Estetica

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-FIL/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha come obiettivo formativo quello di offrire agli studenti gli strumenti teorici utili a un primo orientamento nella disciplina attraverso l'approfondimento delle fasi determinanti del suo sviluppo storico, dalle origini al XX secolo, e la ricostruzione dei processi di formazione di alcune sue istanze nel contesto del panorama filosofico moderno e contemporaneo. In particolare si procederà, attraverso l'approfondimento di alcune correnti artistiche ed estetiche contemporanee a una ricostruzione critica del rapporto fra arte e filosofia in riferimento all'interpretazione dei linguaggi e della comunicazione artistica nella contemporaneità. L'insegnamento è pienamente coerente con gli obiettivi del Corso di studi, che intende garantire l'acquisizione di solide conoscenze nei campi della comunicazione ancorandole a un rafforzamento della formazione umanistica degli studenti.
Risultati apprendimento attesi
Il corso intende condurre i partecipanti all'acquisizione di conoscenze necessarie relative alla storia della disciplina dalle origini ai principali dibattiti novecenteschi sul ruolo delle arti nella contemporaneità, permettendo altresì il conseguimento di una comprensione critica della complessità dei linguaggi artistici e creativi nella prospettiva della comunicazione del fatto estetico contemporaneo.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a. a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
La potenza delle immagini, fra Premoderno e Postmoderno

Il corso nel suo primo modulo ha come obiettivo quello di offrire agli studenti gli strumenti teorici utili a un primo orientamento nella disciplina attraverso l'approfondimento delle fasi determinanti del suo sviluppo storico e la ricostruzione dei processi di formazione di alcune sue istanze nel contesto del panorama filosofico moderno e contemporaneo.
Nel secondo modulo si procederà, invece, attraverso l'analisi della questione dell'immagine. Per mezzo della comparazione di differenti prospettive sui temi dell'immagine, del simbolo e del simulacro cercheremo di mostrare come sia possibile identificare e dettagliare una discussione estetica, antropologica e metafisica che pone in dialogo l'età arcaica con il postmoderno.
Il terzo modulo sarà infine dedicato a una ricostruzione del cosiddetto sistema dell'arte contemporanea, mediante una perlustrazione dei suoi protagonisti principali, dalle gallerie ai musei, dal mondo della critica a quello del rapporto fra arte e mercato.
Prerequisiti
Costituisce prerequisito preferenziale una sommaria conoscenza delle principali fasi della storia della filosofia occidentale dall'antichità a oggi.
Metodi didattici
Gli argomenti del corso verranno affrontati mediante lezioni frontali e con l'ausilio di slides e di materiali didattici. La frequenza, per quanto non obbligatoria, è fortemente consigliata. Sono considerati studenti frequentanti coloro che partecipano almeno ai due terzi delle lezioni.
Materiale di riferimento
UNITÀ DIDATTICA A: Alle origini dell'estetica
Bibliografia:
1) S. Zecchi - G. Lacchin, I classici dell'estetica, Il Libraccio, Milano 2012
2) W. Tatarkiewicz, Storia di sei idee, Aesthetica, Palermo 2004, capp. I, III, IV, VI

UNITÀ DIDATTICA B: Simboli e simulacri. La filosofia dell'immagine fra Premoderno e Postmoderno
Bibliografia:
3) Jean-Pierre Vernant, L'immagine e il suo doppio. Dall'era dell'idolo all'alba dell'arte, Mimesis, Milano-Udine 2010
4) Mircea Eliade, Immagini e simboli. Saggi sul simbolismo magico-religioso, Jaca Book, Milano 2015
5) Michel Maffesoli, Nel vuoto delle apparenze. Per un'etica dell'estetica, Edizioni Estemporanee, Milano 2017 (capitoli I-IV, VII)

UNITÀ DIDATTICA C: Comunicare il contemporaneo
Bibliografia:
6) A. Vettese, L'arte contemporanea. Tra mercato e nuovi linguaggi, il Mulino, Bologna 2017
7) F. Poli, Il sistema dell'arte contemporanea, Laterza, Roma-Bari, 2002

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A: Alle origini dell'estetica
Bibliografia:
1) S. Zecchi - G. Lacchin, I classici dell'estetica, Il Libraccio, Milano 2012
2) W. Tatarkiewicz, Storia di sei idee, Aesthetica, Palermo 2004, capp. I, III, IV, VI

UNITÀ DIDATTICA B: Simboli e simulacri. La filosofia dell'immagine fra Premoderno e Postmoderno
Bibliografia:
3) Jean-Pierre Vernant, L'immagine e il suo doppio. Dall'era dell'idolo all'alba dell'arte, Mimesis, Milano-Udine 2010
4) Mircea Eliade, Immagini e simboli. Saggi sul simbolismo magico-religioso, Jaca Book, Milano 2015
5) Michel Maffesoli, Nel vuoto delle apparenze. Per un'etica dell'estetica, Edizioni Estemporanee, Milano 2017
6) Pavel Florenskij, Le porte regali, Adelphi, Milano 2021

UNITÀ DIDATTICA C: Comunicare il contemporaneo
Bibliografia:
7) A. Vettese, L'arte contemporanea. Tra mercato e nuovi linguaggi, il Mulino, Bologna 2017
8) F. Poli, Il sistema dell'arte contemporanea, Laterza, Roma-Bari, 2002
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova di valutazione finale consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare le conoscenze di storia dell'estetica acquisite e la capacità di farle interagire all'interno dell'orizzonte problematico contemporaneo relativo al mondo delle arti, della creatività e della comunicazione.
Il voto verrà espresso in trentesimi.
Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming saranno invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Via Festa del Perdono