Tirocinio in farmacia (seconda parte)

A.A. 2020/2021
25
Crediti massimi
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il tirocinio per la formazione in Farmacia, che in conformità alla Direttiva Comunitaria 2005/36/CE art. 44, comma 2, lett. b corrisponde a un periodo di sei mesi a tempo pieno, deve servire allo studente ad approfondire le conoscenze sui farmaci, anche dal punto di vista dei nomi commerciali e deve servire a responsabilizzarlo anche nell'erogazione di farmaci, in un contesto di relazioni con il pubblico.
Risultati apprendimento attesi
Dopo il tirocinio lo studente avrà aumentato le sue conoscenze sull'utilizzo dei farmaci soprattutto nell'interazione con le prescrizioni mediche e si sarà confrontato con le varie preparazioni galeniche.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
annuale
Programma
Il tirocinio consente di apprendere il completo funzionamento della dispensazione dei farmaci e di tutta la documentazione legislativa inerente, nonchè le procedure per preparazioni galeniche.
Prerequisiti
La frequenza al tirocinio è autorizzata a partire dal secondo semestre del quarto anno purché lo studente acquisisca almeno 150 CFU, superando tutti gli esami del primo e del secondo anno, e alcuni esami del terzo anno, tra cui deve essere compresa Farmacologia e farmacoterapia o Chimica farmaceutica e tossicologica I. Si consiglia, inoltre, la frequenza del corso di Tecnologia e legislazione farmaceutiche I.
Per accedere al tirocinio, lo studente deve seguire corsi di formazione sulla sicurezza generale e sulla sicurezza specifica organizzati rispettivamente dall'Ateneo e dall'Ordine dei Farmacisti.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
I risultati vengono valutati dal tutor della Farmacia presso la quale viene svolto il tirocinio e validata da uno dei docenti del CdS tutor per il tirocinio.
La valutazione consente l'acquisizione di 30 CFU.
- CFU: 25
Tirocinio Farmacia: 0 ore