Tirocinio (primo anno)

A.A. 2020/2021
24
Crediti massimi
600
Ore totali
SSD
MED/50
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Introdurre lo studente alla professione dell'Ortottista Assistente di Oftalmologia.
Al termine del periodo di tirocinio, lo studente dovrà essere in grado di utilizzare tutte le conoscenze teoriche acquisite durante i corsi di:
· Ottica
· Ottica Fisiopatologica
· Anatomia fisiologia e fisiopatologia Oculare
Risultati apprendimento attesi
Al termine del periodo di tirocinio, lo studente dovrà essere in grado di
utilizzare tutte le conoscenze teoriche acquisite durante i corsi di:
- Ottica (include gli effetti delle lenti e dei prismi e come possono
essere utilizzati terapeuticamente)
- Ottica Fisiopatologica (fisiologia della visione, movimenti
oculari e visione binoculare)
- Anatomia fisiologica e Fisiopatologia oculare (l'accento è posto
sull'occhio e sul cervello).
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Le lezioni si terranno sulla piattaforma Microsoft Teams e potranno essere seguite sia in sincrono sulla base dell'orario del primo trimestre sia in asincrono perché saranno registrate e lasciate a disposizione degli studenti sulla medesima piattaforma.
Programma
Al termine del primo anno lo studente dovrà aver acquisito le conoscenze teorico-pratiche:
Sviluppare un comportamento eticamente corretto ed una condotta da professionista sanitario
Utilizzare in modo appropriato la strumentazione ed il materiale in dotazione presso il servizio
Valutazione della rifrazione nell'adulto e nel bambino ovvero:
Saper utilizzare il frontifocometro ottico nella misurazione di lenti correttive;
Saper misurare le lenti sferiche, lenti cilindriche, lenti toriche e lenti prismatiche;
Saper misurare la distanza interpupillare, la distanza interassiale, saper rilevare la distanza dei centri ottici, lo scartamento e saper valutare la corretta centratura dell'occhiale;
Saper assettare correttamente la montatura di prova ed utilizzare la cassetta lenti di prova;
Saper rilevare correttamente i valori cheratometrici tramite l'oftalmometro;
Saper rilevare correttamente i dati rifrattometrici;
Saper rilevare ed utilizzare i valori dell'autorefrattometro (AR) e autocheratometro(ARK)
Saper interpretare correttamente i dati di AR e ARK
Saper effettuare una schiascopia in cicloplegia e saperne interpretare i dati;
Saper effettuare la prova oggettiva della rifrazione e saperne utilizzare i dati;
Saper determinare correttamente il visus mediante l'utilizzo corretto dei dati rifrattometrici.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari
Metodi didattici
Partendo dalle lezioni frontali il sapere teorico diventa esperienziale con le attività di tirocinio clinico. Sono previste esercitazioni, seminari, simulazioni, lavoro di gruppo, predisposizione di elaborati e/o ricerche, analisi di casi clinici
Materiale di riferimento
La preparazione si basa sulle slides fornite dal docente e disponibile sul sito ARIEL e sui testi consigliati
GP Paliaga : I Vizi di refrazione
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Il tirocinio clinico è di tipo estensivo si svolge da ottobre a settembre.
L'attività di tirocinio viene valutata mediante tre schede che indagano il sapere il saper essere e il saper fare.
Il voto finale di tirocinio viene espresso in trentesimi ed è dato dalla media de i valori in trentesimi delle tre schede di valutazione
MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE - CFU: 24
Pratica - Esercitativa: 600 ore
Docente/i