Linguistica scandinava

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/15
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso introduce ai concetti e ai temi di ricerca chiave della linguistica scandinava in una prospettiva sincronica e/o diacronica valorizzando le connessioni con i metodi e gli approcci della ricerca linguistica in generale.
Risultati apprendimento attesi
Gli studenti acquisiranno conoscenze solide e sistematiche di temi e problemi della situazione e della pratica linguistica della Scandinavia. Sapranno applicare conoscenze e modelli in un'ottica contrastiva, sviluppando un'attitudine al confronto costruttivo fra realtà differenti e all'individuazione di reti di somiglianze e differenze.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Titolo del corso: "Linguistica storico-comparativa e storie di parole".
Le parti frontali delle lezioni saranno registrate e disponibili sul sito dell'università. Non ci sarà distinzione tra studenti frequentanti e non frequentanti. Il corso è aperto a tutti gli studenti, sia quelli immatricolati a Milano sia agli studenti Erasmus.

Nel complesso il corso affronterà le seguenti questioni:
- Lingua e dialetto: definizioni scientifiche, tassonomie popolari e rapporti (sociolinguisici) tra i codici.
- Classificazione delle lingue: il continuum scandinavo all'interno del sistema germanico
- Linguistica storica e comparativa delle lingue scandinave: caratteristiche interne; fonetica e morfologia in diatopia.
- Etimologia: formazione delle parole; prestiti e neologismi; parole scandinave e loro rapporti con il resto d'Europa: motivazioni magico-religiose dei nomi di insetti e altri animali; nomi di piante e frutti in relazione alle loro origini geografiche; motivazioni semantiche parallele.

Il programma del corso è valido fino a settembre 2021.
Prerequisiti
Il corso, i materiali e la bibliografia d'esame presuppongono solide competenze linguistiche in una lingua scandinava e competenza passiva di almeno un'altra lingua europea moderna (oltre all'italiano).
Metodi didattici
Il corso adotta i seguenti metodi didattici: lezioni registrate e incontri bisettimanali di tipo seminariale online. Le lezioni registrate saranno a disposizione sul sito web dell'università.
Materiale di riferimento
La bibliografia seguente è valida per tutti gli studenti. A ogni titolo è attribuito un punteggio riportato fra parentesi quadre.

Gli studenti, oltre agli appunti delle lezioni, dovranno studiare un numero di testi per un punteggio totale pari o superiore al numero di crediti dell'esame: almeno 6 punti per 6 cfu; almeno 9 punti per 9 cfu

Bibliografia:

- Akselberg Gunnstein (2002), "Dialects and regional linguistic varieties in the 20th century II: Norway" in: Bandle Oskar (ed.) The Nordic languages, Berlin: de Gruyter, pp. 1707-1720 / [1]
- Alinei Mario (?), Lexical Isogloss and Etymology Revisited in the context of the ATLAS LINGUARUM EUROPAE [1]
- Alinei Mario (1976), "L'evoluzione del significatio delle parole" [1]
- Alinei, Mario (1983), "Arc-en-ciel", in ALE I, 1, Assen, Van Gorcum, Cartes 6-9, Commentaires, pp. 47-80. [2]
- Alinei Mario (1990), "Magico-Religious Motivations In European Dialects: A Contribution To Archaeolinguistics» in: Dialectologia et Geolinguistica, 5. / [2]
- Alinei Mario (1992), "Dialectologie, anthropologie culturelle, archéologie: vers un nouvel horizon chronologique pour la formation des dialectes européens» in: A.A.V.V. Nazioarteko dialektologia biltzarra. Agiriak / Actas del Congreso International de Dialectologia, Bilbo 1991.X.21/25, Bilbao/Bilbo: Euskaltzaindia / [1]
- Alinei Mario (1997), "Principi di teoria motivazionale (iconimia) e di lessicologia motivazionale (iconomastica), in: Atti del XX Convegno della SIG. Chieti-Pescara, 1997, s. 11-36. [1]
- Alinei Mario (2002), "Nomi di animali, animali come nomi: cosa ci insegnano i dialetti sul rapporto fra esseri umani ed animali, [1]
- Alinei Mario (2008), "Belette/Weasel" in: ALE I/8, Roma: Istituto Poligrafico / [2]
- Banfi Emanuele, Grandi Nicola (2003), «Capitoli: 1.1, 1.2, 1.3, 1.5, 1,7; 3,1; 4.2; 5.2» di: Lingue d'Europa. Elementi di storia e tipologia linguistica, Roma Carocci / [3]
- Barros Ferreira Manuela, Alinei Mario (2008), "Coccinelle/Ladybird" in: ALE I/30, Roma: Istituto Poligrafico / [2]
- Barros Ferreira Manuela, Alinei Mario (2008) "Ver luisant/Firefly" in: ALE 2/37, Roma: Istituto Poligrafico / [2]
- Benati Chiara 2011: "Svedese" (§ 8) in: Storia delle lingue scandinave, Genova: ECIG, 159-190 / [2]
- Benati Chiara 2011: "Norvegese" (§ 9) in: Storia dele lingue scandinave, Genova: ECIG, 193-227 / [2]
- Benati Chiara 2011: "Danese" (§ 10) in: Storia dele lingue scandinave, Genova: ECIG, 231-251 / [1]
Brozović, D., J. Kruijsen et E.R. Tenišev (1988), "Chêne", in ALE I, 3, Assen, Van Gorcum, Carte 36, Commentaires pp. 111-136. [1]
- Contini Michele 2008: "Papillon/Butterfly" in: ALE 2/37, Roma: Istituto Poligrafico [2]
- Caprini Rita, Alinei Mario 2008: "Sorcière/Witch" in: ALE I/8, Roma: Istituto Poligrafico / [2]
- Dahl Östen 2000: Språkets enhet och mångfald, Stockholm: Studentlitteratur. §§ 1 - 8 (pp. 1-169) Åskådningsexempel 2 (pp. 179-186) / [4]
- Edlund Lars-Erik 2011: "Språkgeografisk kartering av de nordiska språken", in: Svenska landsmål och svenskt folkliv, pp. 7-55 / [2]
- Ejskjær Inger 2002: "Dialects and regional linguistic varieties in the 20th century III: Denmark " in: Bandle Oskar (ed.) The Nordic languages, Berlin: de Gruyter, pp. 1721-1741 / [1]
- Hallberg Göran 2002: "Dialects and regional linguistic varieties in the 20th century I: Sweden and Finland" in: Bandle Oskar (ed.) The Nordic languages, Berlin: de Gruyter, pp. 1691-1706 / [1]
- Johannessen Janne Bondi, Vangsnes Øystein Alexander 2011: "Nye nordiske isoglossar. Dialektforsking ved bruk av Nordisk Syntaktisk Database (NSD)", in: Svenska landsmål och svenskt folkliv, pp. 67-75 / [1]
- Nielsen, B. J. - Pedersen, K. M. 1991, Danske talesprog. Dialekter, regionalsprog, sociolekter, København, Gyldendal [4]
- Pamp, B., 1978. Svenska dialekter, Natur och Kultur [4]
- Skjekkeland Martin 2005: Dialektar i Noreg, Oslo: Høyskole Forlaget / [5]
- Torp Arne 2002: "The Nordic languages in a Germanic perspective" in: Bandle Oskar (ed.) The Nordic languages, Berlin: de Gruyter, pp. 13-24 / [1]
- Udolph Jürgen 2002: "Nordic, Germanic, Indoeuropean and the structure of the Germanic language family" in: Bandle Oskar (ed.) The Nordic languages, Berlin: de Gruyter, pp. 544-552 / [1]
- Viereck Wolfgang 2000: "La historia cultural europea: algunas observaciones en el Atlas Linguarum Europea" in: Revista Española de Lingüística, 30/2 / [1]
- Weijnen Antonius 2008: «Forgeron/Smith" in: ALE I/45, Roma: Istituto Poligrafico / [1]
- Werle Eva Carlsson 2011: "Marbuskar, martovor, markyssar", in: Svenska landsmål och svenskt folkliv, pp. 155-173 / [2]
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un colloquio individuale, che prevede domande di tipo generale e su ognuno dei testi letti dallo studente. Il colloquio è in italiano e ha durata variabile (dai 20 ai 30 minuti) a seconda del numero di cfu e di testi scelti dallo studente (monografie o articoli scientifici). Il colloquio mira a verificare la conoscenza e la comprensione dei testi letti, la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte, l'uso della terminologia specifica.
Il voto finale è espresso in trentesimi. Lo studente ha facoltà di rifiutare il voto (in tal caso verrà verbalizzato come "ritirato").
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i