Specialità medico chirurgiche (att. prof.)

A.A. 2020/2021
2
Crediti massimi
50
Ore totali
SSD
MED/30 MED/31
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Non definiti
Risultati apprendimento attesi
Non definiti
Programma e organizzazione didattica

Linea: Policlinico

Responsabile
Fino a che non verrà nuovamente autorizzata la frequenza nei reparti, saranno disponibili on line risorse a taglio pratico in sostituzione delle attività professionalizzanti
Prerequisiti
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

Per poter comprendere le tematiche trattate durante la didattica frontale, sono necessarie una serie di conoscenze di base.
Le conoscenze necessarie sono riferibili alle materie ed ai corsi che fanno parte del primo triennio didattico di medicina e chirurgia.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Le modalità di verifica di apprendimento degli studenti, si basano su prove scritte.
La prova scritta consiste in un compito costituito da più domande. Lo studente dovrà rispondere e indicare la sua preferenza tra quattro tipi di risposte.
Malattie apparato visivo
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

-Vizi di refrazione
-Cornea e superficie oculare
-Patologie del cristallino
-Patologie vascolari retiniche (Occlusioni retiniche, retinopatia diabetica, retinopatia ipertensiva )
-Patologie retiniche chirurgiche (distacco di retina, patologie chirurgiche maculari)
-Patologie retiniche degenerative ed ereditarie
-Patologie degli annessi e strabismo
-Patologie dell'idrodinamica oculare
-Traumi oculari
-Tumori oculari
-Principi di neuroftalmologia
-Patologie sistemiche associate all'occhio
- Uveiti
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
- N. Orzalesi "Oftalmologia", Antonio Delfino Editore
- Dispense fornite dal docente nel corso delle lezioni
Otorinolaringoiatria
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

1. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica del naso e del massiccio facciale
2. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle ghiandole salivari maggiori e del collo.
3. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle viee aereo digestive superiori (cavità orale - orofaringe - ipofaringe - laringe) e del distretto rinofaruingo-ototubarico
4. Urgenze ed emergenze in otorinolaringoiatria: diagnosi e trattamento.
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
Pignataro, Cesarani, Felisati, Schindler: Trattato di ORL ed audiologia.
Ed. EDISES Università 2012
Moduli o unità didattiche
Malattie apparato visivo
MED/30 - MALATTIE APPARATO VISIVO - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore
Docente: Viola Francesco

Otorinolaringoiatria
MED/31 - OTORINOLARINGOIATRIA - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore

Linea: San Donato

Responsabile
Fino a che non verrà nuovamente autorizzata la frequenza nei reparti, saranno disponibili on line risorse a taglio pratico in sostituzione delle attività professionalizzanti
Prerequisiti
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

Per poter comprendere le tematiche trattate durante la didattica frontale, sono necessarie una serie di conoscenze di base.
Le conoscenze necessarie sono riferibili alle materie ed ai corsi che fanno parte del primo triennio didattico di medicina e chirurgia.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Le modalità di verifica di apprendimento degli studenti, si basano su prove scritte.
La prova scritta consiste in un compito costituito da più domande. Lo studente dovrà rispondere e indicare la sua preferenza tra quattro tipi di risposte.
Malattie apparato visivo
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

-Vizi di refrazione
-Cornea e superficie oculare
-Patologie del cristallino
-Patologie vascolari retiniche (Occlusioni retiniche, retinopatia diabetica, retinopatia ipertensiva )
-Patologie retiniche chirurgiche (distacco di retina, patologie chirurgiche maculari)
-Patologie retiniche degenerative ed ereditarie
-Patologie degli annessi e strabismo
-Patologie dell'idrodinamica oculare
-Traumi oculari
-Tumori oculari
-Principi di neuroftalmologia
-Patologie sistemiche associate all'occhio
- Uveiti
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
- N. Orzalesi "Oftalmologia", Antonio Delfino Editore
- Dispense fornite dal docente nel corso delle lezioni
Otorinolaringoiatria
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

1. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica del naso e del massiccio facciale
2. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle ghiandole salivari maggiori e del collo.
3. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle viee aereo digestive superiori (cavità orale - orofaringe - ipofaringe - laringe) e del distretto rinofaruingo-ototubarico
4. Urgenze ed emergenze in otorinolaringoiatria: diagnosi e trattamento.
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
Pignataro, Cesarani, Felisati, Schindler: Trattato di ORL ed audiologia.
Ed. EDISES Università 2012
Moduli o unità didattiche
Malattie apparato visivo
MED/30 - MALATTIE APPARATO VISIVO - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore
Docente: Villani Edoardo
Turni:
Gruppo 1
Docente: Villani Edoardo
Gruppo 2
Docente: Villani Edoardo
Gruppo 3
Docente: Villani Edoardo
Gruppo 4
Docente: Villani Edoardo

Otorinolaringoiatria
MED/31 - OTORINOLARINGOIATRIA - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore
Turni:
Gruppo 1
Docente: Capaccio Pasquale
Gruppo 2
Docente: Capaccio Pasquale
Gruppo 3
Docente: Capaccio Pasquale
Gruppo 4
Docente: Capaccio Pasquale

Linea: San Giuseppe

Responsabile
Fino a che non verrà nuovamente autorizzata la frequenza nei reparti, saranno disponibili on line risorse a taglio pratico in sostituzione delle attività professionalizzanti
Prerequisiti
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

Per poter comprendere le tematiche trattate durante la didattica frontale, sono necessarie una serie di conoscenze di base.
Le conoscenze necessarie sono riferibili alle materie ed ai corsi che fanno parte del primo triennio didattico di medicina e chirurgia.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Le modalità di verifica di apprendimento degli studenti, si basano su prove scritte.
La prova scritta consiste in un compito costituito da più domande. Lo studente dovrà rispondere e indicare la sua preferenza tra quattro tipi di risposte.
Malattie apparato visivo
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

-Vizi di refrazione
-Cornea e superficie oculare
-Patologie del cristallino
-Patologie vascolari retiniche (Occlusioni retiniche, retinopatia diabetica, retinopatia ipertensiva )
-Patologie retiniche chirurgiche (distacco di retina, patologie chirurgiche maculari)
-Patologie retiniche degenerative ed ereditarie
-Patologie degli annessi e strabismo
-Patologie dell'idrodinamica oculare
-Traumi oculari
-Tumori oculari
-Principi di neuroftalmologia
-Patologie sistemiche associate all'occhio
- Uveiti
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
- N. Orzalesi "Oftalmologia", Antonio Delfino Editore
- Dispense fornite dal docente nel corso delle lezioni
Otorinolaringoiatria
Programma
Le attività professionalizzanti perseguono e sono parte integrante degli obiettivi e dei risultati degli apprendimenti attesi dall'insegnamento, in quanto conferiscono le abilità e capacità utili ad applicare le conoscenze nella pratica clinica.

1. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica del naso e del massiccio facciale
2. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle ghiandole salivari maggiori e del collo.
3. Anatomo-fisiologia, patologia flogistica e neoplastica delle viee aereo digestive superiori (cavità orale - orofaringe - ipofaringe - laringe) e del distretto rinofaruingo-ototubarico
4. Urgenze ed emergenze in otorinolaringoiatria: diagnosi e trattamento.
Metodi didattici
Frequenza nei reparti di degenza, ambulatori, day hospital, sala operatoria, attività di pronto soccorso, discussione di casi clinici.
Materiale di riferimento
Pignataro, Cesarani, Felisati, Schindler: Trattato di ORL ed audiologia.
Ed. EDISES Università 2012
Moduli o unità didattiche
Malattie apparato visivo
MED/30 - MALATTIE APPARATO VISIVO - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore
Docente: Nucci Paolo

Otorinolaringoiatria
MED/31 - OTORINOLARINGOIATRIA - CFU: 1
Attivita' professionalizzante: 25 ore

Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ospedale San Giusepppe via S.Vittore, 12- 20123 Milano
Ricevimento:
Giovedì h.10.00-12.00, previo appuntamento tramite email
Ospedale "San Giuseppe" - Via S. Vittore 12, Milano (scala C, piano 2)
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
Mercoledi ore 12 - 15 (su appuntamento)
Ospedale San Giuseppe, via S Vittore 12 - Milano
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare con segreteria U.O. oculistica ( 0255033911)
via F. Sforza 35 PAD MONTEGGIA 1° piano