Diritto processuale civile (of2)

A.A. 2020/2021
14
Crediti massimi
98
Ore totali
SSD
IUS/15
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- buona conoscenza dei principi e delle nozioni fondamentali del diritto processuale civile, anche in relazione agli istituti e principi di diritto privato, diritto commerciale e diritto costituzionale che essi presuppongono;
- capacità di comprensione del testo normativo, nella sua dimensione letterale e sistematica;
- capacità di esporre le nozioni acquisite con coerenza logica e proprietà di linguaggio;
- capacità di ragionare sulle questioni interpretative e di applicare le nozioni ai casi concreti.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso ci si attende che lo studente abbia acquisito una conoscenza approfondita degli argomenti della materia, e della metodologia specifica del diritto processuale civile come facente capo a principi generali e valori tecnici largamente distinti rispetto a quelli del diritto sostanziale e potenzialmente dotati di valenza per tutti i tipi di processo.
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-D

Responsabile
Periodo
annuale
Il programma e il materiale di riferimento non subiranno variazioni. Gli esami si svolgeranno secondo le regole degli anni precedenti, esposte nella sezione "modalità di verifica dell'apprendimento". Salve le modifiche che si renderanno opportune in relazione all'evoluzione della situazione di emergenza sanitaria, gli esami si svolgeranno in forma orale tramite la piattaforma Microsoft Teams, mediante accesso degli studenti al link che sarà pubblicato sul sito Ariel del docente alcuni giorni prima dell'appello. Gli studenti sono invitati a prendere visione delle istruzioni tecniche presenti al riguardo sul sito di Ateneo.
Le lezioni saranno svolte, come da indicazioni dell'Ateneo, on line almeno nel I semestre secondo le modalità che saranno comunicate nel mese di settembre. Se la regolamentazione dell'emergenza sanitaria lo consentirà sarà ripreso lo svolgimento delle lezioni in aula. Ove dovessero proseguire con la modalità on line non sarà possibile organizzare la prova scritta intermedia riservata ai frequentanti al termine del I semestre del corso.
Programma
Il corso ha per oggetto i principi relativi alla funzione giurisdizionale civile e le regole di svolgimento del processo civile. Il programma comprende:
I PARTE: Principi costituzionali sulla funzione giurisdizionale - L'azione e l'eccezione - Le condizioni dell'azione - I presupposti processuali - La domanda giudiziale - La connessione di azioni - Il litisconsorzio - Il giudicato - La nullità degli atti processuali.
II PARTE: Il processo di cognizione di primo grado - Le impugnazioni - Principi generali sull'esecuzione forzata - I principali procedimenti speciali.
Prerequisiti
E' importante che lo studente abbia una buona conoscenza delle materie sostanziali fondamentali, soprattutto diritto privato, diritto costituzionale e diritto commerciale.
Metodi didattici
Il corso si svolge con lezioni frontali in due semestri (lezioni bisettimanali).
Materiale di riferimento
I PARTE:
E. Merlin, Elementi di diritto processuale civile. Parte generale, Pisa., Pacini giuridica, ultima edizione;
o in alternativa:
F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. I, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
o in alternativa:
C. Consolo, Spiegazioni di diritto processuale civile, vol. I (con esclusione della sezione seconda) e vol. II (solo la sezione quinta), Torino, Giappichelli, ultima edizione.

II PARTE:
F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
e C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione, limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda, quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XIV, Capitolo XVI, corrispondenti a: Processo di esecuzione in generale - Gli atti preparatori dell'esecuzione forzata - Espropriazione forzata in generale - L'esecuzione in forma specifica - Le opposizioni al processo esecutivo - Procedimenti speciali in generale - Procedimento di ingiunzione - Procedimenti cautelari in generale - Sequestri - Provvedimenti d'urgenza - Procedimento sommario di cognizione - Procedimenti in camera di consiglio - Semplificazione dei riti - Mediazione e negoziazione assistita.
È necessaria in ogni caso la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato al 2019.

Gli studenti che sostengono l'esame corrispondente al precedente regime dei 9 crediti devono seguire il programma in vigore precedentemente, che non comprende il volume di C. Mandrioli - A. Carratta sopra indicato.

Programma per gli studenti che hanno già conseguito la laurea in Scienze dei servizi giuridici
Gli studenti, che hanno conseguito la laurea in Scienze dei servizi giuridici e hanno sostenuto l'esame di Diritto processuale civile da 9 Cfu, ai fini dell'integrazione dovranno sostenere l'esame con il seguente programma:
C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione, comprensivo di tutti i Capitoli sopra indicati.

Gli studenti, che hanno conseguito la laurea in Scienze dei servizi giuridici e hanno sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 6 Cfu, ai fini dell'integrazione dovranno sostenere l'esame con il seguente programma:
F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione, con esclusione dei Capitoli 1-2-3-4-5-10-20-32-33-34-35-36-37-38-39;
e C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione, comprensivo di tutti i Capitoli sopra indicati.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame è orale e si svolge con domande relative a ciascun settore del programma (parte generale, processo di primo grado, impugnazioni, esecuzione forzata, procedimenti speciali), e con richiesta di chiarire i concetti generali con esempi concreti.
L'esame corrispondente al programma da 14 CFU può essere sostenuto - nel corso di tutto l'anno accademico - in due appelli distinti per le II Parti (parte I e parte II) o in unico appello a scelta dello studente. L' esito positivo della I parte non ha limiti temporali di validità e la II parte può essere sostenuta in un qualsiasi appello successivo. L'esame corrispondente al programma da 9 CFU del vecchio ordinamento deve sempre essere sostenuto interamente in unico appello.
Ove possibile sarà organizzato l'esame in forma scritta sulla I parte al termine del corso (dicembre) del I semestre per i soli frequentanti. Le iscrizioni saranno raccolte direttamente a lezione. In tal caso e se l'esito è positivo, l'esame orale per la II parte deve essere sostenuto entro il 31 dicembre dell'anno successivo.
IUS/15 - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore
Docente: Merlin Elena

Cognomi E-N

Periodo
annuale
Le lezioni saranno tenute con modalità da remoto, seguendo le indicazioni fornite dall'ateneo
Programma
La tutela giurisdizionale e principi costituzionali. L'art. 24 e l'art. 111 Cost.. La funzione della giurisdizione civile. Le tutele: la tutela di cognizione, quella cautelare e quella esecutiva. La tutela di cognizione: mero accertamento, condanna e costitutiva. I limiti della giurisdizione civile. L'art. 37 c.p.c. la L 218/1995 e il Reg. 1215/2012. Le giuste parti del processo: rappresentanza e assistenza. I presupposti processuali. La competenza per grado, territorio, valore, materia. L'art. 38 e l'art. 50 c.p.c.. Il regolamento di competenza. La connessione e il cumulo tra cause. Le condizioni dell'azione. La domanda giudiziale. Le difese e le eccezioni. La domanda riconvenzionale. La connessione. L'accertamento incidentale. La compensazione nel processo. La litispendenza e la continenza. La regolare costituzione del giudice. Il PM nel processo civile. La pluralità di parti: il litisconsorzio necessario e quello facoltativo. L'intervento volontario e coatto (su istanza di parte o del giudice). La chiamata in garanzia. La successione nel processo e la successione nel diritto controverso. Gli effetti della sentenza. Il giudicato e la cosa giudicata. Le nullità processuali. I principi generali in materia di prove e la disciplina dei singoli mezzi di prova.
II semestre
L'atto di citazione. La comparsa di risposta. La costituzione in giudizio. L'istruzione (in senso ampio) della causa. Poteri e provvedimenti del giudice istruttore. La trattazione della causa. Le c.d. ordinanze anticipatorie di condanna. L'istruzione probatoria. Intervento dei terzi e riunione dei procedimenti. La decisione della causa. Tribunale in composizione monocratica e collegiale. La contumacia. Sospensione del processo. Interruzione del processo. Estinzione del processo. La contumacia e la riunione. Il procedimento davanti al giudice di pace. Le impugnazioni in generale. L'appello. Il giudizio davanti alla Corte di cassazione. Il giudizio di rinvio. La revocazione. L'opposizione di terzo. Il processo di esecuzione: principi generali. Le opposizioni nel processo esecutivo. Il procedimento di ingiunzione. Le disposizioni comuni ai procedimenti cautelari. I sequestri. I provvedimenti d'urgenza. Il procedimento sommario di cognizione. I procedimenti in camera di consiglio. La mediazione e la negoziazione assistita.


Programma integrazione
(i) Per coloro i quali devono integrare 5 CFU, essendosi traferiti dal corso in Servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 9 CFU, si richiede lo studio della parte relativa ai principi generali sull'esecuzione forzata, ai procedimenti speciali di cognizione, ai procedimenti cautelari, ai procedimenti in camera di consiglio, alla mediazione e alla negoziazione assistita.
(ii) Per coloro i quali devono integrare 8 CFU, essendosi trasferiti dal corso in Scienze dei servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 6 CFU (modulo dell'insegnamento Istituzioni di diritto processuale civile e Istituzioni di diritto processuale penale), si richiede lo studio del seguente programma:
- la disciplina del processo di cognizione di primo grado e nelle fasi di impugnazione ad esclusione di quella concernente la introduzione della causa, le regole comuni a tutti i mezzi di prova, e le impugnazioni in generale, nonché il processo di esecuzione: principi generali. Le opposizioni nel processo esecutivo. Il procedimento di ingiunzione. Le disposizioni comuni ai procedimenti cautelari. I sequestri. I provvedimenti d'urgenza. Il procedimento sommario di cognizione. I procedimenti in camera di consiglio. La mediazione e la negoziazione assistita.

(iii) Nel caso di passaggio da altra Facoltà verranno presi accordi specifici secondo il programma già studiato e secondo i crediti già acquisiti prima del passaggio al corso di laurea Magistrale di questa Facoltà.
Prerequisiti
Nessuno
Metodi didattici
Lezioni frontali
Materiale di riferimento
I parte:
E. T. Liebman, Manuale di diritto processuale civile. Principi, Milano, Giuffrè, ultima edizione; oppure C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. I, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. I, Milano, Giuffrè, ultima edizione; oppure C. Consolo, Spiegazioni di diritto processuale civile, vol. I (con esclusione della sezione seconda) e vol. II (solo la sezione quinta), Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure E. Merlin, Elementi di diritto processuale civile. Parte generale, Pisa, Pacini Giuridica, 2017.
Si specifica che la prima parte del programma ai fini del sostenimento dell'esame parziale è comprensiva del diritto delle prove. Qualora il diritto delle prove non fosse compreso nei volumi sopra indicati, andrà studiato sul manuale scelto fra quelli indicati per la seconda parte.

II parte:
G. Tarzia - F. Danovi, Lineamenti del processo civile di cognizione, Milano, Giuffré, ultima edizione (ad esclusione dei Capitoli I e II) oppure C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. II, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
e C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)]. Si specifica che le indicazione relative a tali capitoli si riferiscono alla sedicesima edizione del manuale. Sarà onere dello studente che utilizzasse un'edizione successiva aggiornare se necessario le indicazioni al fine di individuare gli argomenti corrispondenti.
È necessaria in ogni caso la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato.

Programma vecchio ordinamento
Gli studenti che sostengono l'esame corrispondente al precedente regime dei 9 crediti devono seguire il programma in vigore precedentemente, che non comprende il volume III di C. Mandrioli - A. Carratta sopra indicato.

Programma integrazione
(i) Per coloro i quali devono integrare 5 CFU, essendosi traferiti dal corso in Servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 9 CFU, si consiglia: C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)].

(ii) Per coloro i quali devono integrare 8 CFU, essendosi trasferiti dal corso in Scienze dei servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 6 CFU (modulo dell'insegnamento Istituzioni di diritto processuale civile e Istituzioni di diritto processuale penale), si consiglia: C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. II, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure G. Tarzia - F. Danovi, Lineamenti del processo civile di cognizione, Milano, Giuffré, ultima edizione (ad esclusione dei Capitoli I e II); oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
nonché C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)].

(iii) Nel caso di passaggio da altra Facoltà verranno presi accordi specifici secondo il programma già studiato e secondo i crediti già acquisiti prima del passaggio al corso di laurea Magistrale di questa Facoltà.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un colloquio orale, diretto a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi. Per gli iscritti al terzo anno negli appelli di dicembre-gennaio-febbraio è possibile sostenere solo l'esame relativo alla I parte del programma. Nei successivi appelli l'esame avrà per oggetto il programma della I e della II parte. Chi avrà sostenuto con esito positivo la prova parziale potrà prepararsi solo sulla II parte del programma. Gli iscritti ad anni successivi al terzo potranno invece sostenere negli appelli di dicembre-gennaio- febbraio sia l'esame intero, sia la sola I parte (in questa seconda ipotesi la II parte dell'esame potrà essere sostenuta a partire dall'appello di maggio). La valutazione è espressa in trentesimi, con eventuale lode.
I criteri per la valutazione tengono conto della correttezza dei contenuti, della chiarezza argomentativa, dell'uso del linguaggio appropriato, delle capacità di analisi critica. A partire dall'a.a. 2018/2019 l'esame parziale varrà fino all'ultima sessione d'esame dell'anno stesso. (Ciò significa, ad esempio, che chi ha sostenuto l'esame parziale fra dicembre 2018 e febbraio 2019 potrà sostenere la sola seconda parte entro febbraio 2020).
IUS/15 - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore

Cognomi O-Z

Periodo
annuale
Le lezioni del primo semestre si terranno secondo le indicazioni delle Autorità accademiche con modalità sincrona sulla piattaforma Microsoft Teams negli orari indicati sul sito Unimi e saranno registrate.
Per le lezioni del secondo semestre ci si atterrà alle successive disposizioni delle Autorità accademiche.
Ulteriori specificazioni e/o diverse modalità di svolgimento delle lezioni saranno pubblicare con anticipo sul sito Ariel del corso.
Programma
I semestre
La tutela giurisdizionale e principi costituzionali. L'art. 24 e art. 111 Cost.. La funzione della giurisdizione civile. Le tutele: la tutela di cognizione, quella cautelare e quella esecutiva. La tutela di cognizione: mero accertamento, condanna e costitutiva. I limiti della giurisdizione civile. L'art. 37 c.p.c., la L. 218/1995 e il Reg. 1215/2012. Le giuste parti del processo: rappresentanza e assistenza. I presupposti processuali. La competenza per grado, territorio, valore, materia. Gli artt. 38 e 50 c.p.c.. Il regolamento di competenza. La connessione e il cumulo tra cause. Le condizioni dell'azione. La domanda giudiziale. Le difese e le eccezioni. La domanda riconvenzionale. L'accertamento incidentale. La compensazione nel processo. La litispendenza e la continenza. La regolare costituzione del giudice. Il PM nel processo civile. La pluralità di parti: il litisconsorzio necessario e quello facoltativo. L'intervento volontario e coatto (su istanza di parte o del giudice). La chiamata in garanzia. La successione nel processo e la successione nel diritto controverso. Gli effetti della sentenza. Il giudicato e la cosa giudicata. Le nullità processuali. Principi generali in materia di prove e disciplina dei singoli mezzi di prova precostituiti.
******
L'istruzione probatoria (principi generali) e le prove costituende.
L'atto di citazione. La comparsa di risposta. La costituzione in giudizio. L'istruzione (in senso ampio) della causa. Poteri e provvedimenti del giudice istruttore. Le prove costituende. La trattazione della causa. Le c.d. ordinanze anticipatorie di condanna. Intervento dei terzi e riunione dei procedimenti. La decisione della causa. Tribunale in composizione monocratica e collegiale. La contumacia. Sospensione del processo. Interruzione del processo. Estinzione del processo. La contumacia e la riunione. Il procedimento davanti al giudice di pace. Le impugnazioni in generale. L'appello. Il giudizio davanti alla Corte di cassazione. Il giudizio di rinvio. La revocazione. L'opposizione di terzo. Cenni all'esecuzione forzata e ai procedimenti speciali.
Programma vecchio ordinamento
Gli studenti che sostengono l'esame corrispondente al precedente regime dei 9 crediti devono seguire il programma in vigore precedentemente, che non comprende il volume III di C. Mandrioli - A. Carratta sopra indicato.

Programma integrazione.
(i) Per coloro i quali devono integrare 5 CFU, essendosi traferiti dal corso in Servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà, avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 9 CFU, si richiede lo studio della parte relativa ai principi generali sull'esecuzione forzata, ai procedimenti speciali di cognizione, ai procedimenti cautelari, ai procedimenti in camera di consiglio, alla mediazione e alla negoziazione assistita.
Per altre necessità di integrazione verrà concordato un programma specifico.
Prerequisiti
Buona conoscenza del linguaggio giuridico.
Metodi didattici
Lezioni frontali e una simulazione.
Materiale di riferimento
E. T. Liebman, Manuale di diritto processuale civile. Principi, Milano, Giuffrè, ultima edizione; oppure C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. I, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. I, Milano, Giuffrè, ultima edizione; oppure C. Consolo, Spiegazioni di diritto processuale civile, vol. I (con esclusione della sezione seconda) e vol. II (solo la sezione quinta), Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure E. Merlin, Elementi di diritto processuale civile. Parte generale, Pisa, Pacini Giuridica, 2017.
Inoltre, sempre per quanto riguarda la prima parte del corso:
Per chi utilizza il manuale di Luiso: Capitoli 10, 12,13,14,15, del II volume, esclusa la querela di falso.
Per chi utilizza il manuale di Mandrioli - Carratta: Capitoli IV, sez. I e IV del II volume.
Per chi utilizza il manuale di Consolo: Capitoli 6 e 7 fino al documento informatico (compreso) del II volume.

II parte:
C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. II, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure G. Tarzia - F. Danovi, Lineamenti del processo civile di cognizione, Milano, Giuffré, ultima edizione (ad esclusione dei Capitoli I e II); oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione;

e C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)].

È necessaria in ogni caso la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato.
Programma vecchio ordinamento
Gli studenti che sostengono l'esame corrispondente al precedente regime dei 9 crediti devono seguire il programma in vigore precedentemente, che non comprende il volume III di C. Mandrioli - A. Carratta sopra indicato.

Programma integrazione.
(i) Per coloro i quali devono integrare 5 CFU, essendosi traferiti dal corso in Servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 9 CFU, si richiede lo studio della parte relativa ai principi generali sull'esecuzione forzata, ai procedimenti speciali di cognizione, ai procedimenti cautelari, ai procedimenti in camera di consiglio, alla mediazione e alla negoziazione assistita.
(ii)
A tal fine si consiglia: C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)].
(ii) Per coloro i quali devono integrare 8 CFU, essendosi trasferiti dal corso in Scienze dei servizi giuridici al corso Magistrale in Giurisprudenza di questa Facoltà ed avendo già sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto processuale civile da 6 CFU (modulo dell'insegnamento Istituzioni di diritto processuale civile e Istituzioni di diritto processuale penale), si richiede lo studio del seguente programma:
- la disciplina del processo di cognizione di primo grado e nelle fasi di impugnazione ad esclusione di quella concernente la introduzione della causa, le regole comuni a tutti i mezzi di prova, e le impugnazioni in generale, nonché il processo di esecuzione: principi generali. Le opposizioni nel processo esecutivo. Il procedimento di ingiunzione. Le disposizioni comuni ai procedimenti cautelari. I sequestri. I provvedimenti d'urgenza. Il procedimento sommario di cognizione. I procedimenti in camera di consiglio. La mediazione e la negoziazione assistita.

A tal fine si consiglia: C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. II, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione; oppure G. Tarzia - F. Danovi, Lineamenti del processo civile di cognizione, Milano, Giuffré, ultima edizione (ad esclusione dei Capitoli I e II); oppure F. P. Luiso, Diritto processuale civile, vol. II, Milano, Giuffrè, ultima edizione;
nonché C. Mandrioli - A. Carratta, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Editio minor, Torino, Giappichelli, ultima edizione [limitatamente a: Capitolo I, Capitolo II, Capitolo III (sezione prima), Capitolo IV, Capitolo V, Capitolo VII, Capitolo VIII (sezione prima), Capitolo IX (sezione prima, seconda e quinta), Capitolo X, Capitolo XI, Capitolo XVI)].

(iii) Nel caso di passaggio da altra, Facoltà verranno presi accordi specifici secondo il programma già studiato e secondo i crediti già acquisiti prima del passaggio al corso di laurea Magistrale di questa Facoltà.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un colloquio orale, diretto a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi. Negli appelli di dicembre-gennaio-febbraio è possibile sostenere solo l'esame relativo alla I parte del programma. Nei successivi appelli l'esame avrà per oggetto il programma della I e della II parte. Chi avrà sostenuto con esito positivo la prova parziale potrà prepararsi solo sulla seconda parte del programma. La valutazione è espressa in trentesimi, con eventuale lode.
IUS/15 - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore
Docente/i
Ricevimento:
venerdi ore 10.30
Ricevimento:
Mercoledì ore 10.30
Dipartimento di diritto pubblico italiano e sovranazionale. Sezione di diritto processuale civile. Settore Aule, quarto piano
Ricevimento:
venerdì ore 15.00
Dipartimento - sezione dir. proc. civ. - Settore aule piano IV
Ricevimento:
Giovedì ore 10:30 per tutta la durata del corso
Sezione di diritto processuale civile
Ricevimento:
mercoledì ore 11.30
Dipartimento di diritto pubblico italiano e sovranazionale