Storia medievale

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'obiettivo del corso è quello di fornire le linee generali della storia medievale, nonché gli strumenti necessari alla comprensione dei principali aspetti politici, economici, sociali e religiosi dei secoli che vanno dall'età tardoantica al primo Rinascimento.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza dello svolgimento politico-istituzionale, socioeconomico e culturale della storia medievale, dal V al XV secolo. Sarà inoltre in grado di collocare gli eventi e le figure più rappresentative nei loro contesti cronologici e geografici. Lo studente sarà in grado di utilizzare strumenti linguistici (proprietà di linguaggio, corretto lessico specifico) adeguati a esprimere, in forma chiara ed efficace, concetti di carattere politico, istituzionale, economico, religioso; saprà leggere criticamente opere storiografiche e utilizzare i principali strumenti, anche informatici, per la ricerca e l'analisi delle fonti. Queste competenze saranno acquisite tramite un confronto diretto e continuativo con il docente in aula; la discussione intorno alle fonti proposte costituirà inoltre un momento di riflessione critica e di apprendimento metodologico. Grande importanza rivestirà anche la partecipazione a seminari e incontri proposti all'interno delle attività del Dipartimento di studi storici. Gli studenti non frequentanti potranno avvalersi degli strumenti didattici messi eventualmente a disposizione dal docente su Ariel, approfondire gli argomenti principali tramite apposite letture concordate con il docente, e ovviamente confrontarsi con il docente stesso sia via mail, sia durante gli orari di ricevimento.
Programma e organizzazione didattica

A-C

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Lezioni si svolgeranno in modalità a distanza, principalmente in forma sincrona tramite Microsoft Teams.
oppure
Gli studenti potranno trovare tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link ecc.), eventuali cambiamenti del programma ed eventuali variazioni del materiale di riferimento (bibliografia ecc.) sul sito Ariel dell'insegnamento.
Le modalità e i criteri per partecipare alle lezioni in presenza, che prevedono una prenotazione con la apposita app, saranno indicate sul portale di Ateneo.
Circa, infine, l'esame, qualora non fosse possibile svolgerlo in presenza, la prova si terrà in forma telematica con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.
Programma
Titolo del corso: Il millennio medievale
Parte 1: L'alto medioevo
Parte 2: I secoli centrali del medioevo
Parte 3: Il basso medioevo
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti diversi da quelli richiesti per l'ammissione al corso di studi
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito da lezione frontali volte innanzitutto all'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e del linguaggio proprio della disciplina. La discussione in aula col docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico anche multimediale presente nella piattaforma ARIEL.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (parti 1 e 2)
la conoscenza del manuale: L. Provero, M. Vallerani, Storia Medievale, Mondadorieducation 2015 ss.
La conoscenza di uno fra i seguenti volumi
S. Gasparri, Italia longobarda. Il Regno, i Franchi, il papato, Roma, Laterza, 2012 e ss.
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella, 2011 e ss.

- Programma per 9 cfu:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (parti 1, 2, 3)
conoscenza del manuale: L. Provero, M. Vallerani, Storia Medievale, Mondadorieducation 2015 ss.
conoscenza di entrambi i seguenti volumi
- S. Gasparri, Italia longobarda. Il Regno, i Franchi, il papato, Roma, Laterza, 2012 e ss.
- F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella, 2011 e ss.

Studenti non frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
- Manuale: L. Provero, M. Vallerani, Storia Medievale, Mondadorieducation 2015 ss.
Conoscenza di due dei seguenti volumi:
- S. Gasparri, Italia longobarda. Il Regno, i Franchi, il papato, Roma, Laterza, 2012 e ss.
- F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella, 2011 e ss.
- Lo Stato del Rinascimento in Italia, a cura di A. Gamberini, I. Lazzarini, 2014 e ss. (5 capitoli a scelta dello studente)

