International criminal law

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/17
Lingua
Inglese
Obiettivi formativi
The course aims at providing the students with a good knowledge of: (i) the general principles and substantive rules regarding individual criminal responsibility for crimes under international law - namely war crimes, crimes against humanity, genocide and aggression, and (ii) their enforcement mechanisms both at the national and at the international level. Special focus will be devoted to the foundations and the proceedings of the International Criminal Court.
While the first part of the course will be more aimed at providing the students with a good basic knowledge of the system of international criminal justice, in the second part, students will be more actively involved during the classes. In particular, students will be asked to present topics in form of case studies elaborated in teams; this activity will strengthen both the critical analysis skills of the students, in applying the theoretical notions acquired to real cases, and their capacity to work in group.
Risultati apprendimento attesi
The course aims at providing students with the following competences:
· understanding the specific features of international criminal law in respect to other neighboring subjects;
· knowing the mechanisms and characteristic of international tribunals;
· interpreting and understanding legal provisions and case-law regarding international criminal justice;
· strengthening personal capacity to work in group and to present the proposed case studies;
· developing personal, independent and critical analysis on worldwide situations and cases involving international criminal responsibility.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
Gli studenti apprenderanno le origini del diritto penale internazionale (ICL), che può essere ricondotto ai processi di Norimberga e Tokyo, condotti dopo la seconda guerra mondiale. Si tratteranno inoltre i piu' rilevanti sviluppi dell'ICL, in seguito all'istituzione dei due tribunali ad hoc per l'ex Jugoslavia e per il Ruanda (ICTY e ICTR), la Corte penale internazionale (ICC) e una serie di altri tribunali internazionalizzati o ibridi negli ultimi 25 anni. Analizzeremo la prima "codificazione" dei principi sostanziali dell'ICL contenuti nello Statuto di Roma della Corte penale internazionale, entrato in vigore nel 2002. Il corso tratterà anche dei meccanismi di applicazione dell'ICL; a tal fine, ci concentreremo sia sulla procedura che sulla giurisprudenza della Corte penale internazionale e faremo riferimento al ruolo dei sistemi giuridici nazionali nel garantire la responsabilità per i reati internazionali.
Prerequisiti
Per gli studenti iscritti presso UNIMI, si applicano le consuete "propedeuticità" che riguardano l'esame di Diritto costituzionale e di Istituzioni di Diritto privato. Queste non si applicano agli studenti Erasmus.
Si consiglia inoltre di avere seguito i corsi di Diritto internazionale e di Diritto penale. Una conoscenza molto buona dell'inglese e' necessaria dal momento che tutti i materiali, le lezioni, le discussioni in classe, nonche' la prova scritta intermedia e l'esame orale finale sono in inglese. Agli studenti e' richiesta regolare frequenza alle lezioni e partecipazione attiva alle attivita' proposte, necessarie al fine di essere ammessi all'esame finale.
Metodi didattici
Metodi di insegnamento
Le lezioni saranno tenute dall'insegnante e, ove possibile, anche da esperti / professionisti che saranno invitati durante il corso a parlare su argomenti specifici. Gli studenti saranno coinvolti il ​​più possibile nelle discussioni in classe e saranno incaricati di brevi presentazioni su casi che verranno assegnati loro durante il corso per essere preparati in piccoli gruppi.
Materiale di riferimento
Tutti i materiali saranno caricati per gli studenti sul sito web di Ariel: non è disponibile un manuale da studiare per preparare l'esame. Libri di testo consigliati per ulteriori approfondimenti:
- G. Werle, F. Jessberger, Principles of International Criminal Law, 3a edizione, Oxford University Press, 2014.
- C. Stahn, A Critical Introduction to International Criminal Law, Cambridge University Press, 2018 (accesso gratuito: https://www.cambridge.org).
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Gli studenti saranno valutati attraverso una prova intermedia scritta (facoltativa ma incoraggiata) e un esame finale orale obbligatorio. Gli esami hanno lo scopo di valutare la comprensione e la conoscenza dei principi generali e delle norme sostanziali del diritto penale internazionale, la sua istituzione e esecuzione, le caratteristiche dei reati internazionali e le disposizioni che regolano l'attribuzione della responsabilità penale dinanzi ai tribunali internazionali, con particolare attenzione sull'ICC.
Il voto finale terrà conto anche delle prestazioni degli studenti durante le presentazioni di gruppo sugli studi di casi proposti, le loro analisi personali e l'elaborazione critica e la capacità di condurre un lavoro di gruppo.
IUS/17 - DIRITTO PENALE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Meloni Chantal
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento (chantal.meloni@unimi.it)