Modelli di studio e impiego di fitoterapici

A.A. 2020/2021
11
Crediti massimi
88
Ore totali
SSD
BIO/14 BIO/15
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'obiettivo formativo dell'insegnamento è acquisire le nozioni principali per lo studio dell'attività biologica dei principi attivi dei prodotti naturali, spaziando da modelli in vitro (colture cellulari, tessuti) a studi ex vivo e su modelli animali. Si forniranno le conoscenze sui modelli animali più adatti per lo studio delle attività farmacologiche dei prodotti naturali e i metodi statistici per una corretta interpretazione dei risultati sperimentali. Si forniranno, inoltre, le principali nozioni relative alle attività terapeutiche dei prodotti di origine vegetale, con una particolare attenzione agli studi clinici sui prodotti vegetali. Oltre agli effetti terapeutici (efficacia), saranno presi in considerazioni aspetti che riguardano il corretto uso dei prodotti vegetali e la loro sicurezza.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento, lo studente dovrà conoscere e comprendere i principali metodi e le tecniche per lo studio in vitro e in vivo degli effetti farmacologici delle droghe e dei loro principi attivi. Alcuni dei metodi studiati sono approcci che derivano dalla farmacologia classica. Inoltre, lo studente dovrà conoscere le principali attività terapeutiche associate ai prodotti di origine naturale, con una particolare attenzione agli studi clinici. Dovrà quindi saper individuare gli aspetti che condizionano l'efficacia di un prodotto naturale e quelli che possono rendere il prodotto tossico (sicurezza).
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
annuale
Il modulo di Modelli di studio dell'attività biologica di sostanze naturali viene erogato al primo semestre. Se la fase emergenziale non consentirà l'erogazione della didattica in presenza, le lezioni si terranno in modalità sincrona sulla piattaforma zoom e seguiranno i medesimi orari assegnati all'insegnamento. Il materiale didattico (slides visualizzate durante le lezioni) sarà disponibile sulla piattaforma ariel dedicata all'insegnamento. Il programma e il materiale didattico di riferimento non subiranno variazioni. L'esame si svolgerà in forma orale utilizzando la piattaforma zoom e consisterà in tre domande sugli argomenti affrontati durante l'insegnamento. L'esame sarà volto ad accertare il raggiungimento degli obiettivi in termini di conoscenza e capacità di comprensione e verificare l'autonomia di giudizio dello studente. Sarà valutata anche la padronanza del linguaggio e la capacità espositiva.
Il modulo di Fitoterapia viene erogato al secondo semestre. Se la fase emergenziale non consentirà l'erogazione della didattica in presenza, le lezioni si terranno in modalità sincrona sulla piattaforma zoom e seguiranno i medesimi orari assegnati all'insegnamento. Il materiale didattico (slides visualizzate durante le lezioni) saranno disponibile sulla piattaforma ariel dedicata all'insegnamento. Il programma e il materiale didattico di riferimento non subiranno variazioni. L'esame si svolgerà in forma orale utilizzando la piattaforma zoom e consisterà in tre domande sugli argomenti affrontati durante l'insegnamento. La durata complessiva sarà di circa 30 minuti. L'esame sarà volto ad accertare il raggiungimento degli obiettivi in termini di conoscenza e capacità di comprensione e verificare l'autonomia di giudizio dello studente. Sarà valutata anche la padronanza del linguaggio e la capacità espositiva.
La valutazione finale sarà la media ponderata delle valutazioni conseguite nei due moduli.
Prerequisiti
L'insegnamento è rivolto agli studenti della Laurea triennale che abbiano acquisito nozioni di fisiologia, biochimica, patologia e farmacologia. Le propedeuticità sono riportate nel Manifesto del corso di studio.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in una prova orale che ha lo scopo di verificare i seguenti aspetti:
· Conoscenza dell'argomento;
· Abilità di ragionamento;
· Abilità comunicative.

