Elementi di economia e statistica (G30)

A.A. 2021/2022
8
Crediti massimi
72
Ore totali
SSD
AGR/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire le conoscenze di micro-economia toccando solo alcuni argomenti rilevanti della macro-economia. Il corso prevede anche di offrire allo studente i principi della statistica descrittiva ed in parte di quella inferenziale.
Risultati apprendimento attesi
Lo studente sarà in grado di comprendere e utilizzare i contenuti delle pubblicazioni a carattere economico con riferimento alle problematiche di produzione, consumo e dinamica dei mercati dei prodotti agro-alimentari e della ristorazione. Avrà la capacità di rappresentare e leggere correttamente l'informazione statistica in forma tabellare e grafica.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/2022, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
ECONOMIA -
CAPITOLO 1 Che cos'è l'economia. Parte prima: FONDAMENTI DELLA MICROECONOMIA. CAPITOLO 2 Domanda e offerta. La domanda. L'offerta. La determinazione del prezzo e della quantità prodotta. Il controllo dei prezzi. CAPITOLO 3 I mercati in azione. L'elasticità. La dimensione temporale. Agricoltura e politiche agricole. Parte prima: TEORIA MICROECONOMICA. CAPITOLO 4 I fondamenti della domanda. La teoria dell'utilità marginale. L'analisi ordinalista. CAPITOLO 5 I fondamenti dell'offerta. La teoria della produzione nel breve periodo. I costi nel breve periodo. La teoria della produzione nel lungo periodo. I costi nel lungo periodo. Il ricavo. La massimizzazione del profitto. CAPITOLO 6 Massimizzazione del profitto in regime di concorrenza perfetta e di monopolio. Le diverse strutture di mercato. La concorrenza perfetta. Il monopolio. La teoria dei mercati contendibili. CAPITOLO 7 Massimizzazione del profitto in regime di concorrenza imperfetta. La concorrenza monopolistica. L'oligopolio. La teoria dei giochi. La discriminazione dei prezzi.

STATISTICA -
CAPITOLO 1 - Introduzione (da leggere). CAPITOLO 2 - Definizioni e notazione (simboli) di base (da leggere). CAPITOLO 3 - Rilevazione. Cioè come si creano i dati per partire con l'esplorazione statistica. 3.1 Questionari e scale di modalità. 3.2 Classificazione delle scale di modalità. 3.3 Classificazione dei fenomeni statistici. CAPITOLO 4 - Distribuzioni di frequenza, tabelle e grafici. 4.1 Distribuzione di frequenza e variabili statistiche. 4.2 Frequenze relative e percentuali. 4.3 Frequenze cumulate. 4.4 Densità di frequenza. 4.5 Rappresentazioni grafiche. 4.6 Densità e istogrammi. CAPITOLO 5 - Valori medi. 5.1 Moda. 5.2 Mediana. 5.3 Generalizzazioni della mediana: quartili, decili e percentili. 5.4 Sintesi in 5 numeri e box-plot. 5.5 Media aritmetica. 5.6 Moda, mediana e media aritmetica, qual è il valor medio giusto? CAPITOLO 6 - Approfondimenti sui valori medi. 6.1 Proprietà formali: le proprietà della media aritmetica. 6.2 Ottimizzazione: funzioni di perdita e proprietà di minimo. CAPITOLO 7 - Variabilità. 7.1 Esiste la Statistica perché il mondo è vario: Trilussa e l'esempio del pollo. 7.2 Misura della variabilità: deviazione standard, varianza e devianza. 7.3 Valutazione e confronti di variabilità: il coefficiente di variazione. CAPITOLO 9 - Tabelle a doppia entrata. 9.1 Rilevazione congiunta di una coppia di fenomeni statistici: le tabelle a doppia entrata. 9.2 Frequenze congiunte e marginali. 9.3 Distribuzioni e frequenze condizionate. CAPITOLO 14 - Dalla descrizione all'inferenza. 14.1 Rilevazione campionaria: perché solo una parte e non tutto ? 14.2 Inferenza e rappresentatività: quando il caso gioca a favore. CAPITOLO 15 - Caso, probabilità e variabili casuali. 15.1 Determinismo e casualità. 15.2 Definizioni di base. 15.3 Probabilità. 15.4 Variabile casuale. 15.5 Variabile casuale Binomiale. 15.6 Variabili casuali continue. 15.7 Variabile casuale Normale. 15.8 Standardizzazione di una variabile casuale. 15.9 Variabile casuale Normale Standard(izzata). 15.10 Come si leggono le tavole della Normale Standard. 15.11 Come si calcola la probabilità di un (qualunque) intervallo di una (qualunque) Normale. CAPITOLO 16 - Campionamento ed errore campionario (da leggere). CAPITOLO 17 - Stime e stimatori. 17.1 Stima puntuale. 17.2 Stima della media. 17.3 Proprietà degli stimatori: non distorsione. 17.4 Non distorsione della media campionaria. 17.5 Precisione o accuratezza di uno stimatore: errore quadratico medio. 17.6 Errore quadratico medio della media campionaria. 17.7 Proprietà degli stimatori: consistenza. 17.8 Consistenza della media campionaria. 17.9 Proprietà degli stimatori: efficienza relativa. 17.10 Efficienza della media campionaria. 17.12 Stima della precisione (accuracy) di uno stimatore: standard error. 17.13 Stima della frequenza relativa. CAPITOLO 18 - Intervalli di confidenza. 18.1 Stima puntuale e stima intervallare: pro e contro. 18.2 Intervallo di confidenza. 18.3
Prerequisiti
Conoscenza delle nozioni base di algebra lineare e geometria analitica: variazioni percentuali, rappresentazione di una retta su piano cartesiano (conoscendo l'equazione della retta medesima) risoluzione di un sistema di due equazioni con due incognite.
La frequenza del corso e la preparazione dell'esame di elementi di calcolo sono fortemente consigliati. Non è tuttavia necessario aver superato tale esame per frequentare il corso di elementi di economia e statistica.
Metodi didattici
Il metodo didattico utilizzato prevede lezioni frontali ed esercitazioni in aula. Vengono inoltre proposti, attraverso piattaforme informatiche legate ai testi di riferimento, esercizi mirati, gestiti e programmati dal docente, che devono essere svolti durante il corso, entro date definite. Il raggiungimento di un punteggio superiore al 70% delle risposte corrette, sul totale dei quesiti, consente allo studente di ottenere fino a 3 punti in più sul voto finale (che deve essere comunque suficiente).
Materiale di riferimento
Economia: Microeconomia, di Sloman J, Wride J, Garrat D., 10th Ed. Pearson
Statistica: Fulvia Mecatti (2010). Statistica di base. Come, quando, perché. McGraw-Hill.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dell'effettivo apprendimento dell'insegnamento di Elementi di Economia e Statistica avviene attraverso un esame finale scritto. In particolare, viene proposto un unico test composto da circa 30 domande vero/falso, 30 domande a risposta multipla, tre esercizi (2 di statistica, 1 di economia) ed una domanda aperta (economia). Il test viene svolto in un tempo massimo di 90 minuti. L'applicativo utilizzato genera test che tengono conto del programma delle lezioni. Le date dei singoli appelli sono comunicate all'apertura del corso e fissate attraverso l'applicativo di Ateneo.
AGR/01 - ECONOMIA ED ESTIMO RURALE - CFU: 8
Esercitazioni: 16 ore
Lezioni: 56 ore
Docente/i
Ricevimento:
mercoledì 10.30-13.00
Ufficio docente - 1° piano ESP (via Celoria)