Laboratorio professionalizzante "l'attività del mediatore linguistico e culturale per l'integrazione dei cittadini"

A.A. 2020/2021
3
Crediti massimi
20
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Uno degli sbocchi fondamentali del laureato in Mediazione Linguistica e Culturale e del laureato magistrale in Lingue e Culture per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale è l'impiego come mediatore e esperto linguistico in contesti migratorio. Lo scopo del laboratorio professionalizzante è quello di fornire al mediatore le basi di conoscenza della normativa sugli stranieri nonché degli gli istituti relativi alla disciplina del lavoro, alla tutela della famiglia, allo studio, all'assistenza sanitaria e sociale, alle attività professionali. Saranno inoltre illustrati i compiti assegnati agli enti locali e alle associazioni umanitarie e di volontariato per favorire l'integrazione sociale degli stranieri.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del laboratorio i partecipanti avranno acquisito competenze riferite alle diversificate fasi dell'accoglienza del cittadino straniero: dalla richiesta di visto d'ingresso presso le autorità diplomatiche e consolari italiane all'estero, al rilascio del relativo permesso di soggiorno e ai conseguenti diritti-doveri dello straniero regolarmente soggiornante in Italia. Avranno inoltre acquisito familiarità con le norme che regolano l'attività del mediatore in questi ambiti e le modalità secondo le quali si realizzano interventi in vari ambiti istituzionali.
Programma e organizzazione didattica

Single session

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
- CFU: 3
Laboratori professionalizzanti: 20 ore