Geografia dell'ambiente e del paesaggio

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-GGR/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende fornire conoscenze circa le principali tematiche relative alla geografia dell'ambiente e del paesaggio, ai suoi strumenti di indagine e al loro utilizzo in contesti territoriali differenti. Il corso vuole fornire competenze nell'ambito dell'indagine geografica dedicata alle componenti paesaggistiche e ambientali di differenti ambiti, favorendo lo sviluppo di capacità analitiche e critiche, in termini di tutela attiva e conservazione, rispetto ai processi territoriali presi in considerazione.
Risultati apprendimento attesi
Gli studenti saranno in grado di riconoscere le principali questioni teorico-metodologiche relative alla disciplina geografica regionale. Gli studenti saranno consapevoli delle tematiche relative alla realizzazione di processi di sostenibilità regionale e locale e sapranno applicare la metodologia di analisi territoriale definita a lezione.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza, principalmente in forma asincrona, tramite Ariel e Teams. I materiali verranno caricati online rispettando l'orario di lezione e resteranno a disposizione degli studenti fino alla fine del semestre corrispondente.
Gli studenti potranno trovare tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link ecc.), eventuali cambiamenti del programma ed eventuali variazioni del materiale di riferimento (bibliografia ecc.) sul sito Ariel dell'insegnamento.
Qualora non fosse possibile svolgere l'esame secondo le modalità previste nel Syllabus, la prova d'esame si potrà svolgere in forma telematica con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.
Programma
Il corso affronta, nella prima parte, lo sviluppo storico e gli attuali indirizzi di pensiero della Geografia dell'ambiente e del paesaggio, approfondendone i principali paradigmi epistemologi. La seconda parte si sofferma sui metodi e sugli strumenti di indagine utili all'analisi del paesaggio. La terza parte affronta i processi di abbandono e di risemantizzazione del paesaggio, secondo i principi e gli obiettivi di sostenibilità espressi da Agenda 2030, con particolare riferimento ad alcuni casi di studio significativi.
Prerequisiti
Il corso è rivolto agli studenti Scienze dei Beni Culturali e di Scienze umane dell'ambiente, del territorio e del paesaggio (vecchio Ordinamento). Il corso è aperto agli studenti triennali e magistrali di Lettere, Storia, Lingue e letterature straniere e Filosofia. La conoscenza dei concetti di base della geografia umana è consigliata.
Metodi didattici
Il corso intende fornire conoscenze circa le principali tematiche relative alla geografia dell'ambiente e del paesaggio, ai suoi strumenti di indagine e al loro utilizzo in contesti territoriali differenti. Il corso vuole fornire competenze nell'ambio dell'indagine geografica dedicata alle componenti paesaggistiche e ambientali di differenti ambiti, favorendo lo sviluppo di capacità analitiche e critiche, in termini di tutela attiva e conservazione, rispetto ai processi territoriali presi in considerazione.
Gli studenti frequentanti che sostengono l'esame per 9cfu avranno la possibilità di sperimentare forme di didattica partecipativa (lavori di gruppo, flipped classroom, workshop).
Materiale di riferimento
Programma d'esame per studenti frequentanti:

6CFU/9CFU
- Argomenti presentati a lezione
- Settis S., Paesaggio, Costituzione, Cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile, Einaudi, Torino, 2010 e succ.
- Volpe G., Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini, Utet, Novara, 2016
9CFU
- Dal Borgo A.G, Garda E., Marini A. (a cura di), Sguardi tra i residui. I luoghi dell'abbandono tra rovine, utopie ed eterotopie, Mimesis/Kosmos, Milano-Udine, 2016

Programma d'esame per studenti non frequentanti:

6CFU/9CFU
- Settis S., Paesaggio, Costituzione, Cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile, Einaudi, Torino, 2010 e succ.
- Volpe G., Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini, Utet, Novara, 2016
un testo a scelta tra:
- Bonardi L., Varotto M. (a cura di), Paesaggi terrazzati d'Italia. Eredità storiche e nuove prospettive, FrancoAngeli, Milano, 2016
- Tarpino A., Il paesaggio fragile. L'Italia vista dai margini, Einaudi, Torino, 2016
9CFU
- Dal Borgo A.G, Garda E., Marini A. (a cura di), Sguardi tra i residui. I luoghi dell'abbandono tra rovine, utopie ed eterotopie, Mimesis/Kosmos, Milano-Udine, 2016
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste di una prova scritta che intende accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti a programma, con particolare attenzione ai lessici disciplinari, alla capacità argomentativa e alla precisione espositiva.

Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-GGR/01 - GEOGRAFIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-GGR/01 - GEOGRAFIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-GGR/01 - GEOGRAFIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Il ricevimento si svolge su Teams, previo appuntamento da prendere via mail
Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Settore di Beni Ambientali - Via Festa del Perdono 7