Laboratorio professionalizzante "traduzione letteraria per la mediazione interculturale in ambito romanzo"

A.A. 2020/2021
3
Crediti massimi
20
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
I concetti di mediazione linguistica e culturale e di comunicazione internazionale, al centro dei corsi di laurea in Mediazione Linguistica e Lingue e Culture per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale, sono applicabili a numerosi ambiti, fra i quali ha rilievo anche quello della traduzione letteraria in chiave di mediazione culturale. Fin dall'antichità il traduttore, colui che trasporta da una lingua all'altra parole, frasi, discorsi e soprattutto libri, è sempre stato, a sua insaputa, un mediatore linguistico e culturale ante litteram.
Il laboratorio offre la possibilità di accompagnare il processo di una traduzione letteraria dalla sua genesi al risultato finale e approfondire la traduzione come esperienza e strategia di costruzione di un lettore modello (pubblico, divulgazione, elaborazione e decostruzione di stereotipi), come esperienza di scrittura e di ermeneutica del testo e come mediazione fra sistemi letterari. Il laboratorio si incentra sulla traduzione di testi dalle lingue romanze.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del laboratorio i partecipanti avranno acquisito nozioni teoriche e pratiche sul mestiere del traduttore letterario: regole, trucchi, consigli, inviti, raccomandazioni, che si concretizzeranno nella realizzazione di una traduzione collettiva. Acquisiranno anche conoscenze pratiche inerenti ad aspetti professionali quali il rapporto con l'editore e la strumentazione necessaria per il mestiere di traduttore letterario (il dizionario e le risorse online).
Programma e organizzazione didattica

Single session

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
- CFU: 3
Laboratori professionalizzanti: 20 ore
Docente: Quadrio Luca
Docente/i