Cinema e studi culturali

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-ART/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Scopo del corso è quello di introdurre i principali aspetti degli studi culturali per metterne in luce il ruolo chiave giocato nel rinnovamento delle discipline cinematografiche a partire dagli anni '70. Nella prima parte se ne definiranno gli aspetti teorici, metodologici e ideologici in una prospettiva storica, con particolare attenzione all'area anglofona, francese e italiana, anche in relazione a teorie e scuole alternative, e se ne approfondiranno i temi prevalenti, quali la riscoperta del cinema popolare, il problema della ricezione e il rapporto tra il cinema e le identità (di genere, sessuali, etniche/postcoloniali). Nella seconda parte verrà sviluppato un approfondimento tematico.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente dovrà possedere un quadro aggiornato dello sviluppo e delle prospettive messe in campo dagli studi culturali in relazione al cinema, e la capacità di applicarne la metodologia a indagini storiche alla disciplina cinematografica che tengano adeguato conto dei contesti culturali.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/2022, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso introduce i principali aspetti degli Studi culturali per metterne in luce il ruolo chiave giocato nel rinnovamento delle discipline cinematografiche a partire dagli anni '70. Nella prima parte (parte A) se ne definiranno gli aspetti teorici, metodologici e ideologici in una prospettiva storica, con particolare attenzione all'area anglofona, francese e italiana, anche in relazione a teorie e scuole alternative, e se ne approfondiranno i temi prevalenti, quali la riscoperta del cinema popolare e il rapporto tra il cinema e le identità (di genere, sessuali, etniche/postcoloniali). Nella seconda parte (parti B e C) si approfondiranno i rapporti delle destre italiane con il cinema nel secondo dopoguerra, dal neorealismo all'avvento della pornografia.
Prerequisiti
Conoscenza della storia contemporanea e delle basi della storia e del linguaggio del cinema.
Metodi didattici
Gli argomenti del corso verranno affrontati con l'ausilio di slide e di materiali audio-video oggetto di lettura e analisi durante le lezioni.
Materiale di riferimento
I. STUDENTI FREQUENTANTI

Parte A
Cristina Demaria, Siri Neergard, Studi culturali. Temi e prospettive a confronto, McGraw-Hill, Milano 2007, oppure Chris Barker, Emma A. Jane (a cura di), Cultural Studies: Theory and Practice, SAGE, London 2016.
Stuart Hall, Encoding and decoding in the television discourse, versione ciclostilata del 1973 (disponibile sulla pagina Ariel dell'insegnamento).
Stuart Hall, Cultural Identity and Cinematic Representation, «Framework», n. 36, 1989 (disponibile online nel catalogo della biblioteca di ateneo)

Un libro a scelta tra i seguenti:
Richard Dyer, Star, Kaplan, Torino 2009 (ed. or., Stars, BFI, London 1977).
Richard Dyer, White, Routledge, London 2016.
Mauro Giori, Omosessualità e cinema italiano. Dalla caduta del fascismo agli anni di piombo, UTET, Torino 2019 (ed. or., Homosexuality and Italian Cinema, Palgrave, London 2017).
A.B. Saponari, F. Zecca (a cura di), Oltre l'inetto? Rappresentazioni plurali della mascolinità nel cinema italiano, Meltemi, Milano 2021.
Giacomo Manzoli, Da Ercole a Fantozzi. Cinema popolare e società italiana dal boom economico alla neotelevisione (1958-1976), Carocci, Roma 2013.
Janet Staiger, Media Reception Studies, New York University Press, New York 2005.
Shohini Chaudhuri, Feminist Film Theorists: Laura Mulvey, Kaja Silverman, Teresa de Lauretis, Barbara Creed, Routledge, London 2006.

Parte B
Mauro Giori, Intorno a Luchino Visconti. Dieci sguardi eccentrici, UTET, Torino 2021 (Introduzione e capp. 1, 3, 9 e 10).
- La lista dei film da vedere per l'esame sarà comunicata durante il corso e pubblicata come aggiornamento del programma sul sito Ariel dell'insegnamento.

Parte C
Mauro Giori, Forzuti, fusti, maggiorati: la destra, il peplum e una certa idea di maschilità, in G. Albert, G. Carluccio, G. Muggeo, A. Pizzo (a cura di), Ciao Maschio. Politiche di rappresentazione del corpo maschile nel Novecento, Rosenberg & Sellier, Torino 2019, pp. 135-154 (disponibile sulla pagina Ariel dell'insegnamento).


II. STUDENTI NON FREQUENTANTI

In aggiunta al programma per studenti frequentanti:
Adalberto Baldoni, Gianni Borgna, Una lunga incomprensione. Pasolini fra destra e sinistra, Vallecchi, Firenze 2010, pp. 145-313.
Mauro Giori, Vecchi fusti e nuovi fusti: appunti su maschilità, cinema e destra radicale del dopoguerra, in A.B. Saponari, F. Zecca (a cura di), Oltre l'inetto? Rappresentazioni plurali della mascolinità nel cinema italiano, Meltemi, Milano 2021. 

Un volume a scelta tra i seguenti:
Michele Cometa, Studi culturali, Guida, 2010.
James Procter, Stuart Hall e gli studi culturali, Cortina, Milano 2007 (ed. or., Stuart Hall, Routledge, London 2004)
Carlotta Sorba, Federico Mazzini, La svolta culturale. Come è cambiata la pratica storiografica, Laterza, Roma/Bari 2021.
Peter Burke, La storia culturale, Il Mulino, Bologna 2009.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame di verifica consiste in un colloquio orale sugli argomenti in programma e anche su quelli affrontati ed esaminati durante le lezioni. L'esame intende verificare in particolare le capacità critiche e logico-argomentative dello studente. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 6
Lezioni: 40 ore

Unita' didattica
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Giovedì, ore 10.30. Fino alla ripresa delle normali attività in presenza, il ricevimento si terrà via Teams previo appuntamento via mail.
Via Noto 6