali, regolamenti europei

J) Giurisdizione ai sensi del regolamento n. 1215/2012
- Regolamento n. 1215/2012: ambito di applicazione; fori alternativi; fori imperativi; fori esclusivi; proroga di giurisdizione.
- Verifica della competenza da parte del giudice; coordinamento della giurisdizione tra giudici di Stati membri diversi: litispendenza e connessione.

K) Riconoscimento ed esecuzione delle sentenze straniere ai sensi del regolamento n. 1215/2012.

L) Giurisdizione e riconoscimento delle sentenze ai sensi della legge n. 218/1995
- Carattere residuale
- Disposizioni della legge n. 218/1995 in tema di giurisdizione
- Disposizioni della legge n. 218/1995 in tema di riconoscimento delle sentenze

M) Diritto applicabile:
- profili storici;
- norme materiali e norme strumentali; oggetto delle norme di d.i.pr.
- struttura della norma di d.i.pr
- fattispecie; problema della qualificazione
- criterio di collegamento: nozione e categorie.

N) Tecniche particolari di soluzioni dei conflitti di leggi: a) autonomia della volontà; b) prossimità territoriale; c) considerazioni materiali; d) concorso alternativo e successivo di criteri di collegamento; e) conflitti tra sistemi di d.i.pr.: il rinvio.

O) Richiamo del diritto straniero da parte della norma di d.i.pr.
- conoscenza, applicazione e interpretazione del diritto straniero richiamato;
- richiamo di ordinamenti plurilegislativi.

P) Limiti all'applicazione del diritto straniero
- ordine pubblico
- norme di applicazione necessaria
Prerequisiti
Diritto costituzionale, Istituzioni di diritto privato
Metodi didattici
Durante il corso, che si compone di lezioni frontali, verrà comunque dato spazio allo studio di casi, anche con la partecipazione degli studenti. Le indicazioni verranno fornite a lezione e sul sito ARIEL.
Materiale di riferimento
Per diritto internazionale pubblico:
CARBONE - LUZZATTO - SANTA MARIA (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, 5a ed., Torino, Giappichelli, 2016
limitatamente alle seguenti pagine: 1-431 (Capitoli da I a IX).

Per diritto internazionale privato:
MOSCONI - CAMPIGLIO, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 9a ed., Torino, Utet, 2020
limitatamente alle seguenti parti: Capitolo I, paragrafi da 1 a 10; Capitolo II, paragrafi da 1 a 21 e da 25 a 30; Capitolo III, per intero; Capitolo IV, per intero; Capitolo V, paragrafi da 1 a 14 e da 17 a 23.

Per i dati normativi si raccomanda di consultare:
a) LUZZATTO - POCAR (a cura di), Codice di diritto internazionale pubblico, Torino, Giappichelli, ultima edizione;
b) CLERICI - MOSCONI - POCAR (a cura di), Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
oppure, in alternativa ad a) e b),
c) i materiali pubblicati sul sito Ariel nella sezione Contenuti / Materiali didattici.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova orale, della durata di circa 20/30 minuti, mira a verificare, oltre alla conoscenza delle nozioni, l'acquisizione di un lessico appropriato e la capacità di affrontare e risolvere criticamente le questioni giuridiche mediante la rielaborazione delle conoscenze acquisite nonché, per gli studenti frequentanti, la comprensione e la capacità di valutazione dei casi affrontati.
Gli studenti che lo desiderano possono suddividere l'esame in due parti (da sostenere in appelli diversi), rispettivamente per il diritto internazionale pubblico e il diritto internazionale privato.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente/i
Ricevimento:
Martedì alle ore 13.30; nel primo semestre martedi ore 10.15
Dipartimento
Ricevimento:
Mercoledì ore 16-18
Dipartimento diritto pubblico italiano e sovranazionale (sezione diritto internazionale - piano terra) - a causa dell'emergenza coronavirus il ricevimento studenti si svolge online - si prega di contattare la Professoressa
Ricevimento:
Martedì ore 12.00
Sezione di Diritto Internazionale e dell'Unione europea (ex Istituto di Diritto Internazionale), piano terra
Ricevimento:
Nel primo semestre, nel periodo delle lezioni: martedì, ore 10.30 - 11.30; nel resto dell'anno accademico: martedì, ore 12.00 - 13.00
Dipartimento