Laboratorio di scienze e politiche ambientali

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
128
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il laboratorio ha l'obiettivo primario di far acquisire allo studente metodi e tecniche per applicare in un'ottica multidisciplinare le conoscenze teoriche e le abilità operative acquisite durante il corso di studi per analizzare, interpretare e spiegare fenomeni e processi riguardanti l'ambiente, sia per affrontare e risolvere problemi complessi che si pongono in questo ambito.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del laboratorio gli studenti saranno in grado di:
- utilizzare le buone pratiche e le abilità operative del metodo scientifico per analizzare, interpretare e spiegare fenomeni e processi riguardanti l'ambiente;
- leggere e interpretare a più livelli le problematiche ambientali, utilizzando un approccio interdisciplinare;
- operare sia in autonomia, sia nell'ambito di gruppi multidisciplinari per affrontare e risolvere problematiche legate all'ambiente
- disporre di strumenti conoscitivi che permettano l'immediato inserimento in contesti lavorativi e professionali
- comunicare e trasmettere i risultati del proprio lavoro nelle forme adeguate al contesto in cui stanno operando
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/2022, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso intende contribuire a fornire agli studenti le competenze e gli strumenti necessari ad affrontare complessi progetti legati alle tematiche ambientali, attraverso l'utilizzo di un approccio quantitativo e multidisciplinare. Lo studente può scegliere tra quattro esperienze monografiche che consistono di lezioni frontali, seminari, esperienze pratiche e lavori di gruppo:
i) Laboratorio di analisi quantitativa dell'impatto di inquinanti sulla salute umana: metodi computazionali e sperimentali.
ii) Laboratorio di Sistemi di agricoltura mista e territorio.
iii) Laboratorio di Pianificazione ecologica.
iv) Laboratorio di Gestione dei reflui civili e industriali: aspetti normativi, tecnici ed economici.

Il Laboratorio di analisi quantitativa dell'impatto di inquinanti sulla salute umana, fornisce agli studenti le nozioni di base su come analizzare dati sulla salute umana in modo quantitativo e con un approccio statistico che consenta di estrarre la maggior parte delle informazioni significative.
Saranno forniti agli studenti gli strumenti quantitativi di tipo computazionale e strumenti biologici e di interpretazione di dati di natura biomedica. L'obiettivo formativo complessivo del corso è di porre le basi per comprendere quali siano i principali rischi sulla salute umana nella loro complessità e di fornire strumenti quantitativi per il monitoraggio. Verranno anche forniti strumenti in silico e di laboratorio volti a disegnare possibili strategie di prevenzione del rischio.

Il Laboratorio di Sistemi di agricoltura mista e territorio, intende fornire indicazioni utili ad un manager ambientale sulle interazioni tra allevamento, attività agricole, tecnologie e ambiente. Lo studente sarà chiamato ad applicare le conoscenze acquisite per:
- comprendere i principi fondamentali dei sistemi agricoli misti in diversi scenari territoriali;
- fornire soluzioni ottimali per produzioni animali sostenibili legate al territorio;
- soddisfare i requisiti di benessere degli animali;
- impiegare metodologie in vitro per la valutazione di contaminanti;
- individuare le tecnologie appropriate per la valorizzazione dei prodotti alimentari di origine animale e la minimizzazione degli scarti;
- affrontare specifiche problematiche di settore.

Il Laboratorio di pianificazione ecologica, grazie all'integrazione di discipline appartenenti alla pianificazione urbana e all'ecologia, fornisce competenze operative nel campo della pianificazione ambientale e della progettazione del paesaggio. In particolare:
- Identificazione dei servizi ecologici e/o ecosistemici svolti dagli elementi naturali e/o antropici;
- Valutazione e quantificazione dei benefici dei servizi ecologici e/o ecosistemici per gli esseri umani;
- Pianificazione interventi sull'ambiente in base ad un approccio non solo ecologico, ma anche economico e storico-culturale;
- Misura dell'incidenza dei processi di governo del territorio sui sistemi agroambientali

Il Laboratorio di gestione dei reflui civili e industriali, intende fornire allo studente le conoscenze di base e gli strumenti necessari ad una Gestione completa ed integrata del ciclo dell'acqua nei processi produttivi, in accordo con la normativa ambientale vigente in materia. Si forniranno nozioni sulle sorgenti e sulla stima dei carichi inquinanti (componente organica, fosforo, azoto e specie metalliche).
Saranno oggetto delle esperienze sia metodi convenzionali sia tecnologie innovative per la rimozione di inquinanti specifici quali processi di ossidazione, precipitazione chimica, adsorbimento, scambio ionico, tecnologie elettrochimiche.
Agli studenti che frequenteranno le attività del laboratorio verranno fornite inoltre nozioni di base riguardanti ad esempio:
- l'utilizzo di sonde "da campo" per la misura del pH, dell'ossigeno disciolto e della conducibilità elettrica;
- la misura di solidi sospesi totali e di COD;
- l'effettuazione di prove di "Sludge Volume Index";
- la simulazione di prove di trattamento chimico-fisico mediante flocculatori;
- la simulazione di processi a fanghi attivi.
Prerequisiti
Le competenze che lo studente acquisisce durante i primi due anni della Laurea Triennale in Scienze e Politiche Ambientali sono ritenute adeguate a frequentare le lezioni ed esercitazioni del Laboratorio.
Metodi didattici
L'insegnamento prevede una serie di lezioni frontali nelle quali saranno fornite le basi teoriche per la comprensione e lo sviluppo dei progetti. Alcuni seminari tematici saranno tenuti da esperti esterni. A valle di queste lezioni, si potranno realizzare anche alcune esperienze pratiche propedeutiche alle attività di sviluppo del progetto. A seconda del numero di iscritti, gli studenti saranno suddivisi in gruppi che si occuperanno di una diversa esperienza monografica e multidisciplinare. Ogni gruppo avrà uno o più docenti a cui far riferimento nelle fasi di revisione dei progetti sviluppati. L'insegnamento prevede l'obbligo di frequenza.
Materiale di riferimento
Il materiale di riferimento consiste in dispense del docente ed eventuali videolezioni che saranno rese disponibili sulla piattaforma ARIEL.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dell'apprendimento degli studenti consiste nella presentazione di un proprio progetto sviluppato durante il corso che verrà discusso davanti al corpo docente con l'obiettivo di valutare quanto lo studente abbia assimilato le metodologie che ha applicato e di verificare quanto egli sia in grado di ragionare in modo critico sulle proprie elaborazioni.
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento
DEFENS - Sezione di Scienze dei sistemi agroambientali
Ricevimento:
Martedì 10-12 tramite appuntamento via email da richiedere con qualche giorno di anticipo
6° piano torre C, via Celoria 26
Ricevimento:
previo appuntamento
Via Mangiagalli 25 - primo piano - locale 1066
Ricevimento:
Tutti i lundì orario da concordare per email
Piattaforma Teams
Ricevimento:
mercoledi 14.30-15.30 e tramite mail per richiesta appuntamento
via Celoria 10
Ricevimento:
giovedì 10:30-12:30
piano rialzato - corpo A