Armi nucleari, disarmo e proliferazione nucleare

A.A. 2021/2022
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
CHIM/03 FIS/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Nel corso verranno discussi i numerosi problemi relativi agli armamenti nucleari e chimici , al loro funzionamento, ai loro effetti, al loro controllo, alle prospettive della loro riduzione o eliminazione e all'analisi dettagliata dei trattati internazionali che regolano o proibiscono le armi nucleari e chimiche. Sara discussa la distribuzione attuale delle armi nucleari e della armi chimiche e verranno discusse le strategie militari che ne prevedono l'uso. Verranno anche discussi estensivamente gli attuali rischi di utilizzo di armi nucleari e chimiche in un conflitto.
Risultati apprendimento attesi
Lo studente al termine del corso avrà acquisito le seguenti abilità:

1. Conoscera' i principi fisici che sono alla base delle armi nucleari.
(fissione nucleare, fusione nucleare). Sapra' distingure tra i vari tipi di armi
nucleari (bombe a fissione, bombe a fissione-fusione-fissione,
bombe cosiddette "a neutroni") e sapra', in linea di principio,
come si costruiscono le varie armi nucleari.

2. Avra una conoscenza accurata degli effetti delle armi nucleari (onda d'urto,
radiazione termica, radiazione nucleare). Conoscera' in particolare le
conseguenze dell'uso di armi nucleari avvenuto in passato (Hiroshima, Nagasaki,
test nucleari)

3. Conoscera' la storia della diffusione delle armi nucleari e lo stato della
loro diffusione attuale. Conoscera' in dettaglio tutte le varie trattative e gli
accordi che hanno limitato la diffusione delle armi
nucleari e lo sviluppo dei test nucleari. Conoscera' in generale
i sistemi di lancio (delivery systems) delle armi nucleari (missili, basati in
vario modo, e aerei). Avra' una idea della diffusione di questi sistemi di
lancio..

4. Conoscera' la relazione che esiste tra sviluppo della energia nucleare per
scopi civili (centrali nucleari) e lo sviluppo delle armi nucleari..
Sara' in grado di discutere i rischi attuali di diffuaione delle armi nucleari e
i problemi connessi al cosidetto "terrorismo nucleare". Avra' conoscenza della
struttura degli enti internazionali che sovraintendono al problema della
diffusione delle armi nucleari o controllano la proibizione dei test nucleari.

5. Avra' una chiara idea dei rischi attuali di un possibile uso di armi nucleari
e di una possibile rottura del regime di non proliferazione nucleare. Discutera'
i vari casi relativi alle zone di "alto rischio nucleare" come il Medio
Oriente, l'Asia Meridionale (India e Pakistan), l'Asia Nord Orientale (Corea del
Nord). Avra' una conoscenza in particolare della questione del "nucleare
Iraniano".

6. Conoscera' le tipologie e i principi di funzionamento delle armi
chimiche e biologiche. Conoscera' gli effetti e la diffusione
delle armi chimiche e biologiche. Conoscera' le tecniche analitiche che
permettono l'identificazione di armi chimiche e biologiche

7. Conoscera' i trattati che hanno limitato o proibito la costruzione o
il possesso delle armi chimiche e biologiche. Conoscera' i casi (recenti) piu'
significativi in cui le armi chimiche sono state usate. Avra' una chiara
conoscenza della struttura degli enti internazionali
che sovraintendono alla proibizione delle armi chimiche.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria
Programma
Unita' 1. Principi di funzionamento delle armi nucleari. I vari tipi di armi nucleari (bombe a fissione, bombe termonucleari, bombe cosiddette "ai neutroni"). Effetti delle armi nucleari. Hiroshima e Nagasaki. Danni derivanti dai test nucleari in superficie o nell'aria (isole Marshall, poligono di Semipalatinsk in Kazakhstan).

