Filologia romanza

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/09
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'obiettivo formativo dell'insegnamento è quello di introdurre allo studio storico-comparativo delle lingue e letterature romanze a partire dalle loro origini medievali, attraverso un confronto diretto con le fonti testuali.
Risultati apprendimento attesi
Alla fine del corso lo studente avrà appreso i fondamenti della disciplina, in particolare riguardo alla formazione linguistica e letteraria dell'universo romanzo medievale considerato sullo sfondo del suo contesto storico. Approfondirà uno o più testi letterari, familiarizzandosi con questioni di generi letterari e metodologie critiche volte all'interpretazione. Conoscerà le linee generali della classificazione e della storia delle lingue romanze. Acquisirà la capacità di analizzare e comprendere i testi letterari collocandoli nel loro tempo e commentandoli linguisticamente. Sarà in grado di tradurre in autonomia i testi (se in lingua diversa dall'italiano antico) o a parafrasarli (se in italiano antico). Saprà utilizzare informazioni bibliografiche, saggi critici e strumenti di consultazione di base propri dell'insegnamento. Durante l'esame dovrà mostrare di aver acquisito la capacità di comunicare con chiarezza e correttamente quanto appreso.
Programma e organizzazione didattica

A-H

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Se l'emergenza sanitaria dovesse protrarsi, le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza tramite Microsoft Teams, principalmente in forma asincrona, ma con regolari appuntamenti sincroni (almeno una volta ogni 15 giorni); alcune attività potranno svolgersi anche attraverso la piattaforma Zoom.
Gli studenti troveranno tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link, avvisi, ecc.), nonché eventuali cambiamenti del programma o della bibliografia da preparare sul sito Ariel dell'insegnamento, all'inizio del secondo semestre.
Qualora la prova d'esame non potesse svolgersi secondo le modalità previste nel Syllabus, essa si potrà svolgere in forma telematica con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.
Programma
Saranno affrontati i seguenti argomenti:
A. Introduzione alla linguistica romanza (20 ore, 3 CFU).
B. Origini e sviluppo delle letterature romanze medievali (20 ore, 3 CFU).
C. La fanciulla perseguitata: lettura e analisi del Roman de la Manekine di Philippe de Remi (20 ore, 3 CFU).

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea in Lettere (cognomi inizianti da A ad H), che portino la disciplina per la prima annualità: per gli studenti del curriculum di Lettere moderne è obbligatorio e dà 9 crediti, per gli studenti del curriculum di Scienze dell'antichità è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti (parti A e B). Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea in Scienze dei Beni culturali a cui è consigliato in alternativa con altri insegnamenti e dà 9 crediti. Per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti (parti A e B). Per gli studenti delle lauree magistrali in Storia e critica dell'arte o il Filologia, Letteratura Storia dell'Antichità (LM-15), ove già non sostenuto nel triennio è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti (parti A e B).
Prerequisiti
Nessuno
Metodi didattici
Il corso prevede 60 ore di lezioni frontali, all'interno delle quali si svolgeranno anche attività di analisi di testi e di studi di casi specifici. Il corso si avvale di materiale didattico e-learning pubblicato sulla piattaforma Ariel 2.0.
La frequenza alle lezioni è vivamente consigliata.
Materiale di riferimento
Tutti gli studenti sono tenuti a preparare:

Per la parte A:
- Appunti delle lezioni;
- P. G. Beltrami, La filologia romanza, Bologna, Il Mulino, 2017: studio approfondito delle pp. 19-22; 37-52; 63-73; 85-110; 133-196; 305-309 e lettura informata delle pp. 23-36; 75-8;
- altri materiali didattici, disponibili online su Ariel 2.0 a fine corso.

Per la parte B:
- Appunti delle lezioni;
- M. L. Meneghetti, Le origini delle letterature medievali romanze, Bari-Roma, Laterza, 2009 (8° ed.): limitatamente alle pp. 3-41; 53-80; 86-92; 125-233 (N.B.: la sezione delle tavole fotografiche è parte integrante del programma);
- P. G. Beltrami, La filologia romanza, Bologna, Il Mulino, 2017: studio approfondito delle pp. 199-301, lettura informata delle pp. 53-61;
- altri materiali didattici, disponibili online su Ariel 2.0 a fine corso.

Per la parte C:
- Appunti delle lezioni;
- Philippe de Remi, La Manekine, a cura di C. Rossi, Edizioni dell'Orso, Alessandria, 2017;
- Una dispensa con alcuni saggi critici da preparare, disponibile online su Ariel 2.0 a fine corso.
- altri materiali didattici, disponibili online su Ariel 2.0 a fine corso.

Avvertenza per gli studenti non frequentanti
Gli studenti non frequentanti sono tenuti a procurarsi dei buoni appunti delle lezioni presso i colleghi frequentanti; si consiglia di utilizzare appunti completi e presi con cura e attenzione.
Ulteriore bibliografia da portare obbligatoriamente all'esame dovrà essere concordata con il docente al ricevimento studenti.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un'unica prova orale.
È possibile, tuttavia, sostenere una prova scritta preliminare, facoltativa, limitata al programma di linguistica romanza (parte A del corso), che prevede alcune domande a risposta aperta e si effettua in tre sessioni (maggio, settembre e gennaio). Se supera la prova scritta, il candidato porterà all'esame orale le parti rimanenti.
Se l'emergenza sanitaria dovesse continuare, la prova scritta potrà essere sospesa.
Il voto della prova scritta rimane valido per un anno solare. Lo studente che non abbia superato lo scritto può presentarsi all'esame orale nella stessa sessione, sostenendo la prova sull'intero programma.
L'esame orale accerterà:
1) la preparazione sugli argomenti indicati nel programma;
2) la capacità di ragionamento critico;
3) la qualità e l'efficacia dell'esposizione;
4) la competenza nell'impiego del lessico specialistico;
5) la capacità di tradurre (o parafrasare, se in italiano antico), commentare e contestualizzare un testo medievale.
L'esame sui testi medievali della parte C inizia sempre con la lettura e la traduzione (o parafrasi) di uno o più brani. La capacità di lettura e traduzione senza il supporto di versioni interlineari e/o appunti è condizione preliminare ed essenziale per il superamento della prova d'esame.
Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatto (al ricevimento studenti o via e-mail) con il docente prima di iniziare la preparazione dell'esame.
Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

I-Z

Periodo
Secondo semestre
Le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza tramite Microsoft Teams, principalmente in forma sincrona (le lezioni sincrone saranno registrate e eventualmente integrate da audioregistrazioni asincrone, testi e materiali bibliografici). Gli studenti troveranno tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link, avvisi, ecc.), alcuni materiali, nonché eventuali cambiamenti del programma o della bibliografia da preparare sul sito Ariel dell'insegnamento. Qualora la prova d'esame non potesse svolgersi secondo le modalità previste nel Syllabus, essa si potrà svolgere in forma telematica con un esame orale per tutte le unità didattiche con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.
Programma
Titolo del corso (60 ore e 9 cfu): Lettura delle «Rime» di Giovanni Boccaccio

Parte A (20 ore e 3 cfu): Introduzione alla letteratura romanza medievale
Parte B (20 ore e 3 cfu): Lettura delle «Rime» di Giovanni Boccaccio
Parte C (20 ore e 3 cfu): Elementi di linguistica romanza

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea in Lettere, il cui cognome inizia con le lettere da I a Z compresa, che portino la disciplina per la prima annualità: per gli studenti del curriculum di Lettere moderne è obbligatorio e dà 9 crediti, per gli studenti del curriculum di Scienze dell'antichità è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea in Scienze dei Beni culturali a cui è consigliato in alternativa con altri insegnamenti e dà 9 crediti. Per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Per gli studenti della laurea magistrale in Storia e critica dell'arte ove già non sostenuto nel triennio è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti.

Il programma dell'insegnamento prevede la presentazione e trattazione dei seguenti argomenti:
La parte A costituirà un'introduzione storico-letteraria alla letteratura romanza medievale e all'argomento del corso. La parte B presenterà il tema del corso monografico sulle «Rime» di Giovanni Boccaccio. La parte C si soffermerà su alcuni elementi della linguistica romanza. Il corso intende fornire un profilo storico-culturale introduttivo alle letterature romanze del Medioevo. Il programma del corso monografico di quest'anno (parte B) si concentrerà sulle «Rime» di Giovanni Boccaccio. La produzione lirica del grande narratore, in un arco cronologico che va dalla giovinezza dell'autore e dalla sua prima attività letteraria a Napoli sino ai suoi ultimi anni, posteriormente alla composizione del «Decameron» è ricettiva rispetto a differenti tradizioni e tendenze letterarie, e mostra ad es. l'impronta dantesca, di Cino da Pistoia ed altri poeti dello Stilnovo. Proprio l'uso nelle «Rime» boccacciane di una ricca serie di ingredienti letterari, fonti e tradizioni liriche rende lo studio delle «Rime» istruttivo e affascinante, anche perché i dati di tale indagine restano veri in generale per le sue cosiddette "opere minori", sul percorso fortemente innovativo degli esperimenti letterari che porteranno alla composizione del «Decameron».

Altre informazioni per gli studenti

1. Gli studenti non frequentanti sono invitati a venire a ricevimento per alcune necessarie indicazioni per la preparazione dell'esame.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
2. Gli studenti in grado di dimostrare la loro appartenenza ad altri corsi di laurea rispetto a quello in Lettere possono sostituire l'unità didattica C con alcune letture concordate con la Docente.
3. Per gli studenti interessati a preparare una Tesi in Filologia romanza Triennale o Magistrale si consiglia di prendere contatto per tempo con la Docente in modo da definire l'argomento.
N.B.: attualmente il ricevimento si svolge per via telematica, previo accordo via e-mail con la docente.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari.
Metodi didattici
Modalità di erogazione dell'insegnamento: l'insegnamento viene svolto attraverso lezioni frontali. La frequenza dell'insegnamento è fortemente consigliata. L'insegnamento si avvale di materiali come edizioni, monografie, saggi, che sono in parte caricati sulla piattaforma Ariel.
Materiale di riferimento
Indicazioni bibliografiche e programma d'esame per studenti frequentanti

Parte A
- Appunti del corso.
- Alberto Vàrvaro, Letterature romanze del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 1985 (Preliminari, pp. 9-82).

Parte B
- Appunti del corso.
- Testi: Giovanni Boccaccio, Le rime, a cura di Antonio Lanza, Roma, Aracne, 2010.
N. B.: I brani da preparare per l'esame (lettura, traduzione e commento) saranno indicati in seguito.
Alcuni altri Testi e Studi saranno indicati più avanti.

Parte C
- Charmaine Lee, Linguistica romanza, Roma, Carocci. Da studiare: le pp. 15-69, da leggere il resto del volume escluse le pp. 93-96 fino a metà pagina e le pp. 106-113 fino a metà pagina.

Indicazioni bibliografiche e programma d'esame per studenti non frequentanti:

Parte A
- Alberto Vàrvaro, Letterature romanze del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 1985 (Preliminari, pp. 9-82).

Parte B
- Testi: Giovanni Boccaccio, Le rime, a cura di Antonio Lanza, Roma, Aracne, 2010.
N. B.: I testi da preparare per l'esame (lettura, parafrasi e commento) saranno indicati in seguito.
Altri Testi e Studi per gli studenti non frequentanti saranno indicati più avanti.

Parte C
- Charmaine Lee, Linguistica romanza, Roma, Carocci. Da studiare: le pp. 15-69, da leggere il resto del volume escluse le pp. 93-96 fino a metà pagina e le pp. 106-113 fino a metà pagina.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La modalità della prova è orale e consiste in un colloquio sugli argomenti in programma volto ad accertare la conoscenza dei testi e degli strumenti illustrati durante il corso, nonché della bibliografia indicata. Inoltre per la parte C (Linguistica romanza) è previsto uno scritto facoltativo che se superato consente di non portare all'esame orale tale unità didattica. Tale prova, il cui risultato è espresso in trentesimi si effettuerà nei mesi di giugno, settembre e gennaio è valida un anno, ed è strutturata in tre domande sul programma di Linguistica a risposta aperta per le quali gli studenti avranno a disposizione tre ore. Il voto della prova scritta verrà pubblicato sul Sito del Dipartimento e in Bacheca e farà media con il voto delle altre due unità didattiche. Lo studente che non ottenesse la sufficienza può riportare la parte C all'esame orale.
La valutazione prenderà in considerazione la capacità di organizzare la conoscenza riguardo ai testi e ai temi trattati e la capacità di ragionamento critico sullo studio realizzato, e inoltre la qualità e la chiarezza dell'esposizione e la competenza nell'impiego del lessico specialistico. Finché perdura la situazione emergenziale anche la parte C sarà svolta in forma orale per via telematica.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
giovedì, 14.30
Filologia moderna, I piano
Ricevimento:
Fino a nuova comunicazione, il ricevimento si svolgerà telematicamente su appuntamento, attraverso Microsoft Teams. Per prenotazioni scrivere un'e-mail a: roberto.tagliani@unimi.it
Microsoft Teams