Etica, mercato e istituzioni

A.A. 2021/2022
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/20
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
· Esercitare l'autonomia di giudizio nel campo dell'etica aziendale e degli affari, intesa come scelta argomentata e presa di posizione tra modelli differenti.
· Trasmettere la conoscenza della varietà di temi e problemi nel campo succitato, favorendo la capacità di comprensione di dibattiti complessi e delle argomentazioni etiche a favore e contro determinate posizioni.
· Sviluppare l'abilità di comunicare le proprie posizioni argomentate, così come quella di comunicare e descrivere l'urgenza e l'importanza di questioni specifiche.
Risultati apprendimento attesi
· Capacità di scegliere tra modelli astratti di etica aziendale e degli affari, nonché di applicare tali scelte a settori specifici e casi concreti.
· Capacità di comprendere temi e problemi all'interno di dibattiti complessi nell'etica aziendale e degli affari.
· Abilità di comunicare e argomentare le proprie posizioni in campo etico-aziendale.
· Capacità di analisi e di giudizio autonomo in tema di codici etici aziendali.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
1) Etiche normative ed etica applicata. Concetti fondamentali: dovere, responsabilità, diritti.
2) L'etica può essere applicata al mercato? Etica privata, etica pubblica.
3) La responsabilità sociale d'impresa (RSI).
4) L'impresa come organizzazione e il rapporto tra responsabilità individuali e collettive. Responsabilità di chi e verso chi? La "shareholder theory".
4) La teoria degli "stakeholders".
5) Il problema della discriminazione sul lavoro e le diseguaglianze più o meno giustificate.
6) Il dissenso morale all'interno dell'impresa e i limiti dei doveri di lealtà e segretezza: il whistle-blowing.
7) I diritti dei lavoratori all'interno dell'impresa: i problemi di riservatezza.
8) Imprese, mercato e diritti umani: la globalizzazione.
9) I problemi di marketing e pubblicità.
10) I documenti ONU e UE sulla responsabilità sociale d'impresa.
11) L'etica ambientale e l'impatto ecologico delle attività d'impresa: la trama complessa delle responsabilità.
12) I problemi e le responsabilità dell'industria turistica.
13) Il coinvolgimento politico delle imprese e l'assunzione di responsabilità e funzioni pubbliche.
14) I limiti morali del mercato: ciò che può essere e ciò che non può essere venduto e acquistato.
15) Il patto tra impresa e i portatori d'interesse: i codici etici d'impresa e il bilancio sociale o di sostenibilità.
Prerequisiti
Le propedeuticità sono quelle eventualmente indicate nel regolamento del corso di laurea. Non sono richieste altre conoscenze preliminari specifiche.
Metodi didattici
Lezioni con ausilio di presentazioni PowerPoint e interazione e discussioni frequenti con gli studenti (che saranno invitati a esprimere osservazioni e argomentare a favore o contro diverse posizioni).
Tutte le lezioni saranno registrate e rimarranno a disposizione degli studenti sulla piattaforma Microsoft Teams.
Materiale di riferimento
a) M.A. La Torre, Questioni di etica d'impresa. Oltre l'homo oeconomicus, Giuffrè 2009.
b) Principi guida su imprese e diritti umani: Il quadro dell'ONU "Proteggere, rispettare, rimediare".
c) E. D'Orazio, Introduzione. Responsabilità sociale ed etica d'impresa, in Notizie di "Politeia", XIX, 72 (2003), pp. 3-27.
d) E. D'Orazio, Verso una teoria normativa degli stakeholder, XXII, 82 (2006), pp. 40-59.
e) E. D'Orazio, Le responsabilità degli stakeholder e la definizione di un nuovo framework per l'analisi e la valutazione dei codici etici di impresa, in Notizie di "Politeia", XXV, 93 (2009), pp. 205-220.
f) Per frequentanti: materiale caricato sul sito ariel del corso.
g) Per non frequentanti: materiale concordato con il docente.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame finale sarà orale. I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della comprensione dei contenuti illustrati nel programma; della capacità di analisi e sintesi; della capacità di argomentare razionalmente le proprie opinioni; del rigore terminologico; della chiarezza espositiva. È richiesta la memorizzazione dei termini appropriati. La valutazione sarà espressa in trentesimi più eventuale lode.
IUS/20 - FILOSOFIA DEL DIRITTO - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì 11-12.30; tutti gli altri giorni previo appuntamento (scrivere a francesco.ferraro@unimi.it)
Dipartimento di Scienze Giuridiche "Cesare Beccaria", Sezione di Filosofia e Sociologia del Diritto, via Festa del Perdono 7, Milano