Diritto processuale penale (of2)

A.A. 2020/2021
14
Crediti massimi
98
Ore totali
SSD
IUS/16
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Nell'ambito del corso verrà analizzata tutta la disciplina del processo penale contenuta nel codice di procedura penale del 1988. Il corso si propone di affrontare, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, nella dimensione statica e nei profili dinamici.
Si esaminerà in dettaglio la normativa codicistica alla luce dei principi costituzionali. Gli argomenti verranno trattati anche sulla base della giurisprudenza costituzionale e di legittimità, considerando l'incidenza del diritto e della giurisprudenza europei.
Risultati apprendimento attesi
- Conoscenza del sistema processuale disegnato dal c.p.p. del 1988 e capacità di comprensione dei problemi di tutela dei diritti e delle libertà posti dalla celebrazione del procedimento penale;
- capacità di applicazione ai casi concreti delle norme processuali del c.p.p. del 1988;
- capacità di giudizio critico, in autonomia da interpretazioni dottrinali e giurisprudenziali;
- abilità comunicative sul piano del ragionamento giuridico, anche in vista della soluzione di problemi concreti
- capacità di apprendere un metodo di interpretazione delle norme del c.p.p. e delle leggi collegate, alla luce del sistema processuale e delle garanzie costituzionali e sovranazionali coinvolte
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-C

Periodo
annuale
Alla luce delle disposizioni adottate per far fronte alla contingente emergenza sanitaria, l'attività didattica del primo semestre dell'a.a. 2020/2021 si svolgerà a distanza. In particolare, le lezioni saranno impartite mediante la piattaforma Microsoft Teams, in modalità sincrona, il martedì e il giovedì dalle 14:30 alle 16:15. Le lezioni saranno altresì oggetto di registrazione.
Il programma e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.
Le informazioni relative alle modalità di svolgimento delle lezioni seminariali di approfondimento saranno comunicate sulla bacheca di Ariel.
Programma
Premesso uno schema sullo svolgimento del rito nelle sue diverse forme (tribunale collegiale, tribunale in composizione monocratica, giudice di pace), nel corso del primo semestre saranno trattati i seguenti temi: soggetti e parti (giudice, pubblico ministero, polizia giudiziaria, persona sottoposta alle indagini e imputato, difensore, offeso dal reato, parte civile, responsabile civile); diritto delle prove (disposizioni generali, mezzi di prova e di ricerca della prova); misure cautelari personali e reali.
Nel corso del secondo semestre saranno invece affrontati i seguenti temi: Indagini preliminari e indagini difensive; funzioni del giudice per le indagini preliminari; incidente probatorio; chiusura delle indagini preliminari (archiviazione, esercizio dell'azione penale); udienza preliminare; procedimenti speciali; dibattimento; impugnazioni; giudicato penale e suoi effetti; mezzi straordinari di impugnazione; procedimento di prevenzione; ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo. Si terrà conto delle modifiche intervenute con le riforme del 2017-2019, nonché dei progetti di riforma del processo penale in corso.
Prerequisiti
Come da regolamento didattico del corso di laurea, l'esame di diritto penale è propedeutico al presente insegnamento.
Metodi didattici
Nell'ambito del corso verrà analizzata tutta la disciplina del processo penale contenuta nel codice di procedura penale del 1988.
Si esaminerà in dettaglio la normativa codicistica alla luce dei principi costituzionali.
Gli argomenti verranno trattati anche sulla base della giurisprudenza costituzionale e di legittimità, considerando l'incidenza del diritto e della giurisprudenza europei.
Il corso sarà integrato da seminari su specifici temi indicati nella bacheca di Ariel. Alle lezioni seminariali di approfondimento teorico, saranno affiancati incontri che privilegeranno un taglio "pratico", attraverso lo studio di atti processuali, la partecipazione a udienze davanti al Tribunale di Milano e lo svolgimento di processi simulati.
Materiale di riferimento
Al fine della preparazione dell'esame, il manuale può essere scelto dagli studenti, purché di contenuti e approfondimenti analoghi al seguente testo: AA.VV., Procedura penale, VIII ed., Torino, Giappichelli, 2020.
Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario - Procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - Procedimento davanti al giudice di pace - Impugnazioni - Giudicato - Ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo - Mezzi straordinari d'impugnazione - Esecuzione penale (o in alternativa, Procedimento di prevenzione).
Sono invece escluse dal programma per l'esame le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti, al procedimento minorile, ai rapporti con le autorità straniere, all'esecuzione (o, in alternativa, al procedimento di prevenzione.
Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova finale del profitto relativa all'insegnamento si svolge in forma orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della comprensione dei nessi sistematici, della chiarezza nell'esposizione e della capacità di analisi.
IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore

Cognomi D-L

Responsabile
Periodo
annuale
Seguendo le indicazioni fornite dall'Ateneo, le lezioni si terranno in modalità sincrona sulla piattaforma Microsoft Teams.
Il programma d'esame e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.
Gli studenti frequentanti il primo semestre potranno sostenere una prova parziale: ogni informazione relativa sarà comunicata nel sito Ariel dell'insegnamento.
Ulteriori specificazioni relative alla didattica verranno indicate sempre nel sito Ariel, che si raccomanda di consultare regolarmente.
Programma
Programma Modulo 1 - crediti 8
Il corso si propone di affrontare, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, quale risulta dalla disciplina codicistica, nelle diverse articolazioni in fasi e gradi del procedimento. Premesso un quadro generale relativo ai principi costituzionali, ai modelli di riferimento e ai fondamentali criteri cui si ispira la disciplina processuale, la prima parte del corso è dedicata soprattutto al profilo statico, cui si aggiunge, dell'assetto dinamico, la fase investigativa, e quindi riguarderà:
- i soggetti
- gli atti
- le prove
- le misure precautelari e cautelari
- le indagini preliminari

Programma Modulo 2: crediti 6
La seconda parte del corso è tutta dedicata al profilo dinamico, e quindi riguarderà:
- il processo di primo grado (udienza preliminare, giudizio);
- i riti alternativi (giudizio abbreviato, applicazione della pena su richiesta delle parti, giudizio direttissimo, giudizio immediato, procedimento per decreto, sospensione del procedimento con messa alla prova);
- i giudizi d'impugnazione ordinari (appello, ricorso per cassazione);
- il giudicato e i suoi effetti;
- il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo;
- i mezzi straordinari di impugnazione (revisione, ricorso straordinario per cassazione, rescissione del giudicato);
- l'esecuzione penale.

Il corso sarà integrato da seminari su specifici temi indicati nell'avviso in Ariel, Bacheca. Alle lezioni seminariali di approfondimento teorico, saranno affiancati incontri che privilegeranno un taglio "pratico", attraverso lo studio di atti processuali, la partecipazione ad udienze davanti al Tribunale di Milano e lo svolgimento di processi simulati.
Prerequisiti
Come da regolamento didattico del corso di laurea sono propedeutici: Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale. Si ricorda che l'esame di Diritto penale è propedeutico all'esame di Diritto processuale penale.
Metodi didattici
Si segnala che nel sito Ariel possono essere reperite tutte le ulteriori informazioni riguardanti: orari delle lezioni, slide e tavole degli argomenti trattati, seminari integrativi del corso, criteri di assegnazione della tesi.
Nella Bacheca di Ariel vengono inseriti inoltre gli avvisi correlati allo svolgimento del corso.
Non è ammesso il cambio cattedra.
Non sono previsti programmi specifici per gli studenti Erasmus.
Materiale di riferimento
Al fine della preparazione dell'esame, il manuale può essere scelto dagli studenti, purché di contenuti e approfondimenti analoghi al seguente testo: AA.VV., Procedura penale, VII ed. aggiornata al 31 luglio 2020, Torino, Giappichelli.
Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario - Procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - Procedimento davanti al giudice di pace - Impugnazioni - Giudicato - Ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo - Mezzi straordinari d'impugnazione - Esecuzione penale.
Sono invece escluse dal programma per l'esame le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti, al procedimento minorile, ai rapporti con le autorità straniere, il procedimento di prevenzione.
Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova orale finale del profitto relativa all'insegnamento si svolge in forma orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della comprensione dei nessi sistematici, della chiarezza nell'esposizione, della capacità di analisi e di giudizio critico.
Il superamento dell'esame presuppone la conoscenza del complessivo sistema di procedura penale, in tutte le sue sequenze.
IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore
Docente: Vigoni Daniela

Cognomi M-Q

Responsabile
Periodo
annuale
METODI DIDATTICI
Le lezioni si terranno in modalità "live" sulla piattaforma Microsoft Teams (MT) e potranno essere seguite sia in sincrono sulla base dell'orario del primo semestre sia in asincrono, perché saranno registrate e lasciate a disposizione degli studenti sul sito Ariel dell'insegnamento. Qualora la situazione sanitaria lo consentisse e nel rispetto delle indicazioni vigenti, potranno essere previste delle attività in presenza in aula, delle quali gli studenti saranno opportunamente informati mediante avvisi sul sito Ariel.

PROGRAMMA E MATERIALE DI RIFERIMENTO
Il programma e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.

MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
L'esame si svolgerà in forma orale utilizzando la piattaforma Microsoft Teams o, laddove la regolamentazione lo consentisse, in presenza, sempre in forma orale.
L'esame, in particolare, sarà volto a:
- accertare il raggiungimento degli obiettivi in termini di conoscenza e capacità di comprensione;
- verificare l'autonomia di giudizio dello studente anche attraverso l'analisi dei casi discussi durante il corso o menzionati nei libri di testo;
- accertare la padronanza del linguaggio specifico e la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e ordinato.
Programma
Programma MODULO 1 - primo semestre - lezioni: 56 ore

Il corso si propone di affrontare, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, quale risulta dalla disciplina codicistica, nelle diverse articolazioni in fasi e gradi del procedimento. Premesso un quadro generale relativo ai principi costituzionali, ai modelli di riferimento e ai fondamentali criteri cui si ispira la disciplina processuale, la prima parte del corso è dedicata soprattutto al profilo statico, e quindi riguarderà:
- i soggetti
- gli atti
- le prove
- le misure cautelari

Programma MODULO 2 - secondo semestre - lezioni: 42 ore

La seconda parte del corso è dedicata al profilo dinamico, e quindi riguarderà:
- il procedimento ordinario (indagini preliminari, udienza preliminare, giudizio);
- i riti alternativi (giudizio abbreviato, applicazione della pena su richiesta delle parti, giudizio direttissimo, giudizio immediato, procedimento per decreto, sospensione del procedimento con messa alla prova);
- i giudizi d'impugnazione ordinari (appello, ricorso per cassazione);
- il giudicato e i suoi effetti;
- il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo;
- i mezzi straordinari di impugnazione (revisione, ricorso straordinario per cassazione, rescissione del giudicato);
- l'esecuzione penale.

Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario - Procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - Procedimento davanti al giudice di pace - Impugnazioni - Giudicato - Ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo - Mezzi straordinari d'impugnazione - Esecuzione penale.

Sono invece escluse dal programma per l'esame le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti, al procedimento minorile, ai rapporti con le autorità straniere, al procedimento di prevenzione.
Prerequisiti
Conoscenza del diritto penale sostanziale.
Metodi didattici
Lezioni frontali.
Compatibilmente con la situazione sanitaria generale, il corso sarà integrato da seminari, secondo temi e modalità che verranno indicati in Ariel, nell'apposito avviso in bacheca.
Materiale di riferimento
Dominioni e altri, Procedura penale, Torino, Giappichelli, ediz. 2020
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
E' prevista una prova orale, valutata in trentesimi.
Parametri di valutazione:
- capacità di analizzare gli istituti del processo penale, individuando i principi generali e le garanzie costituzionali e sovranazionali di riferimento;
- appropriatezza del linguaggio tecnico e coerenza dell'argomentazione.

I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della comprensione dei nessi sistematici, della chiarezza nell'esposizione e delle capacità di analisi.
Il superamento dell'esame presuppone la conoscenza del complessivo sistema di procedura penale, in tutte le sue sequenze.
IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore

Cognomi R-Z

Periodo
annuale
METODI DIDATTICI
In base alle disposizioni per far fronte all'emergenza sanitaria, le lezioni si svolgeranno a distanza tramite Microsoft Teams in modalità sincrona, negli orari stabiliti per il primo semestre.
Le informazioni su come accedere alle lezioni su Microsoft Teams e le altre istruzioni sulla didattica saranno pubblicate sul sito ARIEL del corso, che si raccomanda di consultare regolarmente.
Nel caso in cui, tenuto conto dell'evoluzione dell'epidemia e nel rispetto delle pertinenti normative, dovesse essere possibile svolgere attività in presenza in aula, gli studenti saranno prontamente informati tramite ARIEL
PROGRAMMA E MATERIALE DI RIFERIMENTO
Il programma del corso e il materiale di riferimento non subiranno variazioni.
MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Le modalità di verifica dell'apprendimento e i criteri di valutazione non subiranno variazioni.
L'esame si svolgerà in forma orale a distanza utilizzando la piattaforma Microsoft Teams o, laddove la regolamentazione lo consentisse, in presenza, sempre in forma orale.
Le informazioni relative alla prova parziale al termine del primo semestre e alle lezioni seminariali di approfondimento saranno comunicate sulla bacheca di ARIEL.
Programma
Il corso affronta, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, quale risulta dalla disciplina codicistica, nelle diverse articolazioni in fasi e gradi.
La prima parte del corso è dedicata al profilo statico e quindi riguarda i seguenti temi: - un quadro generale relativo ai principi costituzionali, ai modelli di riferimento e ai fondamentali criteri cui si ispira la disciplina processuale - i soggetti e le parti (giudice, pubblico ministero, polizia giudiziaria, imputato, difensore, persona offesa dal reato, parte civile e altre parti eventuali) - gli atti del procedimento penale - le prove (disposizioni generali, mezzi di prova e mezzi di ricerca della prova) - le misure cautelari personali e reali.
La seconda parte del corso è dedicata al profilo dinamico e tratta i seguenti argomenti: - indagini preliminari, indagini difensive, funzioni del giudice per le indagini preliminari e incidente probatorio - chiusura delle indagini preliminari (archiviazione, esercizio dell'azione penale) - udienza preliminare - procedimenti speciali - dibattimento - impugnazioni - giudicato penale e suoi effetti - esecuzione penale - mezzi straordinari di impugnazione e ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo.
Il corso sarà integrato da seminari su specifici temi, che privilegeranno un taglio pratico attraverso l'analisi di casi concreti e di atti processuali.

Programma e materiale di riferimento relativo al corso di 9 CFU.
Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario - Procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - Procedimento davanti al giudice di pace - Impugnazioni (ordinarie e straordinarie) - Giudicato.
Sono invece escluse dal programma per l'esame le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti, al procedimento minorile, al ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo, all'esecuzione penale, ai rapporti con le autorità straniere; alle misure di prevenzione.
Al fine della preparazione dell'esame il manuale può essere scelto dagli studenti, purché di contenuti e approfondimenti analoghi al seguente testo: AA.VV., Procedura penale, Giappichelli, 2020.
Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.

Passaggio al corso di laurea magistrale
Al fine del passaggio al corso di laurea magistrale è necessaria un'integrazione del programma.
Nel caso di esame da 9 crediti: Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio - Impugnazioni (ordinarie e straordinarie).
Nel caso di esame da 6 crediti: Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio - Impugnazioni (ordinarie e straordinarie).
Al fine della preparazione dell'esame il manuale può essere scelto dagli studenti, purché di contenuti e approfondimenti analoghi al seguente testo: AA.VV., Procedura penale, Giappichelli, 2020.
Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.
Prerequisiti
Come da regolamento didattico del corso di laurea sono propedeutici: Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale.
Si ricorda che l'esame di Diritto penale è propedeutico all'esame di Diritto processuale penale.
Metodi didattici
L'attività didattica è dedicata all'analisi della disciplina normativa ed è integrata dallo studio e dalla discussione di casi pratici.
Durante le lezioni vengono utilizzate slides, che sono messe a disposizione degli studenti tramite la pagina Ariel dell'insegnamento.
Si segnala che nel sito Ariel possono essere reperite tutte le ulteriori informazioni riguardanti: orari delle lezioni, testi normativi, pronunce più rilevanti della giurisprudenza, seminari integrativi del corso, criteri di assegnazione della tesi.
Nella Bacheca di Ariel vengono inseriti inoltre gli avvisi correlati allo svolgimento del corso.
Non è ammesso il cambio cattedra.
Materiale di riferimento
Per la preparazione dell'esame, si suggerisce il seguente testo:
AA.VV., Procedura penale, VII ed., aggiornata, Torino, Giappichelli, 2020.
Ulteriori indicazioni sui testi per la preparazione dell'esame saranno fornite durante le lezioni.
Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario - Procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - Procedimento davanti al giudice di pace - Impugnazioni - Giudicato - Ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo - Mezzi straordinari d'impugnazione - Esecuzione penale.
Sono invece escluse dal programma le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti, al procedimento minorile, ai rapporti con le autorità straniere, al procedimento di prevenzione.
Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova finale relativa all'insegnamento si svolge in forma orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della comprensione dei nessi sistematici, della chiarezza nell'esposizione, della capacità di analisi e di giudizio critico.
Il superamento dell'esame presuppone la conoscenza del complessivo sistema di procedura penale, in tutte le sue sequenze.
Gli studenti frequentanti possono sostenere una prova parziale sulla prima parte del programma alla fine del primo semestre, secondo le indicazioni pubblicate sulla pagina Ariel.
IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - CFU: 14
Lezioni: 98 ore
Docente/i
Ricevimento:
lunedì (h 16.00)
Dipartimento Cesare Beccaria - Sezione Scienze penalistiche (via Skype previo appuntamento per email, fino al perdurare della sospensione della didattica)
Ricevimento:
Lunedì ore 18.30 per via telematica (contattare tramite email il docente per un appuntamento)
Tramite Microsoft Teams (emergenza sanitaria Coronavirus)
Ricevimento:
Giovedi ore 16.15
Dipartimento di Scienze Giuridiche Cesare Beccaria - fino a nuovo avviso il ricevimento avverra’ via Skype o M.Teams su richiesta mail degli studenti
Ricevimento:
Mercoledì, h. 16.30
Sezione di scienze penalistiche - nel periodo di sospensione dell'attività in presenza, il ricevimento avverrà a distanza, attraverso Microsoft Teams, previa richiesta e-mail degli studenti.