Storia della lingua italiana

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/12
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le nozioni di base intorno a momenti e problemi della storia linguistica italiana attraverso l'analisi di testi dalle origini all'età contemporanea, inserendoli nel contesto storico e culturale in cui sono stati prodotti.
Risultati apprendimento attesi
Competenze: Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà conoscere le nozioni necessarie alla consapevole comprensione critica, metodologicamente fondata e culturalmente contestualizzata, delle diverse tipologie testuali con cui verrà messo a contatto. I contenuti letterari e storici caratterizzanti i testi da esaminare verranno coniugati con le conoscenze grammaticali, relative all'evoluzione diacronica dell'istituto linguistico.
Capacità: l'obiettivo complessivo è quello di potenziare un'abilità ad ampio spettro di comprensione critica della lingua di opere e documenti della secolare tradizione nazionale.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
Durante la fase di didattica emergenziale, il programma viene mantenuto con le seguenti modifiche necessarie per una buona fruizione online del corso originariamente progettato per la didattica in presenza:

Metodi didattici:
il corso in presenza sarà sostituito prevalentemente dalla pubblicazione sul portale ARIEL, nella sezione Materiali Didattici, di tre power-point con audio ogni settimana per 10 settimane.
Gli studenti che intendono dare l'esame da 6 crediti li seguiranno solo fino a metà della settima settimana; gli studenti che intendono dare l'esame da 9 crediti li seguiranno fino alla fine della decima settimana.
Nei power-point verranno affrontati, come da programma, momenti, problemi e testi della storia linguistica italiana, dalle origini al Trecento secolo d'oro della lingua letteraria, all'età umanistica e rinascimentale che codificherà la norma e consacrerà un preciso tipo di lessico fiorentino.
Nell'ultima serie (per gli studenti da 9 crediti) verrà impostato lo studio dell'evoluzione dall'italiano letterario all'italiano lingua comune nazionale.
Sul portale ARIEL verranno fornite le indicazioni relative al calendario delle lezioni, prima dell'inizio delle lezioni, e, man mano, tutti i dettagli delle attività e le informazioni necessarie per lo studio e per affrontare l'esame.



Materiali di riferimento:
Chi porta il programma da frequentante, oltre alla bibliografia già riportata nel programma, deve fare riferimento a tutte le lezioni, i materiali e le risorse pubblicate nel corso online.

Modalità di verifica dell'apprendimento e criteri di valutazione:
L'esame è orale e viene svolto in Teams, secondo le indicazioni fornite dall'Ateneo. Sul portale ARIEL verranno pubblicati i calendari degli orali.
Programma
Il programma dell'insegnamento prevede la presentazione e trattazione di momenti e problemi della storia linguistica italiana affrontati attraverso l'analisi di testi dalle origini all'età contemporanea, inserendoli nel contesto storico e culturale in cui sono stati prodotti. In particolare, nell'unità didattica A si presenteranno e commenteranno le principali vicende dell'italiano fino al Trecento e i relativi testi; nell'unità didattica B si affronterà l' età umanistica e rinascimentale attraverso i problemi e le opere più significative; nell'unità didattica C si imposterà lo studio dell'evoluzione dall'italiano letterario all'italiano lingua comune nazionale, dall'unificazione politica alle istituzioni repubblicane, attraverso la convivenza con i dialetti, l'espansione economica, le migrazioni interne, il progresso tecnologico e il fenomeno dell'immigrazione, con la nascita di varietà regionali, l'italiano dell'uso medio e l'italiano digitale. Come documentazione saranno presentati testi, in genere prosastici, prevalentemente letterari, ma anche di natura non letteraria.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari.
Metodi didattici
L'insegnamento è erogato tramite lezioni frontali; la frequenza è fortemente consigliata - anche se è previsto il programma per studenti non frequentanti- coerentemente con i risultati di apprendimento attesi (conoscere le informazioni e le competenze necessarie alla consapevole comprensione critica, metodologicamente fondata e culturalmente contestualizzata, delle diverse tipologie testuali, coniugando i contenuti letterari e storici caratterizzanti i testi da esaminare con le conoscenze grammaticali, relative all'evoluzione diacronica dell'istituto linguistico) e con l'obiettivo del CdS di fornire una solida formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici e letterari.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti esame da 6 CFU:
- unità didattica A =
C. Marazzini, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell'italiano, Bologna, Il Mulino, 2007.

- unità didattica B = Un volume a scelta tra i seguenti:
S. Morgana, Capitoli di storia linguistica italiana, Milano, LED, 2003;
F. Gatta, R. Tesi (a cura di), Lingua d'autore, Roma, Carocci, 2000;
F. Brugnolo, La lingua di cui si vanta Amore, Roma, Carocci, 2009;
I. Bonomi, S. Morgana (a cura di), La lingua italiana e i mass media, Roma, Carocci, 2016;
C. Marazzini, Da Dante alle lingue del Web, Roma, Carocci, 2013;
R. Gualdo, Per l'italiano, Roma, Aracne, 2011;
P. Manni, La lingua di Dante, Bologna, Il Mulino, 2013;
P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2016;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Dante, Petrarca, Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, La quarta corona. Pietro Bembo e la codificazione dell'italiano scritto, Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Il Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 2019;
L. Pizzoli, La politica linguistica in Italia, Roma, Carocci, 2018;
C. Marazzini, Breve storia della questione della lingua, Roma, Carocci, 2018.

Studenti frequentanti esame da 9 CFU:
- unità didattica A =
C. Marazzini, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell'italiano, Bologna, Il Mulino, 2007.

- unità didattica B =
C. Marazzini, Da Dante alle lingue del Web, Roma, Carocci, 2013.

- unità didattica C = Un volume a scelta tra i seguenti:
S. Morgana, Capitoli di storia linguistica italiana, Milano, LED, 2003;
F. Gatta, R. Tesi (a cura di), Lingua d'autore, Roma, Carocci, 2000;
F. Brugnolo, La lingua di cui si vanta Amore, Roma, Carocci, 2009;
I. Bonomi, S. Morgana (a cura di) La lingua italiana e i mass media, Roma, Carocci, 2016;
R. Gualdo, Per l'italiano, Roma, Aracne, 2011;
P. Manni, La lingua di Dante, Bologna, Il Mulino, 2013;
P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2016;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Dante, Petrarca, Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, La quarta corona. Pietro Bembo e la codificazione dell'italiano scritto, Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Il Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 2019;
L. Pizzoli, La politica linguistica in Italia, Roma, Carocci, 2018;
C. Marazzini, Breve storia della questione della lingua, Roma, Carocci, 2018.

Studenti non frequentanti esame da 6 CFU:
- unità didattica A =
C. Marazzini, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell'italiano, Bologna, Il Mulino, 2007.
C. Marazzini, Da Dante alle lingue del Web, Roma, Carocci, 2013.

- unità didattica B = Due volumi a scelta tra i seguenti:
S. Morgana, Capitoli di storia linguistica italiana, Milano, LED, 2003;
F. Gatta, R. Tesi (a cura di), Lingua d'autore, Roma, Carocci, 2000;
F. Brugnolo, La lingua di cui si vanta Amore, Roma, Carocci, 2009;
I. Bonomi, S. Morgana (a cura di), La lingua italiana e i mass media, Roma, Carocci, 2016;
R. Gualdo, Per l'italiano, Roma, Aracne, 2011;
P. Manni, La lingua di Dante, Bologna, Il Mulino, 2013;
P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2016;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Dante, Petrarca, Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, La quarta corona. Pietro Bembo e la codificazione dell'italiano scritto, Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Il Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 2019;
L. Pizzoli, La politica linguistica in Italia, Roma, Carocci, 2018;
C. Marazzini, Breve storia della questione della lingua, Roma, Carocci, 2018.

Studenti non frequentanti esame da 9 CFU:
- unità didattica A =
C. Marazzini, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell'italiano, Bologna, Il Mulino, 2007;
S. Morgana, Capitoli di storia linguistica italiana, Milano, LED, 2003.

- unità didattica B =
C. Marazzini, Da Dante alle lingue del Web, Roma, Carocci, 2013;

- unità didattica C = Due volumi a scelta tra:
S. Morgana, Capitoli di storia linguistica italiana, Milano, LED, 2003;
F. Gatta, R. Tesi (a cura di), Lingua d'autore, Roma, Carocci, 2000;
F. Brugnolo, La lingua di cui si vanta Amore, Roma, Carocci, 2009;
I. Bonomi, S. Morgana (a cura di), La lingua italiana e i mass media, Roma, Carocci, 2016;
R. Gualdo, Per l'italiano, Roma, Aracne, 2011;
P. Manni, La lingua di Dante, Bologna, Il Mulino, 2013;
P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2016;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Dante, Petrarca, Boccaccio, Bologna, Il Mulino, 2015;
G. Patota, La quarta corona. Pietro Bembo e la codificazione dell'italiano scritto, Bologna, Il Mulino, 2017;
G. Patota, La grande bellezza dell'italiano. Il Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 2019;
L. Pizzoli, La politica linguistica in Italia, Roma, Carocci, 2018;
C. Marazzini, Breve storia della questione della lingua, Roma, Carocci, 2018.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova d'esame è l'interrogazione orale, volta ad accertare la conoscenza, da parte dello studente, delle informazioni e delle competenze necessarie alla consapevole comprensione critica, metodologicamente fondata e culturalmente contestualizzata, delle diverse tipologie testuali, coniugando i contenuti letterari e storici caratterizzanti i testi da esaminare con le conoscenze grammaticali, relative all'evoluzione diacronica dell'istituto linguistico.
I parametri di valutazione riguardano, oltre ai contenuti, la capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza; la capacità di ragionamento critico sullo studio realizzato; la qualità e l'efficacia dell'esposizione e la competenza nell'impiego del lessico specialistico. La valutazione viene espressa con voto in trentesimi.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/12 - LINGUISTICA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/12 - LINGUISTICA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/12 - LINGUISTICA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
mercoledì 14.30-17.30
Durante la fase emergenziale la docente riceve gli studenti a distanza previo appuntamento personalizzato con scambio di mail.