Letterature scandinave 1

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/15
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha lo scopo di introdurre gli studenti del primo anno allo studio delle letterature scandinave attraverso una panoramica sinottica delle letterature dei Paesi nordici, osservate nel loro contesto storico, politico e culturale, dalle origini all'inizio del XX secolo. Il profilo storico sarà integrato dall'approfondimento di autori significativi e dall'analisi di singole opere letterarie nei loro aspetti formali e contenutistici.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenza e comprensione dei fondamenti di storia letteraria dei Paesi Nordici dall'epoca medievale all'inizio del Novecento attraverso il loro sviluppo culturale, con attenzione ai principali autori, generi, testi e correnti letterarie. Capacità di lettura, comprensione e analisi formale e contenutistica di testi letterari nordici in traduzione italiana nei loro aspetti formali e contenutistici, inquadrandoli nel contesto storico-culturale.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Le lezioni si terranno in aula se le condizioni di sicurezza lo consentiranno, altrimenti si svolgeranno online. Indicazioni aggiornate saranno disponibili sul sito Ariel di Letterature scandinave 1.
Programma
Il corso offre un'introduzione alla storia letteraria nordica fino all'inizio del XX secolo. È strutturato in tre parti:
A: Dal Medioevo all'Illuminismo (prof. A. Ferrari);
B: Dal Romanticismo al Simbolismo (prof. A. Ferrari);
C: Introduzione all'analisi di testi teatrali scandinavi (prof. A. Meregalli).
Le parti A e B si svolgeranno in sequenza (due lezioni settimanali); la parte C sarà parallela alle altre due (una lezione a settimana).
Il corso prevede l'acquisizione di 9 cfu. Gli studenti di corsi di laurea diversi da Lingue interessati ad acquisire 6 cfu (se esplicitamente previsto dal loro piano di studi) seguiranno le sole parti A e B.
La prima parte (A) si concentrerà sullo sviluppo delle letterature nordiche dal Medioevo a fine Settecento, con particolare attenzione alle caratteristiche della letteratura norrena e dei suoi generi letterari, senza trascurare i principali esponenti di Rinascimento e Barocco, per arrivare ai primordi del teatro nordico moderno con Holberg.
Nella seconda parte (B) si studierà lo sviluppo letterario dell'Ottocento, fino al teatro di Ibsen e Strindberg, con particolare attenzione al romanzo nella seconda metà dell'Ottocento. La prospettiva storica sarà integrata dall'analisi di testi letterari rappresentativi dei momenti e degli autori studiati.
La terza parte (C) è dedicata all'approfondimento del genere teatrale nelle sue caratteristiche tecniche e formali, partendo dall'analisi di tre opere del teatro scandinavo dell'Ottocento.
Il programma del corso è valido fino a febbraio 2022.
Prerequisiti
Nessuno.
Metodi didattici
Il corso adotta i seguenti metodi didattici: lezioni frontali (in presenza o eventualmente a distanza); lettura e analisi di testi letterari in classe e a livello individuale; studio individuale di bibliografia critica.
Materiale di riferimento
Bibliografia per le PARTI A e B:
- M. Ciaravolo (a cura di), "Storia delle letterature scandinave", Iperborea 2019, capitoli 1-5.
- Antologia di testi disponibile sul sito Ariel (I. Medioevo; II. Dal Cinquecento al Settecento; III. Romanticismo; IV. Dal Realismo al Simbolismo).
- Sono parte integrante del programma i contenuti delle lezioni, tutti i testi raccolti nell'antologia, nonché i brani commentati e illustrati a lezione (il materiale usato a lezione sarà disponibile sul sito Ariel; se il corso si svolgerà online, le registrazioni saranno disponibili sul sito Ariel).
- È inoltre richiesta la lettura individuale e integrale in traduzione italiana delle opere elencate di seguito (incluse le prefazioni ed eventuali postfazioni):
- H.C. Andersen, dieci fiabe a scelta tra "L'acciarino magico, La principessa sul pisello, Mignolina/Pollicina, La sirenetta, Il soldatino di stagno, Il brutto anatroccolo, La regina delle nevi, Le scarpette rosse, La piccola fiammiferaia, L'uomo di neve, L'ombra, I vestiti nuovi dell'imperatore", in "Fiabe e storie", Donzelli, o in "Fiabe", Einaudi, o anche in altre edizioni, purché riportino l'edizione integrale e originale delle fiabe (ovvero non riduzioni per l'infanzia);
- J.P. Jacobsen, "Niels Lyhne", Iperborea, 2017;
- H. Ibsen, "Peer Gynt" o "Casa di bambola" o "Spettri" o "L'anatra selvatica" (qualsiasi edizione integrale);
- K. Hamsun, "Sotto la stella d'autunno", Iperborea, 1995;
- A. Strindberg, "Il padre" (qualsiasi edizione integrale) o "La Signorina Julie" (qualsiasi edizione integrale) o "Verso Damasco I" (Adelphi) o "Teatro da camera (Casa bruciata)", Adelphi;
- S. Lagerlöf, "La Saga di Gösta Berling" (Iperborea) o "Il viaggio meraviglioso di Nils Holgersson" (qualsiasi edizione integrale) o "L'imperatore di Portugallia" (Iperborea).

Bibliografia per la PARTE C:
1. I seguenti testi, in traduzione italiana o inglese (disponibili in pdf sul sito Ariel o presso la Biblioteca di Lingue):
- Adam Oehlenschäger, "Axel and Valborg", London [1873] (in pdf sul sito Ariel; non è disponibile una traduzione italiana, gli studenti che avessero difficoltà con l'inglese sono invitati a contattare il docente);
- Henrik Ibsen, "Hedda Gabler", in "Drammi moderni", a cura di R. Alonge, BUR;
- August Strindberg, "Il pellicano", in "Teatro da camera", Adelphi.
2. Eventuali materiali integrativi disponibili sul sito Ariel.
3. I contenuti delle lezioni (i PowerPoint saranno disponibili sul sito Ariel; se il corso si svolgerà a distanza le registrazioni saranno disponibili sul sito Ariel).
Ulteriori testi di riferimento (facoltativi):
- J.P. Ryngaert, "L'analisi del testo teatrale", Roma 2006;
- M. Pfister, "The theory of drama", Cambridge 1988.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in due colloqui individuali con i due docenti (da sostenere nella stessa data), che prevedono domande poste dal docente, interazioni tra docente e studente e l'analisi e commento di uno o più brani tratti dalle opere in programma. I colloqui hanno durata variabile a seconda dei cfu che lo studente intende acquisire, e si svolgono in lingua italiana. I colloqui mirano a verificare la conoscenza e l'analisi dei testi letti, la capacità di contestualizzazione di autori e opere, l'abilità nell'esposizione, la precisione nell'uso della terminologia tecnica, la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte.
Il voto finale, espresso in trentesimi, è dato dalla media ponderata dei risultati dei due colloqui; lo studente ha facoltà di rifiutarlo (in tal caso verrà verbalizzato come "ritirato").
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto coi docenti. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate coi docenti, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Contattare il docente per email per fissare un colloquio per via digitale o in presenza
P.zza S. Alessandro, 1 - Germanistica/Scandinavistica