Libertà, giustizia e bioetica

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
IUS/20
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento è organizzato in tre unità didattiche.
La prima unità didattica si propone di introdurre gli studenti all'analisi filosofica dei concetti di libertà, diritto e giustizia e alle relazioni tra quei concetti e tra i diversi oggetti a cui essi si riferiscono. Si considererà in particolare come il diritto concorra a determinare, riducendola o ampliandola, la libertà delle persone.
La seconda unità didattica si propone di introdurre gli studenti alle più importanti concezioni filosofiche della giustizia - utilitarismo, anarchismo, libertarismo, giusnaturalismo, comunitarismo, liberalismo e radicalismo - e di esaminarne le implicazioni per la legislazione e le politiche pubbliche.
La terza unità didattica, infine, si propone di introdurre gli studenti alla bioetica pubblica, esaminando alla luce delle più importanti concezioni filosofiche della giustizia questioni relative alle politiche sanitarie e alle diverse forme di intervento pubblico nella regolazione delle scelte riproduttive, degli atti di disposizione del corpo e delle scelte di fine vita.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento gli studenti dovranno avere acquisito:
- conoscenza e comprensione dei concetti di libertà, diritto e giustizia e delle relazioni tra quei concetti;
- conoscenza e comprensione dei diversi modi in cui il diritto concorra a determinare la libertà delle persone;
- conoscenza e comprensione delle più importanti concezioni filosofiche della giustizia e delle loro implicazioni per la legislazione e le politiche pubbliche;
- conoscenza e comprensione delle implicazioni delle più importanti concezioni filosofiche della giustizia per la soluzione di alcune questioni bioetiche;
- la capacità di applicare le conoscenze acquisite al fine di formulare e di difendere in un dibattito pubblico una propria posizione normativa.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Terzo trimestre
Programma
L'insegnamento è organizzato in tre unità didattiche che affronteranno i seguenti temi:

Prima unità didattica (3 settimane)

- Introduzione all'analisi filosofica dei concetti
- L'idea della libertà del volere
- Due dimensioni della libertà
- Il concetto di diritto
- Il diritto e la morale
- La libertà e il diritto
- Il concetto di giustizia e le teorie della giustizia
- La giustizia e la validità del diritto
- La giustizia e l'autorità del diritto

Seconda unità didattica (4 settimane)

- L'utilitarismo: forme e limiti
- L'utilitarismo liberale di John Stuart Mill
- L'analisi economica del diritto
- La concezione neoclassica del diritto naturale: assunti e principi
- La concezione neoclassica del diritto naturale: implicazioni
- La difesa comunitarista del moralismo legislativo
- La giustizia del mercato: anarchismo e libertarismo
- Il liberalismo: dall'eguaglianza di trattamento all'eguaglianza di opportunità
- Il liberalismo: eguaglianza delle opportunità e giustizia distributiva
- La critica radicale al liberalismo: repressione e liberazione
- La critica radicale al liberalismo: il paradigma distributivo
- La sintesi di liberalismo e radicalismo

Terza unità didattica (3 settimane)

- L'aborto e l'infanticidio: i tentativi di aggirare la questione ontologica
- L'aborto e l'infanticidio: il diritto alla vita e il valore della vita
- L'eugenetica
- La libertà procreativa
- Le nuove forme di procreazione
- La gestazione per altri
- Il diritto alla salute
- L'allocazione delle risorse sanitarie scarse
- Il suicidio assistito e l'eutanasia
Prerequisiti
È richiesta una conoscenza della lingua inglese sufficiente alla lettura di testi di media complessità.
Non sono richieste altre conoscenze preliminari.
Metodi didattici
Per gli studenti frequentanti l'attività didattica prevede lezioni frontali e discussione in classe a partire dalla lettura dei testi assegnati.
Gli studenti non frequentanti dovranno prepararsi per l'esame studiando i testi indicati nella sezione del programma relativa al materiale di riferimento.
Materiale di riferimento
L'elenco dei testi per la discussione in classe (studenti frequentanti) e per la preparazione dell'esame (studenti non frequentanti) sarà pubblicato prima dell'inizio delle lezioni.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Per ottenere lo status di studente frequentante gli studenti dovranno frequentare 4/5 delle lezioni (24 lezioni su 30) e leggere, prima di ogni lezione, i testi assegnati per la discussione in classe.
Per gli studenti frequentanti la valutazione finale, in trentesimi, terrà conto in eguale misura, dell'attiva partecipazione alla discussione in classe a partire dalla lettura dei testi assegnati e, in alternativa, di un breve elaborato scritto (5000 parole), che sarà discusso con il docente, su uno dei temi affrontati durante le lezioni, oppure dell'esito di un esame finale consistente in una prova scritta, obbligatoria, e in una prova orale, facoltativa.

La valutazione della partecipazione alla discussione in classe, che potrà essere sollecitata dal docente attraverso domande sui testi assegnati, terrà conto:
(a) della comprensione dei testi assegnati e della capacità di sintetizzarne le tesi principali;
(b) della pertinenza degli interventi rispetto all'oggetto della discussione;
(c) della capacità di esprimere le proprie opinioni in modo chiaro e grammaticalmente e argomentativamente corretto;
(d) della capacità di analizzare criticamente testi e argomenti;
(e) della capacità di articolare una propria posizione personale.
Per gli studenti che opteranno per l'elaborato invece dell'esame finale, la valutazione dell'elaborato e della sua discussione terrà conto dei fattori (c), (d) ed (e).
Per gli studenti frequentanti che opteranno per l'esame finale invece dell'elaborato, la prova scritta sarà articolata in nove domande aperte sul contento delle lezioni e sui testi assegnati per la discussione in classe (indicati nella sezione del programma relativa al materiale di riferimento). Ciascuna risposta sarà valutata in trentesimi; le risposte non date o del tutto sbagliate saranno valutate 6/30. Il voto finale sarà dato dalla media dei voti di tutte le risposte. Gli studenti avranno due ore a disposizione per completare la prova scritta. La prova orale, che lo studente potrà scegliere di sostenere o meno dopo aver ricevuto l'esito della prova scritta, partirà da una discussione di quest'ultima e potrà modificarne al massimo di due punti il voto, in positivo o in negativo. Qualora lo studente non frequentante decida di non sostenere la prova orale, il voto dell'esame finale sarà quello della prova scritta. Per il conseguimento della lode è necessario sostenere la prova orale.
Per gli studenti non frequentanti l'esame finale consisterà in una prova scritta, obbligatoria, e in una prova orale, facoltativa. La prova scritta sarà articolata in nove domande aperte sui testi indicati nella sezione del programma relativa al materiale di riferimento. Ciascuna risposta sarà valutata in trentesimi; le risposte non date o del tutto sbagliate saranno valutate 6/30. Il voto finale sarà dato dalla media dei voti di tutte le risposte. Gli studenti avranno due ore a disposizione per completare la prova scritta. La prova orale, che lo studente potrà scegliere di sostenere o meno dopo aver ricevuto l'esito della prova scritta, partirà da una discussione di quest'ultima e potrà modificarne al massimo di due punti il voto, in positivo o in negativo. Qualora lo studente non frequentante decida di non sostenere la prova orale, il voto dell'esame finale sarà quello della prova scritta. Per il conseguimento della lode è necessario sostenere l'esame orale.
IUS/20 - FILOSOFIA DEL DIRITTO - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente: Riva Nicola
Docente/i
Ricevimento:
Il docente riceve gli studenti su appuntamento, in presenza o a distanza (tramite Microsoft Teams, Skype o Zoom). L'appuntamento può essere fissato per email.
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali - Stanza 206