Il voto, espresso in trentesimi, deriva dalla media ponderata dei due moduli, modelli di studio dell'attività biologica di sostanze naturali (6 CFU) e fitoterapia (5 CFU).
Modelli di studio dell'attività biologica di sostanze naturali
Programma
- Note introduttive alle metodologie farmacologiche;
- Modelli sperimentali in vitro (colture cellulari);
- Modelli sperimentali in vivo: la scelta dell'animale da esperimento in farmacologia;
- Metodologie applicate alla farmacogenomica;
- Ruolo del modello per lo studio dell'eziopatogenesi di malattia e dell'attività biologica dei farmaci;
- Il dosaggio biologico (Elisa; Western blot; Northern blot; EMSA; PCR, microarrays);
- Cenni di analisi statistica;
- Cenni all'utilizzo di banche dati bibliografiche;
- Metodologie impiegate in farmacologia generale (metodi di studio dei recettori, metodi di studio della biotrasformazione di xenobiotici);
- Metodi di studio dei farmaci antiaggreganti piastrinici
- Modelli per lo studio dei tumori e di principi con attività antitumorale
- Modelli per lo studio della depressione e trattamento farmacologico
- Modelli per lo studio della schizofrenia e trattamento farmacologico
- Modelli per lo studio delle sostanze d'abuso
Metodi didattici
Lezioni frontali
Materiale di riferimento
- Diapositive proiettate nel corso delle lezioni (disponibili sul sito Ariel)
- Letteratura scientifica fornita dal docente
- "Farmacologia generale e speciale per lauree sanitarie, PICCIN (a supporto)
Fitoterapia
Programma
La fitoterapia: definizione e cenni storici, dall'Antichità alla fitoterapia moderna. La droga e il fitocomplesso. La natura del fitocomplesso e le interazioni fra le molecole che lo compongono. Efficacia e sicurezza d'uso dei prodotti fitoterapici.
Fitoterapici ad attività immunostimolante: Panax ginseng C.A. Meyer (Ginseng), Echinacea spp. (E. purpurea, E. Pallida), Astragalus membranaceus (Astragalo), Rhodiola rosea (Rodiola), Eleutherococcus senticosus (Eleuterococco), Schisandra chinensis (Schisandra). Droghe che agiscono nelle infezioni delle vie urinarie: Mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) e mirtillo rosso europeo (Vaccinium vitis idaea). Mirtillo rosso americano (cranberry, Vaccinium macrocarpon) nelle infiammazioni urinarie, principi attivi e meccanismo d'azione. Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi) e arbutina. Droghe che agiscono sulla neurotrasmissione gabaergica e droghe che inducono il sonno: valeriana (Valeriana officinalis), luppolo (Humulus lupulus), passiflora (Passiflora incarnata), melissa (Melissa officinalis). Droghe utili nelle disfunzioni cerebrali: bacopa (Bacopa monnieri), curcuma (Curcuma longa), ginkgo (Ginkgo biloba). Droghe a xantine: caffè (Coffea arabica), thè (Camellia sinensis syn. Thea sinensis), guaranà (Paullinia cupana), matè (Ilex paraguariensis), Cola (Cola spp.), cacao (Theobroma cacao).
Fitoterapici nell'iperplasia prostatica benigna: Serenoa repens, Pygeum africanum, Urtica dioica, semi di zucca. Fitoestrogeni e Piante medicinali utili nelle sindromi menopausali e premestruali: fitoestrogeni, soja e Cimicifuga racemosa, Trifoglio rosso, Agnocasto e borsa del pastore.
Fitoterapici utili nei disturbi gastrointestinali; le droghe attive sullo stomaco-eupeptici e amari: genziana (Gentiana lutea), centaurea minore (Centaurium erythraea), arancio amaro (Citrus aurantium), assenzio (Artemisia absinthium), china (Cinchona spp.), lichene islandico (Cetraria islandica). Le infiammazioni gastriche: gastrite e ulcera. Liquirizia (Glycyrrhiza glabra) ed effetto anti-Helicobacter pylori. Le infiammazioni intestinali: IBD, colite ulcerosa e morbo di Crohn. Lassativi antrachinonici, fonti e meccanismo d'azione. La senna (Cassia angustifolia). Droghe utili nelle infiammazioni intestinali: Aloe, artemisia, andrographis e boswellia (Boswellia serrata), droga della boswellia e principi attivi. Lassativi di massa, gomme (sterculia, adragante, tamarindo) e mucillagini (Plantago ovata, Linum usitatissimum). Il glucomannano (Amorphophallus konjak), manna (Fraxinus spp.). Antielmintici, alcuni esempi. Antidiarroici (tannini). Droghe contro la nausea: zenzero (Gingiber officinale). Piante contro le emorroidi: ippocastano (Aesculus ippocastanum), pungitopo (Ruscus aculeatus), vite rossa (Vitis vinifera cv. Tenturiers). Fitoterapici attivi sul sistema cardiovascolare e nel controllo delle dislipidemie: Berberina, fitosteroli, riso rosso fermentato, aglio, fibre solubili, piantaggine, glucomannano, commiphora, policosanoli. Piante contro l'obesità. Fitoterapici che agiscono sulla cute (Melaleuca, basilico orientale, Aloe, Curcuma, Centella, Amamelide e piante minori).
Visita all'orto Botanico di Brera.
Metodi didattici
Durante l'insegnamento, accanto alle classiche lezioni frontali mediante l'utilizzo di slides, sarà organizzata una visita presso il Museo Orto Botanico di Brera (Milano). Il Museo contiene moltissime piante medicinali e officinali. In questo modo gli studenti potranno visionare e studiare nel dettaglio la morfologia e la droga delle piante officinali/medicinali presenti in Orto. Le droghe delle piante trattate nella seconda parte del corso, laddove disponibili, saranno portate a lezione, per rendere più efficace il riconoscimento della droga trattata durante il corso.
Materiale di riferimento
Si consiglia di approfondire lo studio utilizzando i seguenti testi:
Capasso F., Grandolini G. Izzo A. Fitoterapia. Springer, Milano.
Mazzanti, Dell'Agli, Izzo. Farmacognosia e Fitoterapia: basi farmacologiche e aspetti applicativi. Piccin Editore. 2020.
Sul sito Ariel del docente di seguito riportato è possibile scaricare tutte le slides utilizzate per le lezioni frontali: https://mdellaglif.ariel.ctu.unimi.it/v5/Home/
Moduli o unità didattiche
Fitoterapia
BIO/15 - BIOLOGIA FARMACEUTICA - CFU: 5
Lezioni: 40 ore
Docente: Dell'Agli Mario

Modelli di studio dell'attività biologica di sostanze naturali
BIO/14 - FARMACOLOGIA - CFU: 6
Lezioni: 48 ore
Docente: Camera Marina

Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento telefonico o email
Dip. Scienze Farmacologiche, Via Balzaretti, 9
Ricevimento:
previo appuntamento via email
Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari