Antropologia culturale

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-DEA/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento intende fornire agli studenti:
- conoscenza di principali concetti e metodi del sapere antropologico;
-conoscenza della storia del concetto di cultura e del metodo etnografico nel corso del Novecento;
- conoscenze e competenze antropologiche per l'analisi critica dei fenomeni della contemporaneità
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo studente possiederà le seguenti conoscenze, abilità e competenze: - conoscenza approfondita della riflessione antropologica sul concetto di cultura e del metodo etnografico; - capacità di applicare le conoscenze teoriche-metodologiche per leggere i fenomeni della contemporaneità in modo critico; - capacità di utilizzare in autonomia il metodo etnografico in ricerche finalizzate alla proposta di modalità efficaci di intervento; - consapevolezza dell'importanza del posizionamento del ricercatore nell'analisi dei fatti sociali e delle sue responsabilità etiche e deontologiche e capacità di tenerne conto nella stesura di progetti applicativi; - capacità di lettura, spendibili anche a fini applicativi, dei principali fenomeni socio-culturali legati ai cambiamenti climatici e all'invecchiamento demografico.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo trimestre
Programma
Il primo modulo intende ripercorrere i momenti fondamentali della storia del pensiero antropologio come sapere della differenza (che si propone di pensare, comprendere e descrivere l'alterità culturale) e come sapere critico (il cui fine è la decostruzione del nostro senso comune). Verranno quindi affrontati i principali paradigmi epistemologici, dall' evoluzionismo all'antropologia della contemporaneità, soffermandosi su concetti e temi fondamentali del sapere antropologico (cultura, relativismo culturale, reciprocità, identità etnica, mobilità).
Nel secondo e terzo modulo, a partire da una riflessione sulla pandemia e il lockdown, si presenterà il contributo offerto dall'antropologia culturale per ripensare alcuni temi sottoposti negli ultimi mesi a forte sollecitazione; in particolare il rapporto tra le diverse generazioni e il rapporto uomo-natura.
Prerequisiti
Il corso richiede la conoscenza della storia e della storia della filosofia del Novecento.
Metodi didattici
Nel corso si alterneranno lezioni frontali, lezioni dialogate, richiesta di brevi esercitazioni individuali, interventi di antropologi ospiti, proiezione e commento di brevi materiali audiovisivi.
Tutti i material utilizzati durante la lezione saranno disponibilti sul sito del corso abiscaldi.ariel.ctu.unimi.it e sulla piattaforma Teams
Materiale di riferimento
- Fabietti, Ugo, Storia dell'antropologia, quarta edizione, Zanichelli, Bologna, 2020 (capitoli 2,3,4,6,8,9,11,13,14,15,17,18,20 e relative letture)
- Aime, Marco, Favole Adriano,Remotti, Francesco, Il mondo che avrete. Virus, antropocene, rivoluzione, Utet, Torino, 2020
- Un testo a scelta tra:
Van Aken, Mauro, Campati per aria, Eleuthera, Milano, 2020
Scaglioni, Marta, Diodati, Francesco, Antropologia dell'invecchiamento e della cura: prospettive globali, Ledizioni, Milano, 2021
Il programma è lo stesso per frequentanti e non frequentanti
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova d'esame è orale ed è valutata in trentesimi. Consiste in un'interrogazione sui testi in programma d'esame e in una discussione critica degli argomenti affrontati durante il corso volte a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati. Durante il corso saranno assegnate agli studenti brevi esercitazioni individuali che costituiranno anche esse argomento d'esame.
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente: Biscaldi Angela
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Ricevo tutti i mercoledì dalle 14.00 alle 17.00. Scrivetemi per prenotarvi.
stanza 205 -2° piano