Ceramografia classica

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-ANT/07
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso contribuisce ad affinare la capacità critica e la sensibilità stilistica dello studente nella lettura del manufatto ceramico greco, che rappresenta il principale strumento di datazione dei contesti archeologici e di decodificazione di significati culturali
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze: Al termine del corso ci si aspetta che gli studenti siano in grado di orientarsi sulle produzioni e sugli stili delle ceramiche greche figurate, con particolare riferimento alle classi ceramiche non trattate nel corso di base di Archeologia e Storia dell'Arte Greca, quindi ceramiche corinzie, laconiche, greco-orientali, insulari ecc.
Competenze: Ci si attende inoltre che lo studente abbia acquisito una buona dimestichezza sui problemi legati alla lettura e decodificazione delle iconografie e sui criteri per l'individuazione delle mani pittoriche.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione della attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso di ceramografia classica, tramite monografici di anno in anno variati, mira a fornire competenze specifiche e approfondite sui differenti ambiti di produzione ceramica greca figurata (ceramica attica, corinzia, laconica, greco-orientale, cicladica ecc.), in stretto riferimento all'universo culturale produttore e consumatore delle singole ceramiche.
Il corso dell'a.a. 2021-2022, dopo un'introduzione su aspetti tecnico-produttivi validi per tutte le classi ceramiche greche, con particolare riferimento a quelle figurate (Parte A), si concentra su Sparta e sulla sua regione, la Laconia, di cui vengono brevemente illustrati sviluppi storici, monumenti e caratteri culturali, con particolare riferimento allo sviluppo delle arti in età arcaica (Parte B); si passa quindi a un percorso sulle ceramiche laconiche figurate, per le quali vengono fornite alcune linee guida in riferimento a sviluppo stilistico, mani pittoriche, immaginario figurato e distribuzione commerciale (Parte C).
Prerequisiti
Per una più efficace acquisizione dei contenuti del corso è vivamente consigliata una generale competenza sullo sviluppo dell'arte greca, sulla storia greca e/o sulla letteratura greca.
Metodi didattici
Le lezioni sono frontali e si svolgono in aula. Sono previste alcune conferenze di approfondimento da parte di docenti esterni e lezioni di didattica integrata con altri corsi magistrali egualmente afferenti alla cultura greca (corsi di Archeologia Greca, Archeologia della Magna Grecia e Letteratura Greca) per un approccio efficacemente interdisciplinare alla materia.
Materiale di riferimento
Programma d'esame per studenti frequentanti:
Parte A
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo, E. Panero, Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e vetrai nell'antichità classica, Mondadori Università, Milano 2012 (e successive ristampe), capitolo 3, pp. 65-129.
Parte B
I seguenti articoli tratti dal recente A. Powell (ed.), A Companion to Sparta, Chichester 2018.
1. A. Powell, Sparta. Reconstructing History from Secrecy, Lies and Myth, pp. 3-28.
2. W. Cavanagh, An Archaeology of Ancient Sparta with Reference to Laconia and Messenia, pp. 61-92.
3. M.A. Flower, Spartan Religion, pp. 425-451.
4. M. Pipili, Laconian Pottery, pp. 124-153.
1 articolo a scelta tra i seguenti, sempre da A. Powell (ed.), A Companion to Sparta, Chichester 2018:
· M. Nafissi, Lykourgos, the Spartan 'Lawgiver', pp. 93-123.
· C. Calame, Pre-Classical Sparta as Song Culture, pp. 177-201.
· H. van Wees, Luxury, Austerity and Equality in Sparta, pp. 202-235.
· E.G. Millender, Spartan Women, pp. 500-524.
· P. Christesen, Sparta and Athletics, pp. 543-564.
I sopraccitati cinque articoli saranno disponibili in pdf nel sito Ariel dedicato al corso.
Parte C
I seguenti articoli:
1. A. Faustoferri, Tentativo di interpretazione dei soggetti figurati all'interno delle coppe laconiche del VI sec. a.C., in F. Pompili (a cura di), Studi sulla ceramica laconica, Perugia, 1986, pp. 119-147.
2. M. Pipili, Archaic Laconian Vase-Painting: Some Iconographic Considerations, in W.G. Cavanagh, S.E.C. Walker (eds.), Sparta in Laconia, London 1998, pp. 82-96.
3. A. Faustoferri, Iconografia e iconologia a Sparta in età arcaica, in F.H. Massa Pairauld (éd.), L'image antique et son interprétation, Rome 2006, pp. 75-93.
4. P. Pelagatti, C. Stibbe, La ceramica laconica a Taranto e nella Puglia, in Taranto e il Mediterraneo, Atti del Convegno di Studi sulla Magna Grecia (Taranto 2001), Taranto 2002, pp. 365-403.
5. F. Coudin, Les vases laconiens entre Orient et Occident au VIe siècle av. J.-C.: forme et iconographie, in «RA» 2009, 2, pp. 227-263.
6. F. Prost, Laconian Art, in A. Powell (ed.), A Companion to Sparta, Chichester 2018, pp. 154-176.
Tutti i sopraccitati testi saranno disponibili in pdf nel sito Ariel dedicato al corso.

Programma d'esame per studenti non frequentanti:
Il programma è lo stesso degli studenti frequentanti, cui si aggiunga la lettura di:
M. Lupi, Sparta. Storia e rappresentazione di una città greca, Carocci Editore, Roma 2017.

Per tutti gli studenti: le slides delle lezioni saranno rese disponibili sul sito Ariel dedicato.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dell'apprendimento consiste in una prova orale, ossia in un colloquio sugli argomenti del programma; la prova è volta a evidenziare le conoscenze e le capacità di inquadramento stilistico e cronologico dello studente in riferimento alle classi ceramiche, ai soggetti iconografici e alle mani pittoriche trattate durante il corso.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-ANT/07 - ARCHEOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-ANT/07 - ARCHEOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-ANT/07 - ARCHEOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Da Settembre 2021 il ricevimento riprende anche in presenza. Contattare il docente per mail per un appuntamento
Sezione di Archeologia, via Festa del Perdono 7, Cortile della Legnaia