- Programma per 9 cfu:
- Manuale: L. Provero, M. Vallerani, Storia Medievale, Mondadorieducation 2015 ss.
Conoscenza dei seguenti tre volumi:
- S. Gasparri, Italia longobarda. Il Regno, i Franchi, il papato, Roma, Laterza, 2012 e ss.
- F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella, 2011 e ss.
- Lo Stato del Rinascimento in Italia, a cura di A. Gamberini, I. Lazzarini, 2014 e ss. (5 capitoli a scelta dello studente)

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d'esame, eventualmente in lingua inglese.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Metodo: esame orale
- Tipo di esame: colloquio orale preceduto da un test scritto di 20 minuti con domande sia a risposta chiusa, sia a risposta aperta
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare e elaborare le conoscenze acquisite, capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto; qualità dell'esposizione, competenza nell'uso del lessico della disciplina, efficacia comunicativa e chiarezza.
- Tipo di valutazione: voto in trentesimi
- NB: è prevista una prova intermedia facoltativa (alla fine delle lezioni) riservata ai soli studenti frequentanti. Essa sarà costituita da un esame scritto della durata di 90 minuti con domande a risposta chiusa e domande a risposta aperta. Oggetto della prova saranno gli argomenti trattati a lezione e il manuale. Il voto finale sarà dato dalla media del voto della prova intermedia e dell'esame finale.
- Metodo di comunicazione della prova intermedia facoltativa: sito Ariel
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

A-L

Periodo
Secondo semestre
Moduli o unità didattiche
Unita didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

D-M

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza, in forma mista, sincrona e asincrona, tramite le piattaforme Ariel e Teams secondo il calendario che sarà pubblicato dal docente sul sito Ariel dell'insegnamento.

Gli studenti potranno trovare tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link ecc.), eventuali cambiamenti del programma ed eventuali variazioni del materiale di riferimento (bibliografia ecc.) sul sito Ariel dell'insegnamento.

Circa, infine, l'esame, qualora non fosse possibile svolgerlo in presenza, la prova si terrà in forma telematica con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.

La prova scritta intermedia per quest'anno è soppressa.
Programma
Titolo del corso: Campagne Medievali
Parte 1: La storia medievale
Parte 2: La storia medievale: fonti e metodi
Parte 3: Campagne medievali
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti diversi da quelli richiesti per l'ammissione al corso di studi
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito da lezione frontali volte innanzitutto all'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e del linguaggio proprio della disciplina. La discussione in aula col docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico anche multimediale presente nella piattaforma ARIEL.
Materiale di riferimento
Studenti frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (unità didattiche 1 e 2)
la conoscenza del manuale: P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson ed.
La conoscenza di uno fra i seguenti volumi
D. Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Torino, Einaudi
A. Barbero, Carlo Magno: un padre dell'Europa, Roma-Bari, Laterza
D. Boquet, P. Nagy, Medioevo sensibile. Una storia delle emozioni, Roma, Carocci
A. Demurger, Crociate e crociati nel Medioevo, Milano, Garzanti
J. Haldon, L'impero che non voleva morire, Torino, Einaudi
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella,
R. Rao, I paesaggi dell'Italia medievale, Carocci ed.


- Programma per 9 cfu:
- conoscenza degli argomenti trattati a lezione (unità didattiche 1, 2, 3)
- la conoscenza del manuale: P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson ed.
La conoscenza di uno fra i seguenti volumi
D. Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Torino, Einaudi
A. Barbero, Carlo Magno: un padre dell'Europa, Roma-Bari, Laterza
D. Boquet, P. Nagy, Medioevo sensibile. Una storia delle emozioni, Roma, Carocci
A. Demurger, Crociate e crociati nel Medioevo, Milano, Garzanti
J. Haldon, L'impero che non voleva morire, Torino, Einaudi
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella,
R. Rao, I paesaggi dell'Italia medievale, Carocci ed.
- E di uno fra i seguenti volumi:
G. Albini, Poveri e povertà nel medioevo, Roma, Carocci
C. Azzara, A. Rapetti, La chiesa nel Medioevo, Bologna, Il Mulino
N. D'Acunto, La lotta per le investiture. Una rivoluzione medievale, Roma, Carocci
S. Gasparri, C. La Rocca, Tempi barbarici. L'Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900), Roma, Carocci
P. Grillo, La falsa inimicizia. Guelfi e ghibellini nell'Italia del Duecento, Roma, Salerno
G. Pinto, Il lavoro, la poverta, l'assistenza. Ricerche sulla società medievale, Roma, Viella


Studenti non frequentanti:
- Programma per 6 cfu:
- Manuale: P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson ed.
- Il volume: P. Grillo, Le porte del mondo, Milano, Mondadori
e uno dei seguenti volumi:
D. Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Torino, Einaudi
G. Albini, Poveri e povertà nel medioevo, Roma, Carocci
A. Barbero, Carlo Magno: un padre dell'Europa, Roma-Bari, Laterza
A. Demurger, Crociate e crociati nel Medioevo, Milano, Garzanti
J. Haldon, L'impero che non voleva morire, Torino, Einaudi
P. Grillo, Nascita di una cattedrale. Le origini del Duomo di Milano, Milano, Mondadori
P. Grillo, La falsa inimicizia. Guelfi e ghibellini nell'Italia del Duecento, Roma, Salerno
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella

- Programma per 9 cfu:
Manuale: P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson ed.
- Il seguente volume:
P. Grillo, Le porte del mondo, Milano, Mondadori
- uno dei seguenti volumi:
D. Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Torino, Einaudi
G. Albini, Poveri e povertà nel medioevo, Roma, Carocci
A. Barbero, Carlo Magno: un padre dell'Europa, Roma-Bari, Laterza
A. Demurger, Crociate e crociati nel Medioevo, Milano, Garzanti
J. Haldon, L'impero che non voleva morire, Torino, Einaudi
P. Grillo, Nascita di una cattedrale. Le origini del Duomo di Milano, Milano, Mondadori
P. Grillo, La falsa inimicizia. Guelfi e ghibellini nell'Italia del Duecento, Roma, Salerno
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Roma, Viella
- E uno dei seguenti volumi:
C. Azzara, A. Rapetti, La chiesa nel Medioevo, Bologna, Il Mulino
D. Boquet, P. Nagy, Medioevo sensibile. Una storia delle emozioni, Roma, Carocci
N. D'Acunto, La lotta per le investiture. Una rivoluzione medievale, Roma, Carocci
S. Gasparri, C. La Rocca, Tempi barbarici. L'Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900), Roma, Carocci
P. Grillo, Le guerre del Barbarossa. I comuni contro l'imperatore, Roma-Bari, Laterza
R. Rao, I paesaggi dell'Italia medievale, Roma, Carocci

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d'esame, eventualmente in lingua inglese.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Metodo: esame orale
- Tipo di esame: colloquio orale.
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare e elaborare le conoscenze acquisite, capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto; qualità dell'esposizione, competenza nell'uso del lessico della disciplina, efficacia comunicativa e chiarezza.
- Tipo di valutazione: voto in trentesimi
- NB: è prevista una prova intermedia facoltativa (alla fine delle lezioni) riservata ai soli studenti frequentanti. Essa sarà costituita da un esame scritto della durata di 90 minuti con domande a risposta chiusa e domande a risposta aperta. Oggetto della prova saranno gli argomenti trattati a lezione e il manuale. Il voto finale sarà dato dalla media del voto della prova intermedia e dell'esame finale.
- Metodo di comunicazione della prova intermedia facoltativa: sito Ariel
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

M-Z

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza, principalmente in forma asincrona, tramite Ariel.
Gli studenti potranno trovare tutte le informazioni per accedere alle lezioni (link ecc.), eventuali cambiamenti del programma ed eventuali variazioni del materiale di riferimento (bibliografia ecc.) sul sito Ariel dell'insegnamento.
Circa, infine, l'esame, qualora non fosse possibile svolgerlo in presenza, la prova si terrà in forma telematica con le modalità che saranno comunicate sul sito Ariel dell'insegnamento al termine del corso.
Programma
Titolo del corso: Federico II: storia, mito e memoria
Parte 1: Parte istituzionale: l'Alto medioevo
Parte 2: Parte istituzionale: il Basso medioevo
Parte 3: Corso monografico: Federico II: storia, mito e memoria
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti diversi da quelli richiesti per l'ammissione al corso di studi.
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito da lezioni volte innanzitutto all'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e del linguaggio proprio della disciplina.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico (audiopowerpoint, mappe, video, timelaps) caricati sulla piattaforma ARIEL.
Materiale di riferimento
Programma d'esame per studenti frequentanti

Unità didattiche A + B
- Un manuale a scelta fra:
A. Zorzi, Manuale di storia medievale, Torino: UTET, 2016
P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Torino: Pearson, 2019
- gli appunti delle lezioni
- la lettura di due saggi a scelta fra quelli di H. Zug Tucci, J.C. Maire Vigueur, E. Artifoni, M. Aurell., A. Bartoli Langeli, N. Giovè Marchioli, G. Andenna, P. Cammarosano, S. Raveggi nella raccolta Le forme della propaganda politica nel Due e nel Trecento all'URL https://www.persee.fr/issue/efr_0000-0000_1994_act_201_1

Unità didattica C
Oltre agli appunti delle lezioni, un testo a scelta tra:
- David Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Einaudi, Torino, 1993 (anche in edizione digitale)
- Fulvio Delle Donne, Federico II. La condanna della memoria: metamorfosi di un mito, Viella Roma 2012 (anche in edizione digitale)
- Fulvio Delle Donne, La porta del sapere. Cultura alla corte di Federico II di Svevia, Carocci, Roma, 2019 (no digitale)
- Paolo Grillo, La falsa inimicizia. Guelfi e ghibellini nell'Italia del Duecento, Roma: Salerno Editrice 2018 (anche in edizione digitale)


Qualora si abbiano dubbi sulla terminologia e su dati storici e geografici si consiglia vivamente la consultazione dei seguenti dizionari:
Enciclopedia del Medioevo, Le Garzantine, Milano: Garzanti, 2007
A. Barbero, C. Frugoni, Dizionario del Medioevo, Roma-Bari: Laterza 1994


Programma d'esame per studenti non frequentanti

Unità didattiche A + B
- Un manuale a scelta fra:
A. Zorzi, Manuale di storia medievale, Torino: UTET, 2016
P. Grillo, Storia Medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Torino: Pearson, 2019
- G. Sergi, L'idea di medioevo. Fra storia e senso comune, Torino: Donzelli, 2005 (anche in edizione digitale)
- la lettura di due saggi a scelta fra quelli di H. Zug Tucci, J.C. Maire Vigueur, E. Artifoni, M. Aurell., A. Bartoli Langeli, N. Giovè Marchioli, G. Andenna, P. Cammarosano, S. Raveggi nella raccolta https://www.persee.fr/issue/efr_0000-0000_1994_act_201_1

Unità didattica C
Oltre agli appunti delle lezioni, un testo a scelta tra:
- David Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Einaudi, Torino, 1993 (anche in edizione digitale)
- Fulvio Delle Donne, Federico II. La condanna della memoria: metamorfosi di un mito, Viella Roma 2012 (anche in edizione digitale)
- Fulvio Delle Donne, La porta del sapere. Cultura alla corte di Federico II di Svevia, Carocci, Roma, 2019 (no digitale)
- Paolo Grillo, La falsa inimicizia. Guelfi e ghibellini nell'Italia del Duecento, Roma: Salerno Editrice 2018 (anche in edizione digitale)

Qualora si abbiano dubbi sulla terminologia e su dati storici e geografici si consiglia vivamente la consultazione dei seguenti dizionari:
Enciclopedia del Medioevo, Le Garzantine, Milano: Garzanti, 2007
A. Barbero, C. Frugoni, Dizionario del Medioevo, Roma-Bari: Laterza 1994
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Metodo: esame orale.
- Tipo di esame: colloquio orale.
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare e elaborare le conoscenze acquisite; capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto; qualità dell'esposizione; competenza nell'uso del lessico della disciplina; efficacia comunicativa e chiarezza.
- Tipo di valutazione: voto in trentesimi.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

N-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione ai possibili sviluppi dell'emergenza sanitaria, al fine di organizzare nel modo più efficace il corso, la didattica sarà organizzata nel modo seguente.
- come nei corsi degli anni precedenti, le lezioni seguiranno grosso modo i principali argomenti del manuale di storia medievale, con approfondimenti e focus su alcuni argomenti, lasciando le parti che non sarà possibile approfondire alla preparazione personale;
- una delle tre lezioni settimanali, quella del mercoledì, si terrà in sincrono, nell'orario previsto, mediante la piattaforma Teams, in sostituzione della classica lezione in presenza; nel corso della lezione le studentesse e gli studenti potranno intervenire con le loro domande e dare il proprio contributo, come se fossero presenti in aula. Si raccomanda ad ogni partecipante - e in particolare agli iscritti al primo anno - di procurarsi preliminarmente le credenziali a Microsoft Teams messe a disposizione da Unimi per sperimentare le funzionalità della piattaforma;
- le altre due lezioni settimanali consisteranno nella pubblicazione sul portale Ariel di blocchi di slide Power Point con testi, immagini e commento vocale ad ogni slide; queste lezioni resteranno sul portale a disposizione degli studenti fino alla fine del corso;
- il portale Ariel, a cui avranno accesso tutti gli studenti della facoltà di Studi umanistici, sarà utilizzato dalla docente per dare comunicazioni e avvisi, e per pubblicare materiali e testi presentati e commentati durante il corso, come si è sempre fatto in condizioni di normalità;
- se non sarà possibile ripristinare l'orario di ricevimento in presenza, anche i colloqui docente/studenti si terranno mediante la piattaforma Teams;
- le modalità di verifica dell'apprendimento non subiranno sostanziali cambiamenti, fatta salva la possibilità di sostenere l'esame mediante la piattaforma Teams, anziché in presenza.
Queste modalità potrebbero essere modificate (e migliorate) in relazione ai suggerimenti provenienti dai partecipanti per rendere il corso più vicino alle loro esigenze e per garantire una didattica efficace e continuativa.
Programma
Titolo del corso: Il medioevo: società, economia, politica e cultura
Parte I: Dal Tardo Antico all'anno Mille. Cristianesimo e Islam.
Parte II: Stato carolingio, dissoluzione signorile, formazione di monarchie medievali. I comuni italiani e gli sviluppi politici del tardo medioevo
Parte III: L'espansione europea. Guerre, crociate, espansione commerciale. Cultura e università.
Prerequisiti
Non vi sono prerequisiti specifici differenti da quelli richiesti per l'accesso al corso di laurea
Metodi didattici
L'insegnamento è costituito da lezioni intese a trasmettere le conoscenze, le competenze e il linguaggio proprio della disciplina. La discussione in aula col docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite.
L'insegnamento si avvale di materiale didattico pubblicato nella piattaforma ARIEL: slide, testi, immagini.
Materiale di riferimento
- Programma per 6 cfu - studenti frequentanti:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (I e II parte)
Manuale obbligatorio:
P. Grillo, Storia medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson, Milano-Torino 2019
insieme a:
G. Sergi, L'idea di Medioevo: fra storia e senso comune, Roma, Donzelli (edizioni recenti).
Oltre agli argomenti trattati in aula, saranno distribuiti testi di approfondimento mediante il portale Ariel (in formato pdf) e indicati altri testi di studio prima dell'inizio del corso.