Unita' 2. Storia della distribuzione delle armi nucleari a livello globale. I primi trattati che regolano (o proibiscono) il possesso e la sperimentazione di armi nucleari. Il TNP (Trattato di Non Proliferazione) e i trattati che proibiscono i test nucleari. Si discutera' anche, l'excursus storico che ha condotto ai primi trattati sulle armi nucleari, compreso il ruolo particolare della crisi di Cuba del 1962.

Unita' 3. Missili balistici e altri sistemi di lancio delle armi nucleari . Cenno sui sistemi di difesa antimissilistica. Il trattato ABM. Evoluzione delle strategie nucleari dei paesi che possiedono armi nucleari. Nuove tecnologie dei sistemi di lancio di armi nucleari (ad. es i missili ipersonici). Il problema della "cybersecurity" e le possibile conseguenze sui rischi di conflitto nucleare.

Unita' 4. Diversi tipi di reattori nucleari e relazione tra uso civile e uso militare dell'energia nucleare. Metodi di arricchimento dell'uranio e di separazione del plutonio. Cenni sulla sicurezza degli impianti nucleari, sui rischi e sugli incidenti relativi (Mayak, Three Miles Island, Chernobyl, Fukushima)

Unita' 5. Sicurezza nucleare e istituzioni che effettuano il controllo sulle attivita' nucleari dei vari paesi (in particolare la IAEA di Vienna). Struttura degli accordi tra i singoli paesi membri della IAEA (e del TNP) e la IAEA stessa. Il ruolo particolare del "protocollo addizionale".

Unita' 6. Armi chimiche, principi di funzionamento e trattati che le proibiscono e ne impongono lo smantellamento. Recenti casi di utilizzo delle armi chimiche. La OPCW dell'Aja. Armi biologiche e loro proibizione.

Unita' 7. Le piu' importanti controversie sulla questione nucleare (tra cui la questione nucleare Iraniana). I rischi odierni di utilizzo delle armi nucleari e chimiche. I paesi che possiedono armi nucleari e che non aderiscono al trattato di non proliferazione: (Israele, India, Pakistan, Nord Corea). Rischi attuali di proliferazione nucleare.

Unita' 8. I trattati tra USA e URSS (Russia) per il controllo degli armamenti nucleari. Il problema del disarmo nucleare generale, il ruolo dell'ONU. Questioni di diritto internazionale concernenti il disarmo nucleare. Il problema particolare del nuclear sharing e la presenza di armi nucleari americane in alcuni paesi della NATO (tra cui l'Italia). L'attuale crisi delle trattative nucleari tra USA e Russia.

Unita' 9. Zone libere da armi nucleari e loro distribuzione
geografica. La questione della zona libera da armi di distruzione di massa in Medio Oriente. Prospettive di eliminazione delle armi nucleari con riferimento al trattato recentemente proposto, in sede ONU, per la proibizione delle armi nucleari.
Prerequisiti
E' un corso Universitario di 6 crediti per la laurea Magistrale in Fisica o Chimica. Il corso e' accessibile anche agli studenti che stanno terminando la laura trimestrale in Fisica e agli studenti di Chimica.

Il corso e' inoltre accessibile anche a studenti di Scienze Politiche e Giurisprudenza per i quali sara' pero' necessario che si dotino di alcune specifiche conoscenze che riguardano i principi fisici che sono utilizzati per la costruzione delle armi nucleari e per studiare gli effetti delle esplosioni nucleari.
Metodi didattici
Il corso consistera' in lezioni del docente e seminari integrativi.
Materiale di riferimento
Dispense del corso e articoli e (parti di) volumi citati nelle dispense.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Gli esami saranno solo esami orali. Agli studenti verra' inizialmente richiesto di discutere brevemente (10-15 minuti) un argomento di propria scelta. Poi gli studenti verranno interrogati sui vari temi discussi nel corso.
CHIM/03 - CHIMICA GENERALE ED INORGANICA - CFU: 0
FIS/04 - FISICA NUCLEARE E SUBNUCLEARE - CFU: 0
Lezioni: 42 ore