Diritto internazionale privato e processuale

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/13
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza e capacità di comprensione degli specifici aspetti giuridici sottesi ai rapporti privati internazionali.
- Capacità di applicare la disciplina astratta dei rapporti privati internazionali a casi concreti.
Risultati apprendimento attesi
- Autonomia di giudizio nella valutazione dei profili teorici e pratici della materia.
- Abilità nel comunicare quanto appreso, con proprietà di linguaggio e coerenza logico-giuridica.
- Capacità di apprendere la disciplina dei rapporti privati internazionali.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
METODI DIDATTICI:

Qualora la situazione sanitaria nel secondo semestre lo rendesse ancora necessario, le lezioni si terranno sulla piattaforma Microsoft Teams (MT) e potranno essere seguite sia in sincrono sulla base dell'orario indicato, sia in asincrono, perché saranno registrate e lasciate a disposizione degli studenti sulla medesima piattaforma. Compatibilmente alla situazione sanitaria e nel rispetto delle indicazioni vigenti, potranno essere previste delle attività in presenza in aula, delle quali gli studenti saranno opportunamente informati mediante avvisi sul sito Ariel, che si invita a consultare regolarmente.

PROGRAMMA E MATERIALE DI RIFERIMENTO
Il programma e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.

MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
L'esame si svolgerà in forma orale utilizzando la piattaforma Microsoft Teams o, laddove la regolamentazione lo consentisse, in presenza, sempre in forma orale. L'esame, in particolare, sarà volto a:
- accertare il raggiungimento degli obiettivi in termini di conoscenza e capacità di comprensione;
- verificare l'autonomia di giudizio dello studente anche attraverso l'analisi dei casi discussi durante il corso o menzionati nei libri di testo;
- accertare la padronanza del linguaggio specifico e la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e ordinato.
Programma
Il corso, articolato in due moduli, è dedicato all'approfondimento della disciplina dei rapporti privati internazionali, il cui quadro generale viene illustrato nel corso base di Diritto internazionale. Verranno dunque approfonditi aspetti specifici in ordine all'ambito della giurisdizione italiana, all'applicazione delle norme di diritto internazionale privato, al richiamo del diritto straniero, all'efficacia delle sentenze e degli atti stranieri in Italia, con particolare attenzione alle più significative realizzazioni e ai più recenti sviluppi della cooperazione giudiziaria in materia civile in ambito europeo e dei lavori della Conferenza dell'Aja di diritto internazionale privato. Particolare attenzione sarà dedicata al regime internazionalprivatistico delle obbligazioni, sia contrattuali che extra-contrattuali, dei rapporti di famiglia e successori.

Il primo modulo avrà per oggetto la parte generale del diritto internazionale privato e processuale, quale definita dal diritto comune, dalle convenzioni internazionali e dal diritto dell'Unione europea. In tale quadro si esamineranno i temi generali relativi alla norma di conflitto, alla determinazione dell'ambito della giurisdizione degli Stati membri dell'Unione europea e alla circolazione internazionale delle relative decisioni. Nello stesso modulo si analizzerà quindi la disciplina internazionalprivatistica delle obbligazioni contrattuali e non contrattuali, comprensiva anche dei profili processuali, con particolare riferimento alla disciplina posta dai regolamenti Roma I e Roma II, nonché alle regole che stabiliscono i fori speciali concernenti le controversie in materia contrattuale e in materia di illeciti civili contemplati nel regolamento Bruxelles I bis.

Il secondo modulo si svilupperà, per il corso da 9CFU, per coprire gli aspetti internazionalprivatistici dei rapporti societari, famigliari e successori quali disciplinati nei regolamenti dell'Unione Europea, nelle convenzioni dell'Aja e nella L. n. 218/95. In particolare, attraverso l'analisi di casi concreti e della giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea saranno esaminate le norme che regolano la ripartizione della giurisdizione nazionale e la determinazione della legge applicabile in materia di separazione, divorzio, affidamento e rapimento internazionale dei minori, obblighi alimentari e successioni.

Programma sintetico esame da 9 CFU:
- Il diritto internazionale privato: il sistema italiano, le fonti sovranazionali.
- La giurisdizione in materia civile e commerciale: il sistema europeo e la legge italiana.
- Le norme italiane di diritto internazionale privato e il diritto applicabile: questioni generali.
- La circolazione internazionale delle sentenze: l'efficacia in Italia delle sentenze straniere.
- Le obbligazioni contrattuali.
- Le obbligazioni non contrattuali.
- Capacità e diritti delle persone fisiche.
- La protezione degli incapaci.
- Diritto internazionale privato di famiglia (matrimonio, unioni civili, divorzio, responsabilità genitoriale, alimenti)
- Successioni.
- Diritti reali.
- Donazioni.
Prerequisiti
Diritto internazionale (obbligatorio).
Diritto processuale civile e Diritto dell'Unione europea (consigliati).
Metodi didattici
Le indicazioni relative ai seminari vengono date a lezione.
Materiale di riferimento
- Mosconi - Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 8ª ed., Torino, Utet, 2017.
- Mosconi - Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. II, Statuto personale e diritti reali, 5ª ed., Torino, Utet, 2019.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Interrogazione orale. L'interrogazione mira ad accertare le conoscenze acquisite dagli studenti, la loro comprensione delle problematiche sottese alla materia oggetto del corso, nonché l'acquisizione di un lessico appropriato e la loro abilità di sintetizzare concetti complessi.

Maggiori informazioni relative alle modalità di esame per gli studenti frequentanti verranno fornite a lezione.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente/i
Ricevimento:
Martedì alle ore 13.30; nel primo semestre martedi ore 10.15
Dipartimento
Ricevimento:
Nel primo semestre, nel periodo delle lezioni: martedì, ore 10.30 - 11.30; nel resto dell'anno accademico: martedì, ore 12.00 - 13.00
Dipartimento