- Programma per 9 cfu - studenti frequentanti:
conoscenza degli argomenti trattati a lezione (I, II e III parte)
Manuale obbligatorio:
P. Grillo, Storia medievale. Italia, Europa, Mediterraneo, Pearson, Milano-Torino 2019
insieme a:
G. Sergi, L'idea di Medioevo: fra storia e senso comune, Roma, Donzelli (edizioni recenti).
Oltre agli argomenti trattati in aula nel primo modulo, saranno distribuiti testi di approfondimento mediante il portale Ariel (formato pdf) e indicati altri testi di studio prima dell'inizio del corso.

N.B.
Il programma per NON FREQUENTANTI prevede la scelta aggiuntiva di un testo dall'elenco che segue (per 6 crediti) e di due testi dal medesimo elenco (per 9 crediti).
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d'esame, eventualmente in lingua inglese.

Testi per la scelta (1 per 6 CFU, 2 per 9 CFU)
D. Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Laterza, Bari 2006
C. Azzara - A.M. Rapetti, La chiesa nel medioevo, Il Mulino, Bologna 2009
M. Bloch, I re taumaturghi, Einaudi, Torino (edizioni recenti)
J. Flori, La guerra santa. La formazione dell'idea di crociata nell'Occidente cristiano, il Mulino, Bologna 2003
P. Grillo, Le guerre del Barbarossa. I comuni contro l'imperatore, Laterza, Roma-Bari 2018
C.H. Haskins, La rinascita del XII secolo, il Mulino, Bologna 1998 (o edizione più recente dal titolo Il rinascimento del XII secolo)
J. Le Goff, San Luigi, Einaudi, Torino 2006
J.-C. Maire Vigueur, Cavalieri e cittadini: guerra, conflitti e società nell'Italia comunale, Bologna, il Mulino, 2004
M. Montanari Alimentazione e cultura nel Medioevo, Laterza, Roma-Bari, 2008
M. Mallett, Signori e mercenari. La guerra nell'Italia del Rinascimento, Il Mulino, Bologna (edizioni recenti).
F. Menant, L'Italia dei comuni (1100-1350), Viella, Roma 2011
R. Rao, I paesaggi dell'Italia medievale, Carocci, Roma 2015
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Modalità: la prova d'esame è orale. Solo nelle sessioni più affollate, potrà essere richiesto un test scritto di 20 minuti sui principali eventi del Medio Evo, sulla cronologia, sulla definizione di termini significativi.
- Parametri di valutazione: capacità di esporre ordinatamente le conoscenze; capacità di riflessione critica sugli argomenti studiati; qualità, linearità e chiarezza dell'esposizione, competenza nell'impiego del lessico specifico.
- Tipo di valutazione utilizzata: voto in trentesimi.
Una prova intermedia scritta sarà riservata (facoltativamente) agli studenti frequentanti e si terrà dopo la fine del secondo modulo. La prova consiste di alcune domande aperte sugli argomenti trattati a lezione. I voti sono poi pubblicati sul sito Ariel e fanno media con la prova orale successiva.
Le modalità d'esame per studenti DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente. Eventuali problemi o difficoltà personali che possano condizionare la prova d'esame possono essere segnalati alla docente, prima dell'esame, in un colloquio privato.
Moduli o unità didattiche
Unita didattica A
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Ogni martedì dalle 9.30 sul portale Teams. Prego inviare mail di prenotazione.
Teams - team Ricevimento Covini
Ricevimento:
lunedì, h 14.00
AVVISO: il ricevimento avviene su appuntamento tramite Microsoft teams
Ricevimento:
Fino a diversa comunicazione della docente, esami, ricevimento e lezioni del primo semestre continuano a svolgersi per via telematica. GLI STUDENTI POSSONO CONTATTARE LA DOCENTE VIA EMAIL.
Settore B, III piano, studio B 25
Ricevimento:
Il ricevimento in presenza resta sospeso. E' possibile contattarmi via mail anche per fissare un eventuale colloquio a distanza. I colloqui sono sospesi durante il mese di agosto.
Settore B, secondo piano