Globalizzazione, pluralismo normativo e devianza sociale

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
40
Ore totali
SSD
SPS/12
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Scopo del corso è di fornire agli studenti e alle studentesse una generale comprensione dei concetti di globalizzazione giuridica e di pluralismo normativo. Dentro questa cornice teorica, il corso si propone inoltre di approfondire una macro-tematica particolarmente influenzata dalle dinamiche di globalizzazione e pluralismo nelle società contemporanee, ovvero il rapporto tra diritto, diritti e diversità culturale.
Risultati apprendimento attesi
- Conoscenza e capacità di comprensione dei concetti di globalizzazione giuridica e di pluralismo normativo;
- Capacità di applicare le conoscenze acquisite all'analisi della regolazione giuridica nelle società contemporanee;
- Capacità di analizzare criticamente e con autonomia l'impatto delle dinamiche di globalizzazione del diritto e di pluralismo normativo sui diritti fondamentali;
- Capacità di esprimere le conoscenze acquisite con coerenza argomentativa e proprietà di linguaggio;
- Capacità di intraprendere studi approfonditi sul rapporto tra globalizzazione, pluralismo e diritto, attraverso l'acquisizione di un metodo di studio che sappia coniugare analisi teorica e osservazione critica.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Terzo trimestre
Nell'ipotesi in cui la fase emergenziale, dovuta alla pandemia da Covid-19, continuasse nel terzo semestre dell'a.a. 2020-2021, le lezioni si svolgeranno in modalità sincrona su Microsoft Teams, negli orari stabiliti, saranno registrate e consultabili sulla stessa piattaforma in modalità asincrona. Le informazioni relative alle modalità di accesso alle lezioni su Microsoft Teams e ogni altra informazione sulla didattica saranno inseriti sul sito Ariel del corso, che si raccomanda di consultare regolarmente.
La frequenza è documentata e per risultare frequentanti è necessario avere partecipato al 70% delle lezioni in modalità sincrona.
L'esame si svolgerà in forma orale sulla piattaforma Microsoft Teams.
I metodi didattici (lezioni frontali, seminari, dibattiti) rimarranno gli stessi.
Il programma e il materiale di riferimento del corso rimarranno invariati.
Programma
Il corso è diviso in due parti.
Prima parte: Il diritto nella prospettiva delle scienze sociali; globalizzazione e globalizzazione del diritto; pluralismo giuridico e normativo: teorie e ambiti di ricerca; globalizzazione, pluralismo e diritti umani.
Seconda parte: Diritto, immigrazione e diversità culturale; produzione, applicazione e interpretazione delle norme giuridiche nelle società multiculturali.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari.
Metodi didattici
Lezioni frontali, discussione, seminari di approfondimento. È previsto l'utilizzo di slides in PowerPoint che verranno caricate sulla piattaforma Ariel.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
- M. Vogliotti (a cura di), Saggi sulla globalizzazione giuridica e il pluralismo normativo. Estratti da "Il tramonto della modernità giuridica. Un percorso interdisciplinare", Giappichelli, Torino 2013
- L. Mancini, La diversità culturale tra diritto e società, Franco Angeli, Milano, 2018.
- Appunti, slides e materiale indicato durante il corso.

Studenti non frequentanti:
- M. Vogliotti (a cura di), Saggi sulla globalizzazione giuridica e il pluralismo normativo. Estratti da "Il tramonto della modernità giuridica. Un percorso interdisciplinare", Giappichelli, Torino 2013.
- L. Mancini, La diversità culturale tra diritto e società, Franco Angeli, Milano, 2018.
- V. Ferraris, Immigrazione e criminalità, Carocci, Milano 2012.

Studenti Erasmus: Vengono forniti materiali specifici se richiesti.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Studenti frequentanti:
L'esame verte sul contenuto delle lezioni e sui testi indicati ai frequentanti e consiste in una prova scritta, obbligatoria, articolata in domande aperte, e in una prova orale, facoltativa, che potrà modificare al massimo di due punti in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta. La prova si terrà in aula.
La frequenza è documentata e per risultare frequentanti è necessario avere partecipato al 70% delle lezioni. La valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode.

Studenti non frequentanti: L'esame verte su contenuto dei testi indicati e consiste in una prova scritta, obbligatoria, articolata in domande aperte, e in una prova orale, facoltativa, che potrà modificare al massimo di due punti in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta. La prova si terrà in aula.
La valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode.
I criteri di valutazione tengono conto della conoscenza delle tematiche fondamentali relative al rapporto tra globalizzazione, pluralismo e diritto, delle capacità di analisi critica e della chiarezza dell'esposizione.
SPS/12 - SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE - CFU: 6
Lezioni: 40 ore
Docente/i
Ricevimento:
Il ricevimento si svolge sulla piattaforma di Microsoft Teams (codice del Team: nkf2ry2) il mercoledì alle ore 12.30-14.00 previo appuntamento preso via mail: barbara.bello@unimi.it
Dipartimento Cesare Beccaria - Sezione di Filosofia e Sociologia del Diritto
Ricevimento:
Il ricevimento si svolge sulla piattaforma di Microsoft Teams (codice del Team: syd99y3) il mercoledì alle ore 10 previo appuntamento preso via mail: letizia.mancini@unimi.it
piattaforma di Microsoft Teams (codice del Team: syd99